Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 11 Luglio 2012

Bookmark and Share

Il sogno imperiale di Massimiliano d'Asburgo rivive fra "luci e suoni" in piazza Venezia

di Claudio Bisiani

La statua di Massimiliano d'Asburgo in piazza Venezia

Trieste (TS) - Nuova rievocazione storica di “Luci e Suoni”, in una veste riveduta e corretta a cura dell'Airsac Europa (Associazione Italiana Ricerca Sviluppo Aree Culturali), per lo spettacolo “Il sogno imperiale di Massimiliano D'Asburgo da Miramare al Messico”, che fino al 1999 aveva allietato le serate estive di tanti triestini e di molti turisti in visita al Castello di Miramare. L'iniziativa è stata illustrata stamattina in piazza Venezia – proprio accanto alla statua dedicata all'arciduca d'Austria – nella nuova suggestiva location scelta per la innovativa messinscena.

A 60 anni da “Luci e Suoni” nel mondo e ad oltre 50 anni dalla sua prima rappresentazione, nel 1959 per la regia di Sandro Bolchi, lo spettacolo torna infatti a Trieste per rievocare le nostalgiche atmosfere di un tempo lontano e la figura di Massimiliano d'Asburgo, fratello dell'imperatore Francesco Giuseppe. Si narra infatti che nel 1850 Massimiliano fu costretto a riparare nella baia di Grignano, a causa di una violenta mareggiata, ma rimase così affascinato dalla bellezza incontaminata del luogo da far costruire lì il “suo” castello – «...nido d'amore costruito in vano!», mutuando i celeberrimi versi di Carducci – che vide la luce solo dieci anni più tardi, nel 1860. Da questo incipit prende il via il racconto di “luci e suoni” della turbolenta storia dell'arciduca d'Austria – fra l'altro viaggiatore, naturalista, scrittore e uomo di mare – e della sua sposa Carlotta, figlia di Leopoldo re del Belgio, che si concluderà tragicamente a Querétaro in Messico nel 1867.

Dal 17 luglio al 18 agosto – ogni martedì, giovedì e sabato alle ore 21.30, a ingresso libero – “Il sogno imperiale di Massimiliano D'Asburgo da Miramare al Messico” verrà dunque riportato in scena in piazza Venezia «dopo un lungo lavoro iniziato nel 2011 - ha spiegato Serafino Marchiò, presidente dell'Airsac - che ha permesso di recuperare e riannodare vari pezzi degli storici “Luci e Suoni”, presentati dal '59 al '99 a Miramare».
«E' bello riavere di nuovo “Luci e Suoni” - ha commentato il sindaco di Trieste Roberto Cosolini -, un appuntamento storico, particolarmente caro ai triestini e di grande fascino per i turisti, soprattutto quelli austriaci. Credo che anche la scelta di piazza Venezia sia decisamente felice, per proseguire quel percorso di valorizzazione di zone e spazi diversi, ma tutti importanti e da recuperare, della nostra città».

Lo spettacolo è promosso dall'Airsac Europa in collaborazione con Regione FVG, Comune di Trieste, TriesteTrasporti, Fondazione CrTrieste e con il patrocinio della Provincia di Trieste.


Leggi le Ultime Notizie >>>