Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Alla Biblioteca statale Isontina le fotografie di Mauro Mikulin
Gorizia
Dal 14/11/19
al 29/11/19
La locandine
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
OMAGGIO AL “RINASCIMENTO DI PORDENONE” IN MUSICA, NEL TEMPO DI LEONARDO E ISABELLA D’ESTE
Museo civico d'arte Palazzo Ricchieri
Pordenone
Il 09/11/19
Barocco_Europeo_Contrarco Consort

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 26 Giugno 2012

Bookmark and Share

A Palazzo Costanzi si inaugura la mostra di cartografia storica "Confini nel tempo"

Cartina storica

Trieste (TS) - Mercoledì 27 giugno, alle ore 18.30, presso la Sala Umberto Veruda di Piazza Piccola 2 , in occasione della Conferenza Internazionale Borderscapes 3 – Paesaggi di confine , sarà inaugurata la mostra di cartografia storica "Confini nel tempo" a cura di Orietta Selva, Dragan Umek e Sergio Zilli.

La rassegna, organizzata dal Comune di Trieste in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, intende proporre, attraverso un percorso scientifico-didattico, la divulgazione e la comprensione delle problematiche che hanno caratterizzato negli ultimi 150 anni le aree del confine orientale d’Italia, proponendosi di offrire al visitatore una serie di materiali, organizzati in Sezioni tematiche, che raccolgono i diversi documenti per testimoniare le alterne vicende confinarie in modo omogeneo.

La volontà di dare vita a un percorso espositivo trova motivazione nell’idea che la conoscenza del territorio Alto Adriatico e dei suoi mutevoli confini possa essere facilitata anche dall’analisi diacronica di carte storiche. La lettura della rappresentazione della realtà di cui esse sono portatrici deve essere fatta alla luce sia della conoscenza del lungo processo di evoluzione culturale e tecnica della cartografia in generale, sia delle esigenze di informazioni spaziali poste dall’epoca in cui le carte sono state redatte.

In questo senso, il documento cartografico diviene una fonte preziosa per la conoscenza delle dinamiche territoriali in particolare se considerato non soltanto come possibile specchio del dato reale, bensì come dato costruito, plasmato in modo più o meno consapevole dai valori e dagli obiettivi propri del suo artefice e del suo committente, all’interno di un determinato quadro storico, sociale, culturale, politico, economico.

L’esposizione rimarrà aperta al pubblico sino al 22 luglio 2012 con orario feriale e festivo 10 – 13 e 17 - 20.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>