Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
MEDEA 50: PIER PAOLO PASOLINI, MARIA CALLAS E GRADO
ex Cinema Cristallo
Grado
Dal 15/06/19
al 28/07/19
manifesto

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Cultura > Musica > 21 Maggio 2007

Bookmark and Share

Claudio Crismani alla Fazioli Concert Hall

Claudio Crismani

Sacile (PN) - Un concerto che si preannuncia imperdibile, e che segna il ritorno sulla scena musicale internazionale del pianista triestino Claudio Crismani, solista per orchestre di altissimo prestigio internazionale (London Philharmonic, Philharmonia orchestra, European Community Chamber Orchestra, Les solistes de Moscou, Osaka simphony, Israel Philharmonic), nonchè Artista Europeo per l’Unesco nel 1987: a proporlo, nella serata di venerdì 25 maggio, è il Festival Horowitz Europa, in occasione della realizzazione di un Cd per la Murdock Music Group, che sarà registrato dal M.° Crismani alla Fazioli Concert Hall di Sacile (via Ronche 47). Il concerto, che avrà inizio alle ore 20.30, è dedicato a pagine musicali di Franz Liszt (Dalle Ultime Composizioni 1875-1885), Alexander Skrjabin (Quattro Preludi dall’Op. 11, 27, 33, Due Poemi) e Frederik Chopin (Quattro Notturni): autori cari al talento pianistico di Claudio Crismani, che ha spesso proposto, nell’arco di tre serate ripetute più volte in diversi Paesi, l'integrale dei Poemi e delle Sonate per pianoforte di Skrjabin. La sua incisione del Concerto per pianoforte ed orchestra di Skrjabin con la London Philharmonic diretta da Thomas Sanderling, registrata dal vivo alla Royal Festival Hall di Londra, è stata un autentico successo editoriale, e il critico statunitense John Maxim, nella recensione per la rivista Music Life di un suo concerto su musiche di Skrjabin, definiva Claudio Crismani “an amazing, daring and magnetic artist." In effetti, il mondo musicale del compositore russo è sempre stato al centro degli interessi artistici del pianista, e non a caso da questo repertorio il M. Crismani riparte adesso per una nuova serie di concerti e di registrazioni discografiche per la "Murdock Music Group", dopo il ritiro, per qualche anno, dalla vita concertistica (a seguito della Tournée di concerti tenuta nel 2002 2003 per festeggiare i trent'anni della sua attività artistica), scelto per dedicarsi ad un lungo periodo di studio.
Ulteriori informazioni e prenotazioni per assistere al concerto: tel. +39.0434-72576 ( 3 ), e-mail: “concert@fazioli.com”.
Claudio Crismani è nato a Trieste, ed ha iniziato gli studi musicali sotto la guida di Alessandro Constantinides per il pianoforte e di Mario Bugamelli per la composizione, diplomandosi a pieni voti e lode al Conservatorio di Bolzano. In seguito si perfeziona per cinque anni a Varsavia sotto la guida di Marguerite Kazuro. La sua carriera internazionale comincia a Parigi nel 1979 con un recital alla "Salle Pleyel", ed una serie di registrazioni radiofoniche e televisive per "France Musique" da allora ha suonato in tutta Europa, Russia, Israele, America, Giappone ed Australia esibendosi nelle più importanti sale da concerto. Ha collaborato con Direttori d'orchestra quali Lewinne, von Dohnany, Sanderling. Nel 1986 è stato invitato a commemorare il centenario della morte di Liszt con dodici concerti in Inghilterra eseguendo l'integrale degli"Annees de Pelerinage" e delle trascrizioni da opere di Wagner. Nel 1987 l'Unesco lo ha proclamato "Artista Europeo" e lo ha chiamato ad esibirsi alla "Serata internazionale della musica" al Palais de Congrees di Parigi. Dallo stesso anno è inoltre"Guest Artist" della "Van Leer F oundation" di Gerusalemme, sotto l' egida della quale è stato co-fondatore del Festival Horowitz. Per dodici anni ha inciso in esclusiva per la RS, vincendo due Discographic Awards. E’ stato definito uno dei più grandi pianisti della sua generazione.

A seguire, in dettaglio, il programma musicale della serata

Prima parte
Franz Liszt (1811-1886)
DALLE ULTIME COMPOSIZIONI (1875-1885)
Wehmut
Impromptu
Ungarische Lied 1
Ungarische Lied 2
Souvenir de la Puszta, rapsodie
Die Zelle in Nonnenwerth 1
Friss – Lassan
Im traum
Csardas macabre 2

Seconda parte
Alexander Skrjabin (1872-1915)
QUATTRO PRELUDI DALL'OP. 11, 27, 33
Lento
Andantino
Indecis
Vague

DUE POEMI
Une celeste voluptee, op. 32 n. 1
Avec une emotion naissante, languissante
Flammes Gris, pb.79 op. post.
Violent et belliqueux, sombre, lumineux, estatique
(ed in fine, da queste Fiamme, Cristalli multicolori, si innalzano e ci avvolgono tre suoni di abbagliante Purezza)

Boris Pasternak
Frederik Chopin (1810-1849)
QUATTRO NOTTURNI
In si bemolle minore op. 9 n. 1
In mi bemolle maggiore op. 9 n. 2
In sol minore op. 37 n. 1
In do minore op. 48 n. 1

Leggi le Ultime Notizie >>>