Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 26 Aprile 2012

"Vicino/Lontano": incontro con 'Ala al-Aswani e Alessandro Verona per celebrare il Premio Terzani

"La rivoluzione egiziana" di 'Ala al-Aswani (Ed. Feltrinelli)

Udine (UD) - L’assegnazione del Premio Letterario Internazionale Tiziano Terzani 2012 ad 'Ala al-Aswani per il suo libro "La rivoluzione egiziana", edito in Italia da Feltrinelli, sarà celebrata nella capitale egiziana, all’Istituto Italiano di Cultura del Cairo, dove lunedì 30 aprile si terrà un incontro con lo scrittore organizzato in collaborazione con vicino/lontano, che ha istituito il Premio nel 2005. Per partecipare all’incontro, fissato alle 17 nel teatro dell’Istituto, in rappresentanza dell’associazione udinese volerà al Cairo il presidente Alessandro Verona.

Dopo qualche giorno arriverà in Friuli 'Ala al-Aswani per ritirare il Premio dalle mani di Angela Terzani e incontrare il pubblico dell’ottava edizione di vicino/lontano (3-6 maggio 2012). La cerimonia di consegna, fissata per sabato 5 maggio alle 20.45 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, sarà il momento culminante di una serata-evento condotta da Massimo Somaglino con la regia di Gianni Cianchi. Forte della sua lunga esperienza di attore, autore e regista nel teatro di impegno civile, Somaglino leggerà e interpreterà alcuni brani dall’opera vincitrice, che raccoglie articoli scritti da Aswani durante la rivoluzione e nei due anni precedenti. Un racconto allo stesso tempo appassionato e lucido che si dipana tra reportage in diretta dei fatti di Piazza Tahrir e approfondimenti sulle ragioni di una battaglia di libertà in cui lo scrittore ha creduto e che ha a lungo atteso.

In perfetta armonia con il tema conduttore sarà l’intervento musicale di Raiz & Radicanto. La voce storica degli Almamegretta e Giuseppe De Trizio, chitarrista del gruppo folk pugliese, portano a Udine la loro “musica immaginaria mediterranea”, un percorso di sperimentazione tra le diverse culture musicali dei paesi che si affacciano sul Mare Nostrum, con particolare attenzione verso le influenze orientali nord africane. Raiz – che in passato ha collaborato con artisti quali Pino Daniele, Asian Dub Foundation, Roy Paci, Teresa De Sio, Stewart Copeland dei Police, Planet Funk, Nino D’Angelo – e i Radicanto – che pure vantano collaborazioni con alcuni tra i massimi esponenti della musica di tradizione, ma anche d’autore e jazz, tra cui Teresa De Sio, Giovanni Lindo Ferretti e lo stesso Raiz – mettono insieme i rispettivi repertori e li amalgamano con celebri standard, rileggendoli con arrangiamenti diversi. Esaltando gli elementi che accomunano le diverse culture e “immaginando” una musica mediterranea unica e pan-regionale, che non ha bisogno di passaporto, il progetto si fa portatore di un messaggio di pace in una regione ancora attraversata da dolorosi conflitti.

L’intenso programma della serata prevede inoltre la proiezione del videoclip Not Your Prisoner del gruppo rap egiziano Arabian Knightz, e di alcune scene da "Tahrir" di Stefano Savona. Il documentario, un’altra cronaca in tempo reale – la prima per immagini – della rivoluzione egiziana, sarà proiettato per intero in contemporanea (a partire dalle ore 21) alla chiesa di San Francesco. Girato al Cairo nel febbraio 2011, "Tahrir" racconta la rivolta attraverso i volti e le voci dei suoi protagonisti. Savona segue in particolare tre ragazzi, Elsayed, Noha e Ahmed, scesi in piazza insieme a migliaia di altri egiziani per dire no a un regime repressivo e corrotto. I giovani si ritrovano attori di una rivoluzione, discutono di libertà, giustizia, uguaglianza sociale, democrazia, e scoprono la forza dirompente dell’agire comune. Di fronte alla repressione la protesta aumenta, si impara a difendersi, a medicare i feriti, a mantenere le posizioni conquistate, e si resiste fino alla vittoria finale.

Un altro appuntamento che nei giorni di Vicino/Lontano avvicinerà Udine al Cairo è l’incontro con l’antropologa Anna Tozzi Di Marco “Vivere nella città dei morti”, sull’esperimento di agricoltura urbana Micro-jardin proposto dalla ONG Liveinslums per il grande cimitero musulmano del Cairo, dove vivono 800 mila persone che hanno occupato le tombe ancora oggi adibite alla sepoltura dei defunti. L’incontro è previsto per lo stesso 5 maggio alle 17 alla Casa della Confraternita di Udine ed è collegato all’esposizione fotografica, che resterà aperta dal 3 al 27 maggio, “Dentro la città dei morti: Progetto micro-jardin” a cura dell’associazione ETRARTE.



Info biglietti per la serata-evento Premio Terzani 2012 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine:

I biglietti numerati della serata-evento potranno essere ritirati gratuitamente (max 2 a persona) a partire dalle 10 di venerdì 4 maggio presso l’infopoint di vicino/lontano di fronte alla Chiesa di San Francesco. Una corsia preferenziale è garantita agli “Amici di vicino/lontano” in possesso della tessera 2012, che possono ritirarli già a partire dalle 16 del giorno precedente. Ai soci sostenitori sono riservati 2 biglietti che resteranno a loro disposizione, sempre presso l’infopoint, fino alle 18 di sabato 5 maggio. Entro la stessa ora dovranno essere ritirati anche i biglietti che i residenti fuori regione possono prenotare via e-mail (info@vicinolontano.it) allegando un documento d’identità. Eventuali biglietti ancora disponibili saranno distribuiti alla biglietteria del Teatro Nuovo Giovanni da Udine dalle 19.30 di sabato 5 maggio.

La partecipazione a tutti gli eventi di "vicino/lontano" è libera, fino a esaurimento dei posti disponibili.


Per il programma completo e le informazioni sulle modalità di ingresso:
www.vicinolontano.it
info line 0432-287171

La pagina ufficiale di vicino/lontano è anche su Facebook e su Twitter.

Leggi le Ultime Notizie >>>