Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 20 Aprile 2012

Bookmark and Share

A Cinemazero arrivano "To Rome with Love" di Allen e "Il Primo Uomo" di Amelio

"To Rome with Love" di Woody Allen

Pordenone (PN) - Da venerdì 20 aprile arrivano a Cinemazero "To Rome with Love", l’ultimo film di Woody Allen con Roberto Benigni, e "Il Primo Uomo", di Gianni Amelio.

'To Rome With Love' è una commedia spensierata, un film caleidoscopico ambientato in una delle città più affascinanti al mondo, Roma, ultima tappa del Grand Tour europeo che il regista ha affrontato in questi anni con le sue dediche cinematografiche. Il film, attraverso quattro episodi, ci mette in contatto con un architetto americano molto noto che rivive la sua gioventù, un borghese romano qualunque che all’improvviso si trova a essere la massima celebrità di Roma; una giovane coppia provinciale attratta in incontri romanici separati e un regista americano di opera che tenta di far salire sul palcoscenico un impresario di pompe funebri cantante. “La prima volta che un americano si rende davvero conto di essere in Europa è quando arriva a Roma: perché non è una città come Londra o Parigi, qui è tutto davvero diverso, così esotico. Girare qui è una festa per un regista”, ha raccontato Allen in conferenza stampa, dove Roberto Benigni, che torna sullo schermo dopo 7 anni, ha aggiunto: “solo Woody Allen poteva avere la grazia per raccontare (il mio personaggio) come ha fatto, con quello stile favolistico e realistico al tempo stesso. E poi sul set era lo stesso. Una volta alla Garbatella si è fermata un’ambulanza con la sirena accesa per farsi due foto con me. ‘Only in Rome’ disse Woody in quella occasione”. Vedere per credere.

Il Primo Uomo è senza mezzi termini il miglior film di Gianni Amelio almeno dai tempi de Il ladro di bambini. Il film ripercorre a ritroso le vicende di un personaggio straordinario, silenzioso e deciso, che ricerca nel proprio passato anche doloroso le convinzioni che lo hanno portato ad essere ciò che è nel presente, ispirandosi all’ultimo romanzo di Alberto Camus. Il maniscritto fu trovato tra i rottami dell'auto in cui morì Camus nel 1960, pazientemente ricostruito dalla figlia Catherine e infine pubblicato nel 1994, a oltre trent'anni dalla morte dello scrittore. Un testo emblematico, quello di Camus, che ha affascinato con forza Gianni Amelio, rispecchiatosi in pieno in quell'uomo che, come lui, non ha conosciuto il padre ed è stato cresciuto da due donne dal temperamento deciso in un contesto sociale difficile, per certi versi simile alla sua Calabria del secondo Dopoguerra, in cui la cultura era considerata fuori dalla portata dei poveri diavoli. La struttura del romanzo di Camus si fonde con i dialoghi creati ex novo da Amelio attingendo al proprio vissuto, dando il via ad un movimento in cui una storia rispecchia fedelmente l'altra, senza però la pesantezza di una mimesi forzata. Lo stile del regista è come sempre asciutto ed elegante, evita inutili infarcimenti estetici e si concentra sulla pulizia e sull'efficacia dell'inquadratura.


"To Rome with Love": salaPasolini venerdì 20 aprile ore 20.00-22.00, sabato 21 ore 18.00 - 20.00 - 22.00; domenica 22 ore 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00

Il Primo Uomo: SalaTotò venerdì 20 aprile ore 17.00 - 19.00 - 21.00; sabato 21 ore 17.00 - 19.00 - 21.00; domenica 22 ore 15.00 - 17.00 - 19.00 - 21.00



INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>