Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 19 Aprile 2012

Bookmark and Share

Cinemazero: i film in programmazione dal 20 al 26 aprile

"To Rome with Love" di Woody Allen

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero dal 20 al 26 aprile 2012.

Venerdì 20 aprile 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Sabato 21 aprile 2012
Sala Grande; ore 18.00 - 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Domenica 22 aprile 2012
Sala Grande; ore 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Lunedì 23 aprile 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Martedì 24 aprile 2012
Sala Grande; ore 18.00 - 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Mercoledì 25 aprile 2012
Sala Grande; ore 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen
Sala Pasolini; ore 15.00 - 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 15.00 - 17.00 - 19.00 - 21.00; IL PRIMO UOMO di Gianni Amelio

Giovedì 26 aprile 2012
Sala Grande; riposo
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; TO ROME WITH LOVE di Woody Allen


--------------------------


To Rome with Love di Woody Allen
Dopo Londra, Barcellona e Parigi, Woody Allen ha scelto di ambientare il suo prossimo film in Italia. E più precisamente a Roma. A questo proposito il regista newyorkese, ormai prossimo agli ottant'anni, ha dichiarato: "Ogni volta è come fare una dichiarazione d'amore ad alcuni luoghi. Proietto sul grande schermo i miei sentimenti per i posti che contano nella mia vita. Spero di poter fare lo stesso con Roma".
Il Ministero per i beni culturali si è attivato per fornire ad Allen e alla sua troupe tutto il supporto logistico necessario e l'11 luglio sono iniziate le riprese nella capitale con un cast in gran parte italiano. Oltre a Penelope Cruz, Alec Baldwin, Ellen Page, Jesse Eisenberg, compaiono infatti tra gli interpreti Riccardo Scamarcio, Isabella Ferrari, Roberto Benigni, Sergio Rubini, Ornella Muti, Massimo Ghini, Antonio Albanese, Alessandra Mastronardi, Alessandro Tiberi e Flavio Parenti.

Il Primo uomo di Gianni Amelio
Senza mezzi termini il miglior film di Gianni Amelio almeno dai tempi de Il ladro di bambini. Adattamento del romanzo di Albert Camus, Il primo uomo ripercorre a ritroso le vicende di un personaggio straordinario, silenzioso e deciso, che ricerca nel proprio passato anche doloroso le convinzioni che lo hanno portato ad essere ciò che è nel presente. Lo stile del regista è come sempre asciutto ed elegante, evita inutili infarcimenti estetici e si concentra sulla pulizia e sull'efficacia dell'inquadratura. Ogni primo piano su volti segnati dalla loro vicenda personale è preciso, giustificato, emozionante. In questo lo supporta alla perfezione la fotografia accurata ma mai espressionista di Luca Bigazzi, tornato con questo lungometraggio ai livelli altissimi che gli competono.

Diaz. Don't clean up this blood di Daniele Vicari
Il film di Vicari si colloca all'interno del cinema di denuncia civile di cui Rosi e Lizzani sono stati maestri e che richiama, per la forza e la lucida coerenza della narrazione il Costa Gravas di Z-L'orgia del potere. Vicari non si nasconde dietro a nessun facile manicheismo come quello di tuttora chi considera i Black Block solo dei ‘compagni che sbagliano'. Ne mostra in apertura le devastazioni e, così facendo, può permettersi di proporre un film che si muove su un piano eticamente elevato. Così come solo chi è in malafede potrà accusare Diaz - Non pulire questo sangue di essere 'contro la polizia'. E' sicuramente contro ma con l'opposizione e la denuncia di quel tumore che può pervadere (così come è accaduto) un'istituzione la cui finalità e quella di mantenere l'ordine democratico e non di esercitare violenza fisica e psicologica su chi ritiene di dover sottoporre a controlli o restrizioni di libertà. Dal punto di vista cinematografico poi questo è un film senza star. Ognuno ha il proprio ruolo che si immerge e riemerge come un corso d'acqua carsico nei gironi degli inferi di quella notte. Una notte da dimenticare diranno alcuni. Una notte da ricordare afferma con forza e rigore questo film. Perché fatti simili non accadano più.


Per informazioni:
Cinemazero - Uffici tel. 0434520404 (piazza della Motta, Pordenone)
Cinemazero - Sale tel. 0434520527 (piazza Maestri del Lavoro, Pordenone)

Leggi le Ultime Notizie >>>