Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 12 Aprile 2012

Bookmark and Share

Cinemazero: i film in programmazione dal 13 al 19 aprile

"Romanzo di una strage" di Marco Tullio Giordana (locandina film)

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero dal 13 al 19 aprile 2012.

Venerdì 13 aprile 2012
Sala Grande; dalle 14.00 in poi; LE VOCI DELL'INCHIESTA VI edizione
Sala Pasolini; ore 17.00; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Pasolini; ore 19.15 - 22.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Totò; ore 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.45; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Sabato 14 aprile 2012
Sala Grande; dalle 14.00 in poi; LE VOCI DELL'INCHIESTA VI edizione
Sala Pasolini; ore 17.00; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Pasolini; ore 19.15 - 22.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Totò; ore 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.45; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Domenica 15 aprile 2012
Sala Grande; dalle 14.00 in poi; LE VOCI DELL'INCHIESTA VI edizione
Sala Pasolini; ore 14.30; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Pasolini; ore 16.30 - 19.15 - 22.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Totò; ore 13.30 - 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.30; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Lunedì 16 aprile 2012
Sala Grande; ore 19.45 - 22.00; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Pasolini; ore 17.00; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Pasolini; ore 19.15 - 22.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Totò; ore 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.45; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Martedì 17 aprile 2012
Sala Grande; ore 19.45 - 22.00; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Pasolini; ore 16.15 - 19.15; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Pasolini; ore 21.45; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Totò; ore 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.30; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Mercoledì 18 aprile 2012
Sala Grande; ore 19.45 - 22.00; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari
Sala Pasolini; ore 17.00; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Pasolini; ore 19.15 - 22.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Totò; ore 16.15 - 19.00; THE LADY - L'AMORE PER LA LIBERTA' di Luc Besson
Sala Totò; ore 21.45; ROMANZO DI UNA STRAGE di Marco Tullio Giordana.

Giovedì 19 aprile 2012
Sala Grande; riposo
Sala Pasolini; ore 16.15 - 19.00; PICCOLE BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet
Sala Pasolini; ore 21.45; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Sala Totò; ore 17.00 - 19.15 - 21.30; DIAZ. DON'T CLEAN UP THIS BLOOD di Daniele Vicari.

-----------------

- Le Voci dell'Inchiesta. 11 - 15 aprile
L'attesa sesta puntata del festival sarà ricca di spunti sull'attualità, ma anche sulla storia di questo particolare genere d'informazione e non mancherà di presentare - sempre accompagnati da registi e ospiti - i migliori e più recenti documentari internazionali (vincitori dei principali premi ai più prestigiosi festival del mondo, spesso in anteprima nazionale). Il programma completo su www.voci-inchiesta.it e www.facebook/vociInchiesta

"The Lady. L'amore per la libertà" di Luc Besson
La storia vera di Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace 1991 e 'orchidea d'acciaio' del movimento per la democrazia in Myanmar. Dopo l'assassinio del padre, il generale Aung San, leader della lotta indipendentista birmana, Suu cresce in Inghilterra e sposa il professore universitario Michael Aris. Quando nel 1988 il suo popolo insorge contro la giunta militare, Suu torna nel paese natale e inizia il suo lungo scontro diretto contro il potere assoluto dei generali. La figura di Aung San Suu Kyi, paladina dei diritti democratici che per la libertà del suo paese e del suo popolo ha per oltre vent'anni sacrificato la propria libertà personale e gli affetti familiari è di certo una delle più toccanti e ammirevoli fonti d'ispirazione politica e umana degli ultimi decenni. È comprensibile quindi che The Lady fosse tanto per la scrittrice Rebecca Frayn che per il regista Luc Besson e, soprattutto, per la sua interprete Michelle Yeoh un vero e proprio progetto del cuore.

"Romanzo di una strage" di Marco Tullio Giordana
Nel film sulla strage di Piazza Fontana diretto da Marco Tullio Giordana, autore di storie di cronaca come I cento passi e La meglio gioventù verranno affrontati "temi difficili come la morte di Giuseppe Pinelli e del Commissario Luigi Calabresi", dice il produttore Riccardo Tozzi. "L'enorme lavoro d'indagine e giornalistico che è stato svolto in questi quarant'anni ha fatto chiarezza su molti punti oscuri. Con Rulli e Petraglia ci lavoriamo da circa cinque anni. Il nostro intento è raccontare l'indicibile, cioè una di quelle verità fondamentali che in genere in Italia vengono coperte da altro".

"Piccole bugie tra amici" di Guillaume Canet
Prendendo ispirazione tanto dal nostalgismo agrodolce di Kasdan quanto dall'intimismo sentimentale di Claude Sautet, Piccole bugie tra amici si propone come una di quelle imprese corali in cui a un complesso processo di scrittura e di formazione dei caratteri deve corrispondere un gruppo di attori capaci di muovere i sentimenti e l'empatia degli spettatori. Da questo punto di vista, anche grazie all'impiego di tutti i migliori attori francesi della sua generazione, bisogna riconoscere che la commedia umana di Guillaume Canet raggiunge il suo scopo.

"Quasi amici" di Eric Toledano e Olivier Nakache
Philippe è rimasto paralizzato dal mento in giù dopo un volo in parapendio; Driss ha risposto, senza speranze, a un annuncio per un “assistente invalido”. Ma nel palazzo di Philippe (dove ruba subito un prezioso “Uovo Fabergé”) Driss si presenta solo per far registrare un “no” sulla scheda dell’ufficio di collocamento e potere così continuare a ricevere il sussidio di disoccupazione. Naturalmente verrà assunto e inizieranno le avventure di due esseri umani molto diversi fra loro. Avventure più o meno esilaranti (l’umore è “british-style, assurdo e sottile” sottolinea il quotidiano inglese The Guardian in un articolo sul “fenomeno Intouchables”), sempre con buoni sentimenti.

"Diaz. Don't clean up this blood" di Daniele Vicari
Il film di Vicari si colloca all'interno del cinema di denuncia civile di cui Rosi e Lizzani sono stati maestri e che richiama, per la forza e la lucida coerenza della narrazione il Costa Gravas di Z-L'orgia del potere. Vicari non si nasconde dietro a nessun facile manicheismo come quello di tuttora chi considera i Black Block solo dei ‘compagni che sbagliano'. Ne mostra in apertura le devastazioni e, così facendo, può permettersi di proporre un film che si muove su un piano eticamente elevato. Così come solo chi è in malafede potrà accusare Diaz - Non pulire questo sangue di essere 'contro la polizia'. E' sicuramente contro ma con l'opposizione e la denuncia di quel tumore che può pervadere (così come è accaduto) un'istituzione la cui finalità e quella di mantenere l'ordine democratico e non di esercitare violenza fisica e psicologica su chi ritiene di dover sottoporre a controlli o restrizioni di libertà. Dal punto di vista cinematografico poi questo è un film senza star. Ognuno ha il proprio ruolo che si immerge e riemerge come un corso d'acqua carsico nei gironi degli inferi di quella notte. Una notte da dimenticare diranno alcuni. Una notte da ricordare afferma con forza e rigore questo film. Perché fatti simili non accadano più.

Per informazioni:
Cinemazero - Uffici tel. 0434520404 (piazza della Motta, Pordenone)
Cinemazero - Sale tel. 0434520527 (piazza Maestri del Lavoro, Pordenone)


INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>