Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 22 Marzo 2012

Cinemazero: i film in programmazione dal 23 al 29 marzo

"17 ragazze" di Delphine e Muriel Coulin

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero dal 23 al 29 marzo 2012.

Venerdì 23 marzo 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Pasolini; ore 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache.

Sabato 24 marzo 2012
Sala Grande; ore 18.00 - 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Pasolini; ore 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Zancanaro-Sacile; ore 19.00 - 21.30; HUGO CABRET di Martin Scorsese.

Domenica 25 marzo 2012
Sala Grande; ore 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 15.00 - 17.15; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Pasolini; ore 19.30 - 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 14.30 - 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache
Zancanaro-Sacile; ore 19.00 - 21.30; HUGO CABRET di Martin Scorsese.

Lunedì 26 marzo 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Pasolini; ore 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache.

Martedì 27 marzo 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Pasolini; ore 21.45; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Totò; ore 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache.

Mercoledì 28 marzo 2012
Sala Grande; ore 20.00 - 22.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30; MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek
Sala Pasolini; ore 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 16.45 - 19.00 - 21.15; QUASI AMICI di Eric Toledano e Olivier Nakache.

Giovedì 29 marzo 2012
Sala Grande; ore 20.45; P.O.E. POETRY OF EERIE autori vari. Ingresso libero, incontro con il regista dell'episodio GLI OCCHIALI Matteo Corazza
Sala Pasolini; ore 17.15 - 19.30 - 21.45; A SIMPLE LIFE di Ann Hui
Sala Totò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; 17 RAGAZZE di Delphine e Muriel Coulin.

---------------------

"17 ragazze" di Delphine e Muriel Coulin
In un piccolo centro della Bretagna, la liceale Camille Fourier, rimasta incinta, diventa in breve per le amiche di scuola un esempio e un modello. Intenzionate a fare a meno di chiunque, sia dei partner che dei genitori, diciassette ragazze dello stesso liceo decidono di avere un figlio e di crescerlo aiutandosi fra loro, possibilmente in modo assai differente da come sono state cresciute a loro volta. La gravidanza delle diciassette minorenni procede dunque contemporaneamente, lasciando interdetti la comunità e le autorità scolastiche, che non trovano ragioni né spiegazioni. Le sorelle Delphine and Muriel Coulin portano in scena un fatto vero, accaduto nel 2008 nel Massachusetts, trasportandolo da questa parte dell’Atlantico, in un luogo dove il vento è ribelle e le spiagge sono sterminate, mentre le prospettive sociali lo sono molto meno.

"Magnifica presenza" di Ferzan Ozpetek
Il film racconta la storia di Pietro (Elio Germano), un giovane pasticcere siciliano arrivato a Roma con il sogno di diventare attore. Tra un provino e l’altro sbarca il lunario sfornando cornetti tutte le notti. È un ragazzo timido, solitario e l’unica confusionaria compagnia è quella della cugina Maria, apprendista avvocato dalla vita sentimentale troppo piena. Stanco di dividere l’appartamento con la cugina, Pietro trova una casa tutta per sé: un appartamento d’epoca, dotato di un fascino molto particolare, in cui Pietro non vede l’ora di cominciare la sua nuova esistenza da uomo libero. La felicità dura solo pochi giorni: presto cominciano ad apparire particolari inquietanti. È chiaro che l’appartamento è occupato da ospiti misteriosi, spiriti eccentrici, elegantissimi, perfettamente truccati (Paola Minaccioni, Beppe Fiorello, Margherita Buy, Vittoria Puccini).

"A Simple Life" di Ann Hui
Tra l'anziana amah (domestica) Ah Tao e il suo padrone, l'attore cinematografico Roger, si instaura un rapporto che assomiglia a quello tra una madre e il proprio figlio, destinato a intensificarsi durante la degenza in ospedale di Ah Tao. La storia di Ah Tao è quella esemplare della vita di una persona semplice, una donna costretta dagli eventi a trascorrere sin dall'infanzia una vita al servizio degli altri, ma che a questa condizione ha saputo infondere dignità e passione; una donna, a prescindere dallo status, speciale e unica, proprio come il fiocco di neve del vetusto stereotipo. Quello che arriva al pubblico in una sorta di empatia che supera lo schermo e cresce man mano che Roger e Ah Tao capiscono di rappresentare la famiglia nella sua totalità l'uno per l'altro. Diversi i cameo di celebrità del cinema di Hong Kong, tra cui un sorprendente Tsui Hark, che – con Andy Lau e Sammo Hung – riforma, in una breve parentesi di cinema nel cinema. Una lezione di compostezza e raffinata gestione dei sentimenti da un'instancabile osservatrice della vita umana.

"Quasi amici" di Eric Toledano e Olivier Nakache
Philippe è rimasto paralizzato dal mento in giù dopo un volo in parapendio; Driss ha risposto, senza speranze, a un annuncio per un “assistente invalido”. Ma nel palazzo di Philippe (dove ruba subito un prezioso “Uovo Fabergé”) Driss si presenta solo per far registrare un “no” sulla scheda dell’ufficio di collocamento e potere così continuare a ricevere il sussidio di disoccupazione. Naturalmente verrà assunto e inizieranno le avventure di due esseri umani molto diversi fra loro. Avventure più o meno esilaranti (l’umore è “british-style, assurdo e sottile” sottolinea il quotidiano inglese The Guardian in un articolo sul “fenomeno Intouchables”), sempre con buoni sentimenti.

"P.O.E. Poetry of Eeire" di autori vari
P.O.E. Poetry of Eerie è un film a episodi che omaggia Edgar Allan Poe e riunisce alcuni giovani registi italiani che operano nel settore indipendente.
Alcuni mesi fa, durante un festival, all'interno di un gruppo di registi indipendenti è nata giocosamente una singolare sfida: progettare, realizzare e consegnare in 2 mesi, un film a episodi autoprodotto, impiegando non più di 3 giorni ciascuno per le riprese, reinterpretando le novelle di E. A. POE.

"Hugo Cabret" di Martin Scorsese
Il piccolo Hugo Cabret vive nascosto nella stazione di Paris Montparnasse. Rimasto orfano, si occupa di far funzionare i tanti orologi della stazione e coltiva il sogno di aggiustare l'uomo meccanico che conserva nel suo nascondiglio e che rappresenta tutto ciò che gli è rimasto del padre. Per farlo, sottrae gli attrezzi di cui ha bisogno dal chiosco del giocattolaio, un uomo triste e burbero, ma viene colto in flagrante dal vecchio e derubato del prezioso taccuino di suo padre con i disegni dell'automa. Riavere quel taccuino è per Hugo una questione vitale. Con l'adattamento di "La straordinaria inven"Magnifica presenza" di Ferzan Ozpetekzione di Hugo Cabret", Martin Scorsese si ritrova e si perde allo stesso tempo, andando alla ricerca del tempo perduto, lui che il meccanismo del tempo, al cinema, lo ha messo alla prova più di altri.

Per informazioni:
Cinemazero - Uffici tel. 0434520404 (piazza della Motta, Pordenone)
Cinemazero - Sale tel. 0434520527 (piazza Maestri del Lavoro, Pordenone)

Leggi le Ultime Notizie >>>