Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 14 Marzo 2012

Bookmark and Share

L’Egitto e la Comunità greca di Alessandria nel racconto di Stratís Tsirkas

Lo scrittore Stratis Tsirkas

Trieste (TS) - La Comunità Greco-Orientale di Trieste, la Fondazione Ellenica di Cultura e l'Università di Trieste-Lingua Neogreca organizzano la conferenza "L'Egitto e la Comunità greca di Alessandria nel racconto di Stratìs Tsirkas" che si terrà il giorno sabato 17 marzo 2012 alle ore 18.00 presso la Sala Giubileo-Filoxenia (Via Mazzini, 3).
Relatore prof. Glauco Ciammaichella, presentazione a cura della docente di Lingua Neogreca dell'Università di Trieste Maria Kassotaki.

Lo scrittore greco Stratìs Tsirkas (1911-1980) è nato in Egitto dove è vissuto fino al 1963. È conosciuto principalmente nella sua qualità di autore della trilogia Akivérnites politíes (Città alla deriva) in cui tre città, Gerusalemme, Il Cairo e Alessandria sono il teatro di intensi e spesso tragici avvenimenti che sconvolgono il Medio Oriente negli anni della seconda guerra mondiale.
Di Tsirkas e della sua opera apprezziamo prima di tutto il grande spessore umano e universale, nel bene e nel male, dei suoi personaggi (grandiosi e indimenticabili quelli femminili), nonchè le sue lotte contro ideologismi e integralismi vari – anche contro quelli della sua stessa parte politica –, la sua dedizione al lavoro e alla famiglia, la sua attenzione e la sua comprensione profonda per le sofferenze del popolo egiziano e per le vicissitudini e le speranze dei suoi greci di Alessandria e del Cairo, la sua militanza tenace contro l’orrore del nazi-fascismo e i soprusi dell’amministrazione coloniale britannica. La vita e l’opera di un umanista – e non di un teologo del marxismo come alcuni suoi critici vorrebbero – che ha profondamente amato Alessandria, città che vive oggi insieme alle altre sue consorelle del Medio-Oriente e del Nord-Africa le drammatiche convulsioni della cosiddetta “primavera araba”. Città che ci ha lasciato l’eredità preziosa della sua storia recente, fatta di aperture piuttosto che di chiusure, città multiculturale e multietnica dove comunità – ed in particolare la forte e ben organizzata parikìa greca – con lingue, mentalità e religioni diverse riuscivano a convivere in pace pur tra mille difficoltà, contraddizioni, errori e tensioni. E sostanzialmente ad accettarsi e a rispettarsi.
Nel corso della conferenza saranno letti brani tratti dalle opere dell’autore Città alla deriva, Racconti e Nourredine Bomba.

Glauco Ciammaichella è uno studioso di storia mediterranea formatosi all’Università di Aix-en-Provence, dove ha svolto attività didattiche e di ricerca finalizzate all’approfondimento della storia dei rapporti tra l’Europa e il Nordafrica (Egitto, Libia e Tunisia in particolare).

Maggiori informazioni all’indirizzo:
http://www.hfc-sezioneitaliana.com/wmt/webpages/index.php?lid=3&pid=61&apprec=68

Leggi le Ultime Notizie >>>