Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 09 Febbraio 2012

Visite guidate nel weekend alla mostra “Dal Paesaggio al Territorio"

Opera di Renato Guttuso

Gorizia (GO) - Ancora un week end di visite guidate nel nuovo Museo Santa Chiara di Gorizia (corso Verdi 18), dove resta visitabile, fino al 26 febbraio, la mostra “Dal Paesaggio al Territorio. L'arte interpreta i luoghi. Opere del Novecento dalle collezioni Intesa Sanpaolo", promossa e organizzata dal Comune di Gorizia, con opere di artisti come Carra’, Sironi, Soffici, Guttuso, Music, Santomaso, Birolli, Vaccari, La Pietra, Vitone, Schifano, Casorati, Rosai. Anche sabato 11 e domenica 12 febbraio, alle 17, sarà possibile approfittare della consulenza di guide esperte per approfondire le caratteristiche del suggestivo percorso espositivo, allestito su tre livelli in una originale dialettica fra arte e ambiente.

Per la prima volta il pubblico può apprezzare a Gorizia, in un corpus organico, la collezione Novecento di Intesa Sanpaolo: una settantina circa di opere, racchiuse anche nel prezioso catalogo che gli organizzatori hanno predisposto per l’occasione. Il volume ospita un ampio excursus critico intorno alla dialettica fra arte e ambiente, e l’articolato saggio del curatore, Francesco Tedeschi, integrato da un ricco apparato illustrativo.

Presso il bookshop della mostra è disponibile il catalogo al prezzo davvero speciale di 15 euro. Su prenotazione, le visite guidate sono disponibili anche per gruppi in qualsiasi giorno della settimana: info@musaeus.it, tel. 348.2560991. Orari: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19 (chiuso lunedì).

La mostra è curata dal Comune di Gorizia con l’Azienda Speciale di Villa Manin e con la fondamentale partecipazione di Intesa Sanpaolo - in sinergia con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, la Fondazione Carigo, la Fondazione CRUP e il Piccolo.

Il Museo di Santa Chiara è frutto del recupero del seicentesco complesso architettonico conventuale delle Clarisse: il centralissimo edificio può contare su milleduecento metri quadrati di superficie espositiva, e include anche una biblioteca, una sala consultazioni, spazi per gli uffici e impianti tecnologici, pertinenze logistiche e di collegamento.

Leggi le Ultime Notizie >>>