Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 01 Febbraio 2012

Dall’archivio di Cinemazero una foto di Tina Modotti alla mostra "Le donne che hanno fatto l’Italia"

Tina Modotti, "Donna che porta un recipiente d’acqua" (1928 - © Archivio Cinemazero)

Pordenone (PN) - Viene posticipata al 1° febbraio l’inaugurazione della mostra "Tina Modotti. Un nuovo sguardo", organizzata dall’Ambasciata Messicana a Roma e dall’Istituto Cervantes di Roma, che ospita la mostra e la proiezione del documentario "Tinissima: il dogma e la passione", della regista messicana Laura Marinez Diaz, prodotto da Cinemazero in collaborazione con il Fondo Nacional para la Cultura y las Artes (FONCA) del Messico – realizzato anche grazie al sostegno dell'Associazione Fondo Regionale per l'Audiovisivo e della Regione Friuli Venezia Giulia, e con la partecipazione della RAI Fvg. Inoltre è in arrivo nei prossimi mesi anche la versione slovena del film, prodotta dalla sezione programmi sloveni della RAI regionale, che amplia ulteriormente la diffusione della pellicola.

Dopo la prima nel salone centrale del Complesso del Vittoriano a Roma, recentemente conclusa, il 3 febbraio si replicherà a Catania la presenza della grande artista friulana, che rappresenta la nostra regione nella fortunata mostra Le donne che hanno fatto l’Italia, con una fotografia dall’Archivio fotografico di Cinemazero.

L'archivio di Cinemazero infatti conta un vastissimo repertorio su e soprattutto di Tina Modotti, frutto di anni di ricerca, collezione e conservazione, che lo rende uno dei più completi archivi sul lavoro di Tina. La presenza della fotografia "Donna che porta un recipiente d'acqua" del 1928 in una mostra così prestigiosa testimonia l’importanza del prezioso archivio fotografico che Cinemazero continua da anni a incrementare, contribuendo a mantenere viva l’attenzione su questa donna straordinaria.


INFO/FONTE: Cinemazero/Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>