Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 15 Dicembre 2011

Bookmark and Share

"Art&cinema": al Revoltella si proietta il documentario "The Universe of Keith Haring"

The Universe of Keith Haring (foto: Uff. Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Terzo e ultimo appuntamento del programma "art&cinema" in collaborazione con La Cappella Underground all'Auditorium del Museo Revoltella, nella serata di venerdì 16 dicembre alle ore 19, a corollario dell'iniziativa “CORRISPONDENZE D'ARTE - Interventi d'arte contemporanea a colloquio con il Museo Revoltella”, organizzata nell'ambito delle attività del Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura. In cartellone il documentario "THE UNIVERSE OF KEITH HARING" (Italia/Francia 2007) per la regia di Christina Clausen.

Il film ripercorre la breve vita di Keith Haring (1958-1990), artista americano tra i più rappresentativi della storia dell’arte contemporanea; un vero e proprio fenomeno sociale, celebrato per aver cambiato la comunicazione visiva attraverso un repertorio formale semplice e volutamente riconoscibile, teso a colmare la distanza tra arte e vita. La sua vita viene narrata attraverso il montaggio di materiali video inediti provenienti dagli archivi della Keith Haring Foundation di New York e da archivi privati europei e americani. Dalla sua infanzia e prima formazione nella sua città natale, Kutztown in Pennsilvania, all’effervescente scena artistica newyorkese degli anni ’80 e fino ai suoi viaggi e fulminei successi internazionali in Francia, Germania, Spagna, Belgio, Giappone e Italia. Si scoprono tracce di Haring nel mondo, attraverso i murales da lui dipinti a New York, Chicago, Philadelphia, Parigi, Berlino, Knokke, Montecarlo a Pisa, dove realizzò la sua ultima e più spettacolare opera pubblica, un grande affresco dipinto sulle pareti di una chiesa, che completò pochi mesi prima della sua morte.

Tutti conoscono le sue opere, ma non tutti sanno chi è. Di Keith Haring si è scritto e detto tanto, ma in pochi hanno avuto accesso alle fotografie “domestiche”, alle aperte testimonianze di amici, familiari e artisti del calibro di Bill T. Jones, Yoko Ono, David LaChapelle e Fab 5 Freddy. Raccontano un’epoca piena di carica creativa, nella New York anni Ottanta durante il boom del mercato dell'arte (la stessa scena da cui emersero Jean-Michel Basquiat e Richard Hambleton), e la fulminante carriera di un artista che - con il suo vocabolario universalmente comprensibile e la leggerezza dei suoi colori - ha imposto nel mondo la sua visione di un’arte accessibile a tutti. Fedelissimo allo spirito del pittore e writer statunitense, questo film è “arte per tutti!” e ci lascia, alla fine, tante emozioni per quello che Haring ci ha dato e un po’ di rammarico per quello che ancora avrebbe potuto darci.


INFO/FONTE:
Civico Museo Revoltella
Via Diaz, 27 – 34123 Trieste
tel. 040.6754350 040.6754296 / fax 040.6754137
revoltella@comune.trieste.it - www.museorevoltella.it

La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi n.3 - 34132 Trieste
tel 040 3220551 - fax +39 040 3225220
info@lacappellaunderground.org - www.lacappellaunderground.org

Leggi le Ultime Notizie >>>