Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 15 Novembre 2011

Bookmark and Share

Cinemazero: i film in programmazione dal 18 al 24 novembre

"One day" di Lone Scherfig (locandina film)

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero dal 18 al 24 novembre 2011.

Venerdì 18 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.00 - 22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 17.15; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaPasolini; ore 19.15 - 21.30; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; ONE DAY di Lone Scherfig
Zancanatro-Sacile; ore 21.30; NIENTE DA DICHIARARE di Dany Boon

Sabato 19 novembre 2011
SalaGrande; ore 18.00 - 20.00 - 22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 16.45-19.15; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaPasolini; ore 21.30; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00 - 21.00; ONE DAY di Lone Scherfig
Zancanatro-Sacile; ore 21.30; NIENTE DA DICHIARARE di Dany Boon

Domenica 20 novembre 2011
SalaGrande; ore 16.00-18.00-20.00-22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 14.45-21.30; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaPasolini; ore 16.45-19.15; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaTotò; ore 15.00 - 17.00 - 19.00 - 21.00; ONE DAY di Lone Scherfig
Zancanaro-Sacile; ore 15.30; ARRIETTY di Hiromasa Yonebayashi
Zancanatro-Sacile; ore 17.30-19.30-21.30; NIENTE DA DICHIARARE di Dany Boon

Lunedì 21 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.00-22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 16.15; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaPasolini; ore 18.15; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaPasolini; ore 20.30; TERRAFERMA di Emanuele Crialese - Ingresso libero
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 21.00; THE AVIATOR di Martin Scorsese PROIEZIONE ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA DI PORDENONE FABBRICA APERTA. Ingresso libero

Martedì 22 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.00-22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 17.15; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaPasolini; ore 19.15-21.30; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaTotò; ore 17.00-19.00-21.00; ONE DAY di Lone Scherfig

Mercoledì 23 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.00-22.00; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 17.30-19.30; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaPasolini; ore 21.30; ANONYMOUS di Roland Emmerich
SalaTotò; ore 17.00-19.00-21.00; ONE DAY di Lone Scherfig
Zancanatro-Sacile; ore 21.00; QUESTA STORIA QUA di Sibille Righetti. INCONTRO CON LA REGISTA SIBILLE RIGHETTI E LA PRODUTTRICE FRANCESCA CIMA.

Giovedì 24 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.45; ABANDON DE POSTE di Mohamed Bouhari e, a seguire, il film SOLTANTO IL MARE di Dagmawi Yimer, Fabrizio Barraco, Giulio Cederna per la RASSEGNA "GLI OCCHI DELL'AFRICA" - INGRESSO LIBERO
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30; IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE di Pupi Avati
SalaPasolini; ore 21.30; SCIALLA! (STAI SERENO) di Francesco Bruni
SalaTotò; ore 17.00-19.00-21.00; ONE DAY di Lone Scherfig.


----------------------


"Il cuore grande delle ragazze" di Pupi Avati
Prima metà degli anni '30. La famiglia contadina dei Vigetti ha tre figli: il piccolo Edo, Sultana e Carlino, giovanotto molto ambìto dalle ragazze. Gli Osti invece sono proprietari terrieri che hanno fatto fortuna e vivono in una casa padronale con le loro tre figlie, tutte da maritare: le più attempate, Maria e Amabile, e la giovane e bellissima Francesca. Facendo buon viso a cattiva sorte, Sisto e Rosalia Osti accettano che il giovane contadino Vigetti corteggi le due sorelle maggiori con l'intento di sistemarne almeno una. Inizia un periodo di incontri con le due ragazze nel salotto di casa Osti, turbato però un giorno dall'arrivo improvviso di Francesca dalla città in cui è stata mandata a studiare. Tra i due è colpo di fulmine...

"Scialla! (Stai sereno)" di Francesco Bruni
Un padre ed un figlio che non si conoscono - tutti e due a loro modo borderline - sono costretti ad una convivenza forzata di alcuni mesi, durante i quali impareranno molte cose l’uno dall’altro. Bruno Beltrame ha tirato i remi in barca, e da un bel po’. La sua passione per l’insegnamento ha lasciato il posto ad uno svogliato tran-tran di ripetizioni a domicilio a studenti altrettanto svogliati, fra i quali spicca il quindicenne Luca, ignorante come gli altri, ma vitale ed irriverente. Un bel giorno la madre del ragazzo si fa viva, come un fantasma dal passato, con una rivelazione che butta all’aria la vita di Bruno: Luca è suo figlio, un figlio di cui ignorava l’esistenza. Inizia così una convivenza improbabile fra l’apatico ex-professore e l’inquieto adolescente.

"Anonymous" di Roland Emmerich
Nell'Inghilterra cinquecentesca di Elisabetta I è disdicevole scrivere per il teatro se si è il duca di Oxford, così Edward De Vere paga un attore per assumere lo pseudonimo da lui inventato di Shakespeare e mettere in scena le sue opere spacciandole per proprie, così che possano finalmente essere rappresentate. Il successo è clamoroso, ma nell'ombra qualcuno trama ed è pronto a svelare il misterioso legame che lega il Duca alla regina. Ci sono registi che sanno pensare in grande, a prescindere, e Roland Emmerich è uno di questi.

"One day" di Lone Scherfig
Emma (Anne Hathaway) e Dexter (Jim Sturgess) si incontrano nella notte della loro laurea, il 15 luglio del 1988. Lei è una lavoratrice ambiziosa e di principio, che sogna di rendere il mondo un posto migliore. Lui è un uomo ricco e affascinante che sogna un mondo che sia il suo parco giochi. Così, per vent'anni, il giorno del 15 luglio ci rivela sia come vivono "Em" e "Dex" sia come la loro amicizia risenta del passare del tempo.

"Niente da dichiarare" di di Dany Boon.
Nel tornare indietro ai primi anni Novanta, Boon si diverte a raccontare l’abolizione delle dogane all’interno dell’UE. Da cui il messaggio evidente: ogni innovazione ed evoluzione è tanto apparentemente complessa quanto semplice e indolore. Una commedia adulta (anche visivamente) a differenza di Giù al nord, dove subentrano violenza e volgarità all’interno della storia con un francese, un belga e un messaggio consolatorio...

"Arrietty" di Hiromasa Yonebayashi
Karigurashi no Arrietty è un adattamento dei racconti dell'autrice inglese Mary Norton "The Borrowers", pubblicati a partire dagli anni '50. Protagonista della vicenda una famiglia alta poco più di 10 cm che vive sotto le assi del pavimento "prendendo in prestito" dalle case oggetti di uso comune. Ma un giorno la piccolissima quattordicenne Arrietty incontra casualmente il giovane Sho, l'umano che è andato a trascorrere la convalescenza nella casa dell'anziana nonna, e tra i due giovani scoppia la scintilla, nonostante le diverse dimensioni sembrino rendere impossibile il loro amore.

"Terraferma" di Emanuele Crialese
E' la storia di un'isola siciliana, di pescatori, quasi intatta. Appena lambita dal turismo, che pure comincia a modificare comportamenti e mentalità degli isolani. E al tempo stesso investita dagli arrivi dei clandestini, e dalla regola nuova del respingimento: la negazione stessa della cultura del mare, che obbliga al soccorso. Una famiglia di pescatori con al centro un vecchio di grande autorità, una giovane donna che non vuole rinunciare a vivere una vita migliore e un ragazzo che, nella confusione, cerca la sua strada morale. Tutti messi di fronte a una decisione da prendere, che segnerà la loro vita.

"The aviator" di Martin Scorsese
Il film di Scorsese, grandioso e intimo, discontinuo e bellissimo, racconta, come dal titolo, di un aviatore e di aviazione, di un sogno industriale fatto di costruzione sperimentale di velivoli, voli di prova, terribili incidenti aerei, ebbrezza di volare, di rivalità tra linee aeree e politici corrotti. Una classica epopea industriale americana, ma con un padrone competente e appassionato, un capitano d’industria coraggioso capace di pensare in grande e di rischiare molto: un ideale mai visto, anche se imperioso e brusco con i collaboratori;
una figura che contraddice i tanti luoghi comuni e le leggende relative al protagonista Howard Hughes.
PROIEZIONE PER LA RASSEGNA "PORDENONE FABBRICA APERTA". INGRESSO LIBERO.

"Questa storia qua" di Sibille Righetti.
La vita e la musica di Vasco Rossi approdano al cinema. Attraverso il racconto e le canzoni di Vasco e un ricco materiale di repertorio, il film ci regala un intimo e inedito ritratto dell'unica vera rockstar italiana. "In anni in cui tutto stava andando verso la normalizzazione, il carrierismo, il perbenismo, Vasco, con la sua faccia da contadino, la sua andatura da montanaro, la sua voce sguaiata da fumatore, il suo sguardo sempre un po' perso, diventava l’idolo di una diversità, di un farsi i fatti propri, di un non volersi irreggimentare che trovarono pronta e osannante una moltitudine di ragazzini"
INCONTRO CON LA REGISTA SIBILLE RIGHETTI E LA PRODUTTRICE FRANCESCA CIMA AL CINEMA ZANCANARO DI SACILE

"Abandon de poste" di Mohamed Bouhari
Duello silenzioso tra una guardia di sicurezza e una statua africana a grandezza d’uomo...
"Soltanto il mare" di Dagmawi Yimer, Giulio Cederna, Fabrizio Barraco
Dagmawi è sbarcato a Lampedusa il 30 luglio del 2006, dopo tre giorni di navigazione su una piccola imbarcazione di fortuna. Qualche anno dopo, intrapreso un percorso da filmaker, Dag torna a Lampedusa con la videocamera per filmare l’isola, ma scopre qualcosa d'interessante.
ALLA PRESENZA DEl REGISTA DAGMAWI YIMER
PROIEZIONI PER LA RASSEGNA "GLI OCCHI DELL'AFRICA". INGRESSO LIBERO.


Per informazioni:
Cinemazero - Uffici tel. 0434520404 (piazza della Motta, Pordenone)
Cinemazero - Sale tel. 0434520527 (piazza Maestri del Lavoro, Pordenone)
www.cinemazero.org

Leggi le Ultime Notizie >>>