Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 08 Novembre 2011

Bookmark and Share

Cinemazero: i film in programmazione dall'11 al 17 novembre

"THIS MUST BE THE PLACE" di Paolo Sorrentino

Pordenone (PN) - La programmazione nelle sale di Cinemazero dal 11 al 17 novembre 2011.

Venerdì 11 novembre 2011
SalaGrande; ore 19.45; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaGrande; ore 22.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
SalaTotò; ore 19.00; PINA 3D di Wim Wenders
SalaTotò; ore 21.00; SIDEWAYS IN VIAGGIO CON JACK di Alexander Payne PROIEZIONE ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA DI PORDENONE WINE LOVE. Ingresso libero
Zancanatro-Sacile; ore 21.30; BACIATO DALLA FORTUNA di Paolo Costella

Sabato 12 novembre 2011
SalaGrande; ore 17.45; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaGrande; ore 20.00 - 22.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00; PINA 3D di Wim Wenders
SalaTotò; ore 19.00 - 21.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo

Domenica 13 novembre 2011
SalaGrande; ore 16.00 - 18.00 - 20.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaGrande; ore 22.00; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaPasolini; ore 15.30 - 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 15.00 - 21.00; PINA 3D di Wim Wenders
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
Zancanaro Sacile; ore 15.30; SUPER 8 di J.J.Abrams
Zancanaro Sacile; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; BACIATO DALLA FORTUNA di Paolo Costella

Lunedì 14 novembre 2011
SalaGrande; ore 19.45; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaGrande; ore 22.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
SalaTotò; ore 19.00; PINA 3D di Wim Wenders
SalaTotò; ore 21.00; IL POSTO di Ermanno Olmi PROIEZIONE ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA DI PORDENONE FABBRICA APERTA. APRONO LA SERATA DUE CORTI: Sette canne un vestito di Michelangelo Antonioni e Tre fili a Milano di Ermanno Olmi. Ingresso libero

Martedì 15 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaGrande; ore 22.00; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
SalaTotò; ore 21.00; PINA 3D di Wim Wenders

Mercoledì 16 novembre 2011
SalaGrande; ore 19.45; THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino
SalaGrande; ore 22.00; IO SONO LI di Andrea Segre
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00 - 19.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
SalaTotò; ore 21.00; PINA 3D di Wim Wenders
Zancanatro-Sacile; ore 21.00; TERRAFERMA di Emanuele Crialese

Giovedì 17 novembre 2011
SalaGrande; ore 20.45; CON GLI OCCHI DELL'ALTRO di Giordano Bianchi e Martina Marafatto per la RASSEGNA "GLI OCCHI DELL'AFRICA" - INGRESSO LIBERO
SalaPasolini; ore 17.30 - 19.30 - 21.30; ONE DAY di Lone Scherfig
SalaTotò; ore 17.00; LA KRYPTONITE NELLA BORSA di Ivan Cotroneo
SalaTotò; ore 19.00; PINA 3D di Wim Wenders
SalaTotò; ore 21.00; LA BAMBINA BUONA libro di Chiara Rapaccini PRESENTAZIONE DEL LIBRO CON CHIARA RAPACCINI, LORENZO CODELLI E VALENTINA GASPARET.

-------------------

- "La kryptonite nella borsa" di Ivan Cotroneo
Peppino ha sette anni, e vive in quella che oggi verrebbe definita una famiglia disfunzionale. Ma siccome siamo a Napoli, nel 1973, la sua agli occhi del mondo è solo una famiglia un po' scombinata. Quando la madre Rosaria va in depressione dopo avere scoperto che il marito la tradisce usando come alcova la Fiat 850 azzurro avion, Peppino viene adottato dai suoi zii ventenni che lo conducono in giro per la Swingin' Naples, tra feste in scantinati, collettivi femministi, comunità greche che ballano in piazza, molte nudità, sigarette di contrabbando, qualche acido e parecchio alcool...

- "This must be the place" di Paolo Sorrentino
Cheyenne è stato una rockstar nel passato. All'età di 50 anni si veste e si trucca come quando saliva sul palcoscenico e vive agiatamente, grazie alle royalties, con la moglie Jane a Dublino. La morte del padre, con il quale non aveva più alcun rapporto, lo spinge a tornare a New York. Scopre così che l'uomo aveva un'ossessione: vendicarsi per un'umiliazione subita in campo di concentramento. Cheyenne decide di proseguire la ricerca dal punto in cui il genitore è stato costretto ad abbandonarla e inizia un viaggio attraverso gli Stati Uniti.

- "Pina 3D" di Wim Wenders
In Pina e per Pina, il regista tedesco ritrova la materia che sa impastare, l’emozione e l’energia che mancavano da tempo al suo cinema e dà nuova vita ai passi di danza, per contrasto o più spesso in ragione di una tensione condivisa, che invoca e provoca il limite, delle forze umane e naturali, e spazza via dal progetto ogni aura mortifera o agiografica. Completano il film le interviste alle persone che hanno ballato con Pina, uomini e donne, nuove leve e suoi coetanei, provenienti da tutto il mondo.

- "One day" di Lone Scherfig
Emma (Anne Hathaway) e Dexter (Jim Sturgess) si incontrano nella notte della loro laurea, il 15 luglio del 1988. Lei è una lavoratrice ambiziosa e di principio, che sogna di rendere il mondo un posto migliore. Lui è un uomo ricco e affascinante che sogna un mondo che sia il suo parco giochi. Così, per vent'anni, il giorno del 15 luglio ci rivela sia come vivono "Em" e "Dex" sia come la loro amicizia risenta del passare del tempo.

- "Super 8" di J.J. Abrams
Nell'estate del 1979, un gruppi di amici in una piccola cittadina dell'Ohio è testimone di un incidente ferroviario mentre sta girando un film in super 8 nei pressi del luogo del disastro. Subito i ragazzi sospettano che l'incidente non sia stato tale e, subito dopo, strane sparizioni e misteriosi eventi iniziano ad avere luogo nella loro città. Lo sceriffo locale cercherà di vederci chiaro, scoprendo qualcosa di molto più spaventoso di quanto non avessero osato immaginare.

- "Baciato dalla fortuna" di Paolo Costella
La ruota di Napoli permette di estrarre una sceneggiatura ricca di intrighi, storie e aneddoti secondari, in cui andare a ruota libera con le crudeltà e le idiosincrasie delle eterne maschere italiche. In questo modo, dietro a una commedia dalle vesti nazionalpopolari sulla vanità del gioco e le velleità milionarie in tempi di crisi, si nascondono le virtù del film: in questo sembrare approdato al cinema quasi per caso, perché incontrato a metà strada fra l’espansività del teatro popolare e l’umorismo veloce e leggero...

- "Terraferma" di Emanuele Crialese
E' la storia di un'isola siciliana, di pescatori, quasi intatta. Appena lambita dal turismo, che pure comincia a modificare comportamenti e mentalità degli isolani. E al tempo stesso investita dagli arrivi dei clandestini, e dalla regola nuova del respingimento: la negazione stessa della cultura del mare, che obbliga al soccorso. Una famiglia di pescatori con al centro un vecchio di grande autorità, una giovane donna che non vuole rinunciare a vivere una vita migliore e un ragazzo che, nella confusione, cerca la sua strada morale. Tutti messi di fronte a una decisione da prendere, che segnerà la loro vita.

- "Io sono Li" di Andrea Segre
"Io sono Li" è un'architettura delle posizioni relative tra le figure in campo, al cui centro si colloca la protagonista di Zhao Tao, centrata in ogni dove e concentrata su un proponimento che ha il volto di un bambino di otto anni. Come satelliti le gravitano intorno pescatori cauti e imprenditori (cinesi) rapaci che non la spostano. Li, che è insieme identità, punto, momento e baricentro.

Con gli occhi dell'altro di Giordano Bianchi e Martina Marafatto
C’è un luogo a Trieste, una scacchiera di vie e di piazze diventato spazio di commercio degli ambulanti africani, che ci invitano all’acquisto di libri e piccoli oggetti. A partire dalla propria esperienza, Mefehnja Tatcheu li incontra e indaga la loro condizione di stranieri, costantemente etichettati e trattati come bisognosi. Preconcetti e pregiudizi, figli di luoghi comuni, che limitano il nostro sguardo. Un invito a sospendere e mettere alla prova le proprie idee.
ALLA PRESENZA DEI REGISTI GIORDANO BIANCHI E MARTINA MARAFATTO E DEGLI ATTORI MEFEHNJA TATCHEU E SARA BEINAT
PROIEZIONE PER LA RASSEGNA "GLI OCCHI DELL'AFRICA". INGRESSO LIBERO.

- "Il posto" di Ermanno Olmi
Un ritratto dell’Italia del boom economico, con tutte le sue contraddizioni e le difficoltà sociali. Secondo lungometraggio della carriera di Ermanno Olmi, affresco sincero e malinconico della metropoli visto con gli occhi di un “ragazzo della Bovisa”, Il posto vinse il premio della critica alla Mostra del Cinema di Venezia del 1961. Un’opera che inevitabilmente portava dentro di s&e"LA KRYPTONITE NELLA BORSA" di Ivan Cotroneograve; la grande esperienza documentaristica degli industriali “anni Edison” del regista.
PROIEZIONE PER LA RASSEGNA "PORDENONE WINE LOVE". INGRESSO LIBERO.


Per informazioni:
Cinemazero - Uffici tel. 0434520404 (piazza della Motta, Pordenone)
Cinemazero - Sale tel. 0434520527 (piazza Maestri del Lavoro, Pordenone)
www.cinemazero.org

Leggi le Ultime Notizie >>>