Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 21 Ottobre 2011

Bookmark and Share

La collezione di targhe di Giancarlo Laboranti consegnate al Museo Ferroviario di Campo Marzio

Museo Ferroviario di Trieste

Trieste (TS) - Mercoledì 26 ottobre, alle ore 11.30, al Museo Ferroviario di Trieste Campo Marzio (gestito dai volontari del Dopolavoro Ferroviario di Trieste in convenzione con il Comune di Trieste, incardinato nei Civici musei di storia ed arte e diretto da Adriano Dugulin direttore degli stessi) Giancarlo Laboranti consegnerà la sua collezione di targhe ferroviarie al Museo.

Sarà inoltre scoperta una lapide per ricordare la generosità di Fulvia Costantinides (che sarà presente) nel sostegno dato al Museo.

La collezione donata è veramente notevole, con più di 170 targhe di costruzione di carri merci ferroviari che spaziano in un arco di tempo di oltre mezzo secolo a partire dagli anni ’20. Pezzi da tutta Europa e in gran parte introvabili. Ma al di là del valore storico è il racconto del lavoro di un imprenditore, della sua attività e della sua famiglia. Un tassello della vita di Trieste, particolare ma che diventa cultura, come particolare è il nostro Museo Ferroviario scelto dal Sig. Laboranti, figlio del Fondatore dell’Azienda, per ospitare questo tassello.

Araldo Laboranti , triestino d'adozione, viveva a Trieste dal 1943 e da subito aveva iniziato ad operare nel settore industriale.
Per anni ha guidato con successo l'azienda di famiglia e si è impegnato nel mondo sportivo triestino.
Durante i lunghi anni di attività ha raccolto una collezione veramente particolare che, dopo la sua scomparsa, i figli donano al Museo Ferroviario Triestino.
Questa collezione è composta da centinaia di targhe che venivano apposte dalle aziende costruttrici sui rotabili che entravano in servizio sulle reti ferroviarie.
Paesi, aziende,nomi e storie che nella maggior parte dei casi non esistono più o , nella migliore delle ipotesi, producono beni diversi.
La particolarità della collezione è proprio quella di voler narrare la storia delle industrie italiane ed europee in questo settore e il Museo triestino ne sarà custode.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>