Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 18 Ottobre 2011

Dal 22 ottobre scatta a Valvasone la 28^ edizione della Rassegna di Teatro friulano

logo

Valvasone (PN) - Inizierà il 22 ottobre il consueto appuntamento con il teatro friulano a Valvasone. La 28^ edizione della rassegna organizzata dal Circolo Culturale Erasmo di Valvason in collaborazione con l’Associazione Teatrale Friulana proporrà presso l’Auditorium delle Scuole Medie con inizio alle ore 20.45, anche quest’autunno una rassegna in cinque serate.

Dopo i contatti con le numerose Compagnie Teatrali che ogni anno propongono nuovi lavori con tematiche del teatro tradizionale e contemporaneo la scelta punta anche quest’anno al tema della commedia, non fine a se stessa ma con spunti di riflessione. Il teatro friulano ha in regione un punto di riferimento nell’Associazione Teatrale Friulana con sede a Udine, l’Ente fondato nel 1987, per iniziativa di alcuni appassionati di Teatro Friulano, è un organismo culturale riconosciuto di interesse Regionale e può contare attualmente su ben 54 compagnie iscritte provenienti dalle province di Udine, Pordenone e Gorizia, grazie a questo coordinamento le compagnie associate possono così essere presenti a numerose serate e rassegne di teatro prevalentemente in lingua friulana, in numerosi teatri o in altri spazi teatrali anche in piccoli paesi laddove il teatro professionistico non arriva, basti pensare che in 23 anni sono stati organizzati oltre 3.000 spettacoli.

Il teatro in friulano è dunque ben vivo e la rassegna di Valvasone, per il risultato di pubblico che ogni anno partecipa ad un appuntamento ormai diventato consuetudine, ne è la prova, anche nella provincia di Pordenone la lingua friulana è apprezzata e tenuta in considerazione. Il programma di quest’anno proporrà nella prima serata del 22 ottobre, il Gruppo Ricreativo “Drin e Delaide”di Rivignano con un pezzo divertente dal titolo” Dal miedi…al è simpri masse da spietâ” di Mauro Fontanini.

Dopo 10 anni dal successo di “Tanc’ di lôr a spietin il dotôr” l’autore ha scritto una nuova commedia sulla sanità italiana che ne è l’ideale continuazione. Lo spettacolo racconta la vita di ogni giorno e le vicissitudini di un medico di famiglia alle prese con le modernità: computer, telefoni cellulari che squillano in continuazione, connessioni ad internet che non funzionano. Gli spettatori rivivono sulla scena ciò che giornalmente avviene nella sala d’attesa del dottore: i litigi tra pazienti per la conquista del posto, le estenuanti attese, le chiacchere, le diagnosi più strampalate che ognuno si sente autorizzato a prescrivere all’altro, perché in fondo ognuno è medico di se stesso.

Costo biglietto: 5 euro, gratuito sotto i 14 anni.


INFO: www.valvasonerasmo.blogspot.com

Leggi le Ultime Notizie >>>