Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 12 Marzo 2007

Bookmark and Share

Concerti, eventi espositivi e laboratori alla Casa della Musica

Angra

Trieste (TS) - Davvero numerosi gli eventi programmati nelle prossime settimane alla Casa della Musica di Trieste, articolate tra concerti, seminari, laboratori, convegni e mostre che fino al 31 marzo animeranno gli spazi della struttura musicale triestina con proposte rivolte a diverse fasce di
Primo appuntamento in cartellone è il workshop di chitarra con il grande Kiko Loureiro, in programma mercoledì 14 marzo alle 17.30: in occasione della tournèe italiana dello storico gruppo heavy metal brasiliano Angra, che quest’anno festeggia i quindici anni dalla sua formazione, la Casa della Musica ospiterà il mitico chitarrista della band, songwriter e musicista fra i più importanti del panorama chitarristico mondiale.
KIKO si è dimostrato un asso della tecnica e della evoluzione stilistica e chitarristica al punto da essere oramai una faccia nota sulle copertine delle pubblicazioni specializzate di mezzo mondo. La carriera solista è cominciata nel 2005 con "No Gravity" prodotto da Dennis Ward e ha visto il mostro Mike Terrana alle batterie, mentre KIKO suonava tutto il resto: chitarra, chitarra acustica, basso, keyboards, piano e percussioni. A qualche anno di distanza ecco arrivare il nuovo 'Universo Inverso'. Siamo anni luce di distanza dal tipico riffing and shredding di matrice metal. In questo album KIKO esplora le sue radici più profonde e le sue influenze nel campo del brazilian jazz e classical music, dando una prova incredibile di versatilità tecnica. Per gli appassionati e studiosi di chitarra l’incontro con un maestro e per i fan della famosissima band heavy metal l’occasione di avvicinare e conoscere un idolo (informazioni e prenotazioni presso la Segreteria allo 040-307309).
Venerdì 16 marzo alle 21.00 di scena il NICOLA FAZZINI QUARTET, capitanato dal grande sassofonista e compositore milanese. Nicola Fazzini ha fondato il gruppo dopo aver maturato molteplici esperienze musicali in Italia e all’estero. Ha vissuto e studiato in Australia e Francia dove ha avuto occasione di suonare con musicisti di calibro internazionale: da Enrico Rava,a Peter Erskine, Mark Murphy,fino a Ed Neumeister.
Ritornato in Italia fonda il gruppo Palo Alto con cui incide due CD e partecipa a numerose rassegne e festival internazionali. Fra le sue collaborazioni più recenti tanti nomi importanti della scena jazz, come Carla Bley, Steve Swallow, Marcello e Pietro Tonolo, Paolo Birro, per citarne alcuni.
In questo nuovo progetto, è accompagnato dal talento emergente Riccardo Chiarion alle chitarre, dal bravo Stefano Senni al contrabbasso e dal “newyorkese” Tommaso Cappellato alla batteria. Il repertorio consiste perlopiù di brani originali “dedicati” ai sassofonisti che più hanno ispirato il suo linguaggio musicale (“For Joe” omaggio a Lovano, “Uau” a Lee Konitz, “Steps” a Coltrane) in una ricerca di sintesi fra tradizione jazzistica, modernità e ricerca di timbri e atmosfere personali personale. Il lavoro verrà registrato dall’Urban Recording Studio della Casa della Musica
Si segnala, inoltre, che fino al 15 marzo è possibile visitare negli spazi di Casa della Musica la mostra fotografica di Elena Venier “Fall in Music”, la fortunata rassegna musicale che si è svolta nel mese di novembre e ha visto esibirsi artisti di calibro internazionale: da Rudy Berger a Jerry Marotta, da Stef Burns a Sheila Jordan. Elena, giovanissima fotografa triestina che si dedica alla fotografica di spettacolo dal vivo da circa un anno, li ritrae tutti con grande sensibilità regalandoci immagini intense ed evocative. Tutti i musicisti hanno richiesto i suoi scatti per i loro siti web.
Ulteriore appuntamento, che si svolgerà dal 17 al 31 marzo prossimi, è il progetto “Il bambino, il gesto e il suono”, dedicato al linguaggio corporeo e musicale per l’espressività e la comunicazione nei bambini piccolissimi, vero e proprio fiore all’occhiello della Casa della Musica a livello nazionale. L’articolato “contenitore pedagogico” ripercorre l’esperienza svolta in questi anni attraverso corsi, seminari, laboratorCasa della Musicai e concerti, coniugando due momenti spesso disgiunti: formazione e attività didattica. Il progetto - che si articola in una mostra, un convegno, un workshop e il nuovo ciclo dei concerti più piccoli del mondo “La musica dello gnomo Mirtillo” – sarà illustrato in una conferenza stampa aperta al pubblico interessato in programma giovedì 15 marzo alle 11.30.

Leggi le Ultime Notizie >>>