Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 12 Agosto 2011

Bookmark and Share

Strage di Vergarolla: il 18 agosto a Pola si commemora il 65° anniversario

Associazione LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO

Trieste (TS) - Giovedì 18 agosto 2011 si svolgeranno a Pola le cerimonie in memoria delle vittime della strage di Vergarolla, organizzate dalla Comunità degli Italiani (CI) di Pola in collaborazione con il Libero Comune di Pola in Esilio e il Circolo Istria. L’occasione è data dal 65° anniversario del terribile eccidio, avvenuto il 18 agosto 1946.

Allora l’improvvisa deflagrazione di una trentina di mine accatastate presso la spiaggia di Vergarolla provocò un centinaio di morti, di cui 64 identificati, e un numero ancora superiore di feriti. Erano per lo più bambini, genitori e giovani che stavano trascorrendo una calda domenica di sole al mare dopo aver assistito alle gare natatorie della mattina e attendevano il programma sportivo del pomeriggio. Tempo prima quelle mine erano state disinnescate e, pertanto, lo scoppio non poteva essere accidentale bensì intenzionalmente provocato. La vox populi attribuì l’attentato ad estremisti titini legati all’OZNA che avrebbero tentato di fiaccare la volontà di resistenza dei filo-italiani per indurli all’esodo. Tale ipotesi è stata avvalorata da documenti rinvenuti alcuni anni fa negli archivi inglesi di Kew Gardens.

Nel 1997, per iniziativa del Libero Comune di Pola in Esilio e del Circolo Istria con l’appoggio della Comunità degli Italiani, a lato del duomo di Pola fu inaugurato un cippo che ricorda il tragico evento.

Il 18 agosto 2004 l’allora sindaco di Pola Luciano Delbianco, nella sua allocuzione durante l’annuale cerimonia, ebbe a dire: «â€¦Amareggiato dal fatto che gli autori di questo crimine non sono stati scoperti e puniti ed esprimendo le mie condoglianze ai familiari delle vittime, invito a rendere loro omaggio, con la speranza che una simile tragedia non abbia più a ripetersi».
In attesa di conoscere la piena verità sulla strage, le cerimonie di quest’anno intendono onorare quelle vittime innocenti con la compostezza e il cordoglio che hanno caratterizzato tutte le precedenti commemorazioni, nel medesimo spirito di riconciliazione tra polesani esuli e rimasti.

Il programma prevede:
– ore 10.00: omaggio alle vittime con la posa in mare di una corona di fiori nella baia di Vergarolla ad opera di una delegazione ristretta formata dai rappresentanti dei soggetti promotori;
– ore 11.00: nel Duomo di Pola Santa Messa di suffragio con la partecipazione del coro misto della società artistico-culturale «Lino Mariani» della CI;
– ore 12.30: deposizione delle corone di fiori ai piedi del cippo memoriale adiacente il duomo e allocuzioni delle autorità;
– ore 13.00: nella sede della CI in via Carrara 1 incontro conviviale e rinfresco per tutti i partecipanti;
– ore 15.30: per gli interessati, visita della mostra Pola, la nascita della città nello spazio espositivo dell’ex chiesa dei Sacri Cuori e della mostra Gli inizi dell’aeronautica a Pola nell’ex rifugio anti-aereo.

Alle cerimonie, oltre alla presidente dell’Assemblea della CI di Pola Claudia Millotti, al sindaco del Libero Comune di Pola in Esilio Argeo Benco e al presidente del Circolo Istria Livio Dorigo, interverranno rappresentanti della Città di Pola e della Regione Istriana.

Un pullman, organizzato dal Comitato provinciale dell’ANVGD e dalla sezione della Lega Nazionale di Gorizia, partirà da Gorizia e farà tappa a Monfalcone, mentre un altro, organizzato dal Circolo Istria con il sostegno del Libero Comune di Pola in Esilio, partirà da Monfalcone facendo tappa a Trieste e Muggia.

Una delegazione del Libero Comune di Pola in Esilio presenzierà inoltre alla cerimonia di scopertura di una stele con i nomi delle 64 vittime identificate della strage di Vergarolla che inizierà sul Colle di San Giusto a Trieste alle ore 18, per iniziativa della Federazione Grigioverde e della Famiglia Polesana.

INFO/FONTE: Associazione Libero Comune di Pola in Esilio

Leggi le Ultime Notizie >>>