Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 09 Agosto 2011

Bookmark and Share

Itinerari turistici: scaricabile dal web l'opuscolo “Scopri il Carso attraverso le doline”

"Scopri il Carso attraverso le doline" - copertina opuscolo (foto: http://www.bekar.net)

Gorizia e Trieste (--) - “Scopri il Carso attraverso le doline”: è il titolo -e l’invito- di una serie di depliant, liberamente scaricabili da internet, che propongono degli itinerari turistico-naturalistici attraverso le doline del Carso triestino e goriziano. Gli opuscoli - rivolti sia ad escursionisti che a famiglie e comitive scolastiche - presentano dei percorsi di particolare interesse naturalistico, attraverso i quali scoprire caratteristiche, vita e storia del territorio carsico, che si estende per 450 kmq tra Italia e Slovenia.

L’iniziativa è stata realizzata dalla cooperativa ‘Curiosi di natura’, formata da esperti in divulgazione e didattica ambientale, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale delle Attività Produttive. I depliant sono gratuitamente scaricabili in formato pdf dai siti web www.curiosidinatura.it e www.bekar.net.
- . -
Come spiega la dott.ssa Barbara Bassi, naturalista e guida di Curiosi di natura, “gli opuscoli, con un linguaggio divulgativo, illustrano le principali caratteristiche geologiche del Carso, con degli approfondimenti su flora, fauna e storia. Tema conduttore sono le doline, i tipici avvallamenti nel terreno in cui si trovano un clima ed una vegetazione particolari, diverse dal territorio circostante”.

Seguono cinque itinerari tra doline dell’area di Trieste e Gorizia, con caratteristiche differenti. Si parte con una visita al Giardino Botanico Carsiana, a Sgonico, che presenta le principali specie di flora ed ambienti carsici. Segue, sempre a Sgonico, la dolina ‘Riselce’: una delle più spettacolari del Carso triestino, probabilmente originata dal crollo di una grotta. Ci si sposta poi nell’Isontino, nella zona di Redipuglia-Doberdò, per vedere le trincee e le doline usate nella Grande Guerra, teatro di sanguinosi combattimenti tra italiani ed austriaci. Si visita quindi la ‘Grotta del pettirosso’, ad Aurisina, esempio di grotta “a galleria” sul fondo di una dolina. Si conclude il giro a Trebiciano, per osservare un caratteristico bosco di dolina, popolato da asari e carpini bianchi e da un variegato sottobosco.

Ogni itinerario è percorribile al massimo in due ore e mezza, per la maggior parte senza difficoltà, da gitanti in normali condizioni fisiche. I sette depliant che compongono la serie sono completi di cartine, varie indicazioni pratiche, più note bibliografiche e cartografiche. Per le escursioni in comitiva è anche possibile richiedere l’accompagnamento delle guide di ‘Curiosi di natura’, tramite il sito web www.curiosidinatura.it, o al tel 340/5569374.

“Scopo dei depliant” spiega la dott.ssa Barbara Bassi di ‘Curiosi di Natura’ “è proporre una serie di percorsi turisticamente interessanti, ma poco noti al grande pubblico. Il tutto offrendo degli approfondimenti su alcune caratteristiche ecologiche e paesaggistiche del Carso, per far meglio apprezzare un territorio unico e di grande valore”.
“I sette depliant finora realizzati” conclude la dott.ssa Bassi “sono la prima parte di una serie, che dovrebbe in seguito comprendere anche altre doline e caratteristiche del Carso”.

Leggi le Ultime Notizie >>>