Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 26 Febbraio 2007

Bookmark and Share

Prosa e concerti: in arrivo Mastelloni, Olcese&Margiotta, Lucarelli e il violinista Sergej Krylov

di Claudio Bisiani

Sergej Krylov

Monfalcone (GO) - Prosegue a tamburo battente la stagione di prosa e concerti 2006-2007 al Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone. Lunedì 26 e martedì 27 aprile alle ore 20.45, il regista Anurée Ruth Shammah porta in scena una rilettura di “Io, l’erede” di Eduardo De Filippo, con Leopoldo Mastelloni e Geppy Gleijeses. In una veste sfrondata degli aspetti più tristi e amari del testo eduardiano, ispirato fra l’altro ad un fatto realmente accaduto, la commedia si caratterizza per la stravagante e tragica comicità della vicenda. Al centro della trama la famiglia Selciano, nota per le sue opere di beneficenza, che dopo aver seppellito Prospero Ribera, un uomo che era stato loro ospite per quasi 40 anni, si vede arrivare in casa il figlio, Ludovico, che reclama il posto del padre. La storia, attraverso battute e situazioni umoristiche e personaggi grotteschi, mette a nudo l’ipocrisia dei Selciano, simbolo di un perbenismo interessato e puramente di facciata.
Passando al cartellone dei concerti invece, venerdì 2 marzo alle 20.45, grande appuntamento musicale con il violinista russo Sergej Krylov. La scaletta prevede l’esecuzione di brani di Luciano Berio, Segej Prokof’ev, Eugène-Auguste Ysaye e Niccolò Paganini. Sergej Krylov, nato a Mosca da una famiglia di musicisti, si è aggiudicato nel 1989 il concorso internazionale “R. Lipizer”. Allievo per un certo periodo di Salvatore Accardo, Krylov ha vinto il concorso “Stradivari” di Cremona, il “F. Kreisler” di Vienna e si è esibito nei più importanti teatri di tutto il mondo, da Milano a Parigi, da Monaco a Tokio.
Da segnalare infine, ancora per la prosa al Teatro di Monfalcone, alcuni cambiamenti: lo spettacolo “John e Joe”, con Massimo Olcese e Adolfo Margiotta, che sarebbe dovuto andare in scena proprio stasera (venerdì 23 febbraio), è stato spostato a domenica 4 marzo. Variazione pure nel cartellone della rassegna “ContrAzioni-Nuovi percorsi scenici”, dove al posto del monologo “Lampi di accecante ovvietà” del comico milanese Enrico Bertolino, è stato inserito “Pasolini, un mistero italiano”, spettacolo-inchiesta di e con Carlo Lucarelli, in programma martedì 27 marzo alle 20.45. “Pasolini, un mistero italiano” è un coraggioso tentativo di far luce sulla tragMassimo Olcese e Adolfo Margiottaica fine del grande scrittore, poeta e regista friulano Pier Paolo Pasolini, attraverso un’indagine scrupolosa che cerca di risolvere «un mistero fra i tanti del costume nazionale, incline agli insabbiamenti, ai depistagli e alle rimozioni finali». Ulteriori informazioni sugli spettacoli e prevendite allo 0481-790470 o sul sito www.teatromonfalcone.it.



Leggi le Ultime Notizie >>>