Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Film > 20 Luglio 2011

Road Movies 2000: domani si prosegue con “I diari della motocicletta” di Walter Salles

“I diari della motocicletta” di Walter Salles (locandina film)

Trieste (TS) - Nell’ambito del festival Teatri a Teatro 2011 - Itinerari/Routes, promosso e organizzato dalla Provincia di Trieste, prosegue giovedì 21 luglio alle ore 21 la rassegna cinematografica “Road Movies 2000”, curata da La Cappella Underground/Cooperativa Bonawentura in collaborazione con l’Associazione Casa del Cinema: in programma al Foyer Cecchelin, nello spazio esterno del Teatrino Franca e Franco Basaglia, il lungometraggio “I diari della motocicletta” (Diarios de motocicleta, 2004) di Walter Salles, in versione originale sottotitolata in italiano. In caso di maltempo, la proiezione avrà luogo all’interno del Teatrino. L’ingresso è libero.

Prodotto da Robert Redford e interpretato da Gael García Bernal e Rodrigo de la Serna, "I diari della motocicletta" racconta un viaggio attraverso l’America latina ambientato nel 1952, ed è basato sui diari di Alberto Granado e di Ernesto Guevara, l'uomo che sarebbe diventato noto come "El Che". Ernesto, 23 anni, era uno studente in medicina specializzando in leprologia, e Alberto (), 29 anni, un biochimico. Il film segue i due giovani alla scoperta della complessa e ricca topografia umana del continente latinoamericano. Con un senso dell'avventura molto romantico, i due amici lasciano la loro città natale, Buenos Aires, in sella ad una sgangherata Norton 500 del 1939. Sebbene la moto si rompa nel corso del loro viaggio di otto mesi, loro proseguono facendo l'autostop lungo la strada.

Attraverso le persone incontrate in viaggio i due cominciano a intuire un continente diverso dal previsto, mentre la geografia dei luoghi riflette sempre più il progressivo cambiamento delle prospettive. Giungono sulle alture di Machu Picchu, dove le maestose rovine e il significato straordinario dell'eredità degli Inca hanno un profondo impatto sui due giovani. In una colonia di lebbrosi ai bordi del Rio delle Amazzoni peruviano, i due prendono a interrogarsi sul valore del progresso determinato dai sistemi economici, così spietati nel lasciare indietro tante persone. Le esperienze nella colonia risvegliano dentro di loro il germe degli uomini che diventeranno più tardi, definendo il percorso etico e politico che intraprenderanno nella vita.

Il programma della rassegna “Road Movies 2000” continuerà lunedì 24 luglio con “Le Voyage en Arménie" (2005) di Robert Guédiguian.
Coordinato dalla Provincia di Trieste, il festival Teatri a Teatro 2011, si avvale del fondamentale contributo della Fondazione CRTrieste, del sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, la concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Friuli Venezia Giulia - Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia, la collaborazione dei Comuni della provincia e il supporto dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. Si ringraziano i proprietari del Castello di Duino e i proprietari del Castello di Muggia.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>