Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 23 Giugno 2011

Bookmark and Share

Si presenta "Il libro nero dello spreco in Italia: il cibo" a cura di Andrea Segrè e Luca Falasconi

Un anno contro lo spreco - 2011

Udine (UD) - Ogni anno in Italia vengono buttati nella spazzatura 12 miliardi di prodotti alimentari. Una quantità di cibo che potrebbe sfamare tre quarti della popolazione italiana (oppure: più di 44 milioni di Italiani). Lo spreco alimentare è una cattiva abitudine, per troppo tempo sottostimata, e così diffusa nella nostra società da coinvolgere tutti.

Il rapporto curato dav Last Minute Market, prodotto nell'ambito del progetto "Un anno contro lo spreco 2010" che si è svolto lo scorso autunno con tappe principali a Bologna e Bruxelles, compie un’attenta analisi della filiera agroalimentare, mettendo in luce gli sprechi e le loro gravi conseguenze non solo economiche, ma anche ambientali, nutrizionali e sociali. L’obiettivo è individuare quei comportamenti scorretti ai quali è possibile porre rimedio modificando anche di pochissimo le proprie abitudini quotidiane.

Andrea Segrè, è preside della Facoltà di agraria dell’Università di Bologna dove insegna politica agraria internazionale e comparata. È il fondatore di Last Minute Market, società spin off dell’Università di Bologna attiva in Italia e all’estero, per il recupero a fini solidali dei beni invenduti, pluripremiato esempio di azione sostenibile che previene la formazione di rifiuti. Tra gli ultimi libri di Andrea Segrè ricordiamo "Lezioni di ecostile" (Bruno Mondadori 2010). Luca Falasconi, ricercatore presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna e docente di Politica agraria e sviluppo rurale, è co-fondatore e socio di Last Minute Market.


Leggi le Ultime Notizie >>>