Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 17 Giugno 2011

Bookmark and Share

Chiusura provvisoria al pubblico dell’Emeroteca comunale di piazza Hortis

Museo di Storia Naturale (foto: www.retecivica.trieste.it)

Trieste (TS) - E’ stata disposta stamane, con atto del Direttore del Servizio Bibliotecario Urbano Adriano Dugulin, la chiusura al pubblico, fino a nuova determinazione, dell’Emeroteca comunale di piazza Hortis 4, sita al pianoterra di Palazzo Biserini, sede in fase di restauro della Biblioteca Civica e dell’ex Museo di Storia Naturale.

La chiusura è stata decisa quale necessaria misura cautelare a garanzia della pubblica incolumità dopo che nella notte si era verificata, al 3° piano dell’edificio, la rottura di una vasca di pertinenza del Civico Museo di Storia Naturale contenente formaldeide in soluzione acquosa al 4% per la conservazione di un esemplare di celacanto (Latimeria chalumnae), noto anche come "pesce-dinosauro" o "pesce preistorico" e comunque come uno dei pochi “fossili viventi” tuttora presenti in Natura, specialmente nei mari tropicali, pur avendo conservate inalterate da almeno 10.000 anni le proprie caratteristiche.

A seguito dell’incidente, il liquido nocivo è in parte filtrato anche nel sottostante 2° piano, ma essendo nota anche la tossicità dei suoi vapori, è stata, come detto, disposta la chiusura al pubblico dell’intero stabile, dichiarato inagibile dai Vigili del Fuoco intervenuti sul posto con il Nucleo specializzato NBCR (Nucleare-Biologico-Chimico–Radiologico). A verificare la situazione assieme al direttore del Servizio Dugulin, in costante contatto con il direttore d’Area Terranova, sono giunti anche l’Assessore alla Cultura Mariani e lo stesso Sindaco Cosolini, nonché i tecnici dell’ARPA e del Servizio comunale di Prevenzione e Protezione dai rischi.

Sono subito iniziati i lavori di bonifica, per il recupero del liquido sparso e per l’abbattimento dei vapori di formaldeide. E’ previsto che già lunedì l’ARPA eseguirà una prima verifica della situazione, anche in vista della riapertura, appena possibile, dell’Emeroteca oggi forzatamente chiusa.

Nessun danno fortunatamente per il prezioso esemplare di celacanto che potrà così venir esposto appena concretizzato anche il suo trasferimento nella nuova sede museale di via dei Tominz.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>