Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 11 Aprile 2011

Bookmark and Share

“Il filosofo nella polis”: giovedì 14 aprile incontro con Mauro Magatti al Gopcevich

Mauro Magatti

Trieste (TS) - “In un mondo nuovo: istruzioni per la traversata” è il titolo della conferenza che terrà Mauro Magatti per il ciclo “Il filosofo nella polis”, organizzato dall’Area Cultura del Comune e dal Dipartimento di Filosofia, Lingue e Letteratura dell’Università di Trieste col contributo della Fondazione CRTrieste: giovedì 14 aprile, dalle ore 17.30 alle 18.30, nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4.

Mauro Magatti Nato nel 1960, sociologo ed economista, è preside della Facoltà di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano dal 2006. Laureato con lode in Discipline Economiche Sociali all’Università Bocconi di Milano nel 1984, ha conseguito il PhD in Social Sciences(UK) nel 1991. Ricercatore universitario dal 1994, è professore ordinario in Sociologia generale dal 2002. Visiting fellow presso l’Università di Edinburgo e di Canterbury, è stato visiting professor all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi (2006-2007) e presso l’Università Cattolica di Buenos Aires (2008-2009). Ha svolto attività di ricerca e di consulenza per numerosi enti italiani ed europei, tra cui: Unione Europea, Miur, Ministero del lavoro, Fondazione Agnelli, Regione Lombardia, Isfol, Fondazione Pastore, Camera di Commercio di Milano.

È coordinatore di redazione di Studi di Sociologia e di Impresa&Stato e membro del Comitato scientifico di aggiornamenti sociali. È membro italiano dello Steering Committee della Global Studies Association e del Consiglio italiano delle Scienze sociali.
I fenomeni collettivi e il capitalismo, sono tra i suoi principali interessi di studio. Negli ultimi anni la sua attività di ricerca si è concentrata sulla globalizzazione e sui ceti popolari.

In un’intervista alla rivista “Segno”, alla domanda su quali caratteristiche dominino nel nostro tempo e verso dove stiamo andando, Magatti risponde “la direzione verso cui andare è questa: non tanto limitare la libertà conquistata, quanto ri-orientarla per insegnarla e creare condizioni perché essa sia più consapevole del proprio valore in grado di accogliere sfide importanti…E coniugare libertà e vita, in parole e gesti che siano esempi concreti di come il cambiamento possa superare la crisi attuale. Ritengo che il cuore, il punto di vista da cui leggere questa trasformazione sia l’immaginario della libertà.In un mondo che ha grado di libertà molto alti, il nostro pensiero della libertà è un punto decisivo”.

Tra le sue pubblicazioni: (a cura di) Azione economica come azione sociale, Angeli, Milano, 1991; Mercato e forze sociali, Il Mulino, Bologna, 1992; (a cura di) Potere, gerarchie, mercati, Il Mulino, Bologna, 1995; Corruzione politica e società di mercato, Il Mulino, Bologna, 1996; (a cura di) Per la società civile, Angeli, Milano, 1997; Tra disordine e scisma. Le basi sociali della protesta del Nord, Carocci, Roma, 1998; (con M. Monaci) L'impresa responsabile, Bollati Boringhieri, Torino, 2000; (con C. Giaccardi) La globalizzazione non è un destino. Mutamenti strutturali e esperienza soggettiva nell'età contemporanea, Laterza, Bari, 2001; (con G. Fullin) Percorsi di lavoro flessibile, Carocci, Roma, 2002; (con V. Borghi) Mercato e società. Introduzione alla sociologia economica, Carocci, Roma, 2002; (con C. Giaccardi) L'Io globale.Dinamiche della socialità contemporanea, Laterza, Bari, 2003; Il potere istituente della società civile, Laterza, Bari 2005; I nuovi ceti popolari. Chi ha preso il posto della classe operaia?(con Mario de Benedittis, 2006); Libertà immaginaria. Le illusioni del capitalismo tecno-nichilista, Feltrinelli, Milano 2009.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>