Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 04 Aprile 2011

Bookmark and Share

“Minacce alla democrazie”: giovedì 7 aprile incontro al Gopcevich con il filosofo Giovanni Giorgini

Giovanni Giorgini, docente dell’Università di Bologna

Trieste (TS) - “Minacce alla democrazie”, un tema di particolare attualità: a parlarne sarà Giovanni Giorgini dell’Università di Bologna, nell’ambito del ciclo d’incontri “Il filosofo nella polis” – organizzato dall’Area Cultura del Comune e dal Dipartimento di Filosofia, Lingue e Letteratura dell’Università di Trieste – giovedì 7 aprile, dalle ore 17.30 alle 18.30, nella Sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4.

-------------------

Giovanni Giorgini nato a Bologna nel 1959, si è laureato in Filosofia all’Università di Bologna con Nicola Matteucci e si è perfezionato all’Istituto Italiano Studi Storici di Napoli sotto la guida di Marcello Gigante ed Ettore Lepore.
Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia del pensiero e delle istituzioni politiche presso l’Università di Torino, con Lucio Bertelli; ha poi completato il suo percorso di formazione svolgendo attività di ricerca post-dottorato all’Università di Cambridge.
E’ professore ordinario di Filosofia della Politica all’Università di Bologna e Visiting Scholar alla Columbia University, nonché Life Member del Clare Hall College a Cambridge.

Al centro dei suoi studi: la filosofia greca antica, il liberalismo novecentesco e la ripresa del pensiero politico classico nella filosofia contemporanea. È interessato in particolar modo alla storia dei concetti, delle idee e alla maniera in cui le istituzioni recepiscono e incarnano ideali politici: il rapporto tra politica e ‘visione' e come lo studio dei classici contribuisca a creare una visione politica. Attualmente le sue ricerche vertono, sul piano storico, al rapporto tra Machiavelli e il pensiero classico; sul piano teorico, al relativismo antico e moderno e alle strategie utilizzate per contrastarlo.

Si è anche occupato dei fondamenti filosofici della teoria della decisione, soprattutto in ambito politico. Sta inoltre elaborando un saggio nel quale cerca di utilizzare nozioni tratte dal diritto per mostrare l'inefficacia pratica delle pretese relativistiche. È autore di tre libri: La città e il tiranno. Il concetto di tirannide nella Grecia del VII-IV secolo a.C. (Giuffrè, 1993), un esame dell'evoluzione del concetto di tirannide nella Grecia antica; Liberalismi eretici (Edizioni Goliardiche, 1999), un profilo interpretativo di alcuni filosofi politici contemporanei, quali Stuart Hampshire, Leo Strauss, Martha Nussbaum, Michael Oakeshott, Alasdair MacIntyre; I doni di Pandora. Filosofia, politica e storia nella Grecia antica (Bonomo, 2002), un'esplorazione di alcuni temi filosofico-politici e di alcuni autori del pensiero politico classico, quali Protagora, Platone, Aristotele, Tucidide, Senofonte, condotta nella prospettiva della storia concettuale.
Ha pubblicato inoltre: una traduzione, con note e introduzione, del Politico di Platone (Rizzoli, 2005), numerosi saggi in diverse lingue su riviste specialistiche, traduzioni e voci di enciclopedie. 


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>