Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 10 Marzo 2011

Bookmark and Share

Presentato il nuovo sistema di biglietteria automatica dei Civici Musei

Un momento della conferenza stampa (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Con l’avvio della mostra “Trieste Liberty” - che sarà presentata alla stampa domani, venerdì 11 maggio, alle ore 11.30, nel Salone degli Incanti nell’ex Pescheria Centrale - la nostra città, ed in particolare lo spazio espositivo dell’ex Pescheria Centrale e il Castello di san Giusto, potrà contare su un nuovo sistema automatizzato di biglietteria, in grado di gestire al meglio sia la vendita che l’offerta culturale cittadina.

Oggi - giovedì 10 marzo - nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala Bobi Bazlen di palazzo Gopcevich, il nuovo sistema operativo è stato presentato dagli assessori comunali alla Cultura Massimo Greco, alle Risorse economiche e finanziarie Giovanni Battista Ravidà, presenti anche i direttori dell’Area Cultura Adriano Dugulin e dell’Area Risorse economiche e finanziarie Corina Sferco, nonché il direttore di Esatto Spa Paolo Cavazzoni, con la dott. Maria Casto che ha seguito il progetto per il Comune e il dott. Carlotto responsabile della società che ha elaborato la soluzione informatica di biglietteria.

“Quello che abbiamo adottato -ha spiegato l’assessore alla Cultura Massimo Greco- è un servizio innovativo per la gestione delle biglietterie dei Civici Musei cittadini, che riguarderà inizialmente il Salone degli Incanti dell’ex Pescheria Centrale e il Castello di San Giusto, salvo poi estendersi nei prossimi mesi anche in tutti quei 20-25 punti che compongono l’offerta culturale”. Non sarà solo un nuovo sistema di biglietteria, in grado di associare cultura a buona gestione –ha aggiunto Greco- ma anche un servizio che ci consentirà di raccogliere, nel rispetto della privacy, informazioni utili sui visitatori e sui turisti che arrivano e soggiornano in città, attivando anche così un ulteriore strumento in grado di promuovere Trieste, nella sua affascinante complessità, come un evento.

Sottolineando la valenza e la funzionalità del nuovo sistema, l’assessore alle Risorse economiche e finanziarie Giovanni Battista Ravidà ha sottolineato come lo stesso consentirà di migliorare l’offerta in termini di marketing e di operatività, portando Trieste al livello delle migliori esperienze esistenti in materia di turismo culturale. Ogni postazione (e due sono quelle che entreranno in funzione da questo fine settimana) ha un costo di 2 mila 600 euro, mentre il sistema informatico integrato ha un valore di 36 mila euro.

Entrando nello specifico, il nuovo sistema automatizzato realizzato dall’Area Cultura e dall’Area Risorse economiche e finanziarie del Comune di Trieste prevede una biglietteria e un unico magazzino prodotti in grado si svilupparsi nei diversi punti che compongono l’offerta culturale del Comune. Infatti, dopo le due postazioni iniziali nel Castello di San Giusto e nell’ex Pescheria Centrale, nei prossimi mesi, si punta ad attivare anche altre postazioni tecnologiche avanzate che consentano, attraverso un unico sistema informatico, di gestire la vendita dei biglietti, il rilascio degli abbonamenti, la vendita dei cataloghi di mostre e delle altre offerte librarie, e di ogni altro prodotto fornito dalle strutture museali cittadine (cartoline, fotocopie, calchi, ecc.). Il sistema si fonderà sulla creazione di un unico data-base centrale, cui saranno connesse in rete tutte le biglietterie dei musei cittadini, in modo che presso ciascuna di esse sia possibile gestire la vendita, fornitura, informazione, e comunque fruizione, di tutta l’offerta culturale cittadina, anche quella delle altre, cioè, e così anche ampliando di molto anche la capacità di configurazione delle offerte stesse.

I biglietti di accesso ad ognuno dei musei comunali potranno essere acquistati anche presso ognuna delle biglietterie di tutti gli altri musei comunali, oppure presso i centri di informazione turistica. Ciascun punto vendita, infatti, connesso con gli altri, potrà offrire al visitatore anche l’offerta degli altri. In questo modo potranno essere realizzate offerte comuni (visita a più musei a prezzo ridotto, visite a musei o mostre in connessione tra loro, con altri eventi, insieme all’acquisto di cataloghi, e così via). Anche il sistema di gestione del magazzino di tutti i prodotti culturali sarà unificato presso il nuovo sistema. In questo modo un catalogo disponibile presso una delle strutture, potrà essere individuato anche presso ciascuna delle altre e venduto indifferentemente da tutte.

Notevoli anche i benefici sotto il profilo organizzativo, basti pensare che la specifica informatizzazione di molteplici uffici e strutture (più di 20 musei, le aree centrali, la ragioneria, la tesoreria, i magazzini) consentirà di realizzare importanti risparmi in termini di risorse oltre ad una nuova efficienza e funzionalità.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste


Leggi le Ultime Notizie >>>