Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 10 Dicembre 2010

A ZeroImage di Cinemazero si inaugura la mostra “La magia dei parchi” di Luciano Gaudenzio

Il torrente Cellina nella morsa del gelo - Parco Dolomiti Friulane - foto di Luciano Gaudenzio

Pordenone (PN) - Il Friuli è terra di paesaggi struggenti, di una natura conservata, intatta. Lo sanno bene i registi che hanno deciso di ambientare i propri film nella nostra regione. Alcuni nomi su tutti, Andrea Molaioli con il suo blockbuster tutto italiano "La ragazza del lago" e Gabriele Salvatores con il notturno "Come Dio comanda": il primo con molte scene ambientate sul lago di Fusine, il secondo girato per gran parte nel territorio lunare dei Magredi pordenonesi. In entrambi l'ambiente naturale è utilizzato come un mezzo per raccontare stati d'animo, atmosfere, fare da sfondo partecipe e vivo, realistico, della vicenda di fiction.

Scorci incantevoli della terra friulana sono anche i protagonisti della mostra fotografica “La magia dei parchi”, che sarà ospitata nello spazio ZeroImage di Cinemazero, una selezione fra le settanta fotografie che Luciano Gaudenzio, fotografo naturalista di origini pordenonesi che da diversi anni ha scelto la sua terra natale come ambiente d'elezione, ha scattato in alcuni luoghi chiave del nostro panorama montano.

L’inaugurazione della mostra è in programma sabato 11 dicembre, alle ore 17.30, a Cinemazero – Aula Magna Centro Studi. Saranno presenti, insieme all’autore delle splendide fotografie, i consiglieri regionali del FVG Maurizio Salvador e Piero Colussi, Luciano Giuseppe Pezzin Presidente del Parco Dolomiti Friulane e Sergio Chinese Presidente del Parco Prealpi Giulie. La mostra sarà visitabile gratuitamente nello spazio ZeroImage di Cinemazero in orario di apertura delle sale cinematografiche fino al 31 gennaio 2011.

Il viaggio visivo di Luciano Gaudenzio attraverso le terre del Friuli trascinerà i visitatori della mostra in ambienti davvero incontaminati come il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, il Parco Naturale delle Prealpi Giulie, la Riserva Naturale della Forra del Cellina, la Riserva Naturale della Val Alba. L’obiettivo attento del fotografo gioca con il fuori fuoco rivelando dettagli che, spesso, la fretta quotidiana, la vita cittadina ci hanno reso distanti. Angoli di natura ripresi in condizioni di luce particolari, paesaggi all'alba e al tramonto, distese di fiori, boschi e torrenti, animali in atteggiamenti curiosi o che si mettono in bella mostra. I due grandi Parchi della nostra Regione visti con gli occhi di Luciano Gaudenzio: immagini di rara bellezza in grado di trasmettere sensazioni e passione per queste aree protette, territori che nulla hanno da invidiare ai più rinomati e frequentati luoghi dell'intero arco alpino.

“Vivo la fotografia come una grande passione, nell'intento di far conoscere il più possibile gli ambienti naturali vicini a casa mia, sperando così di poterli maggiormente aiutare ad essere preservati” - afferma l’autore delle fotografie, Luciano Gaudenzio. “Certo, non siamo in America o in Africa dove i paesaggi si perdono nell'infinito e dove la natura è al suo massimo splendore, ma anche una piccola regione italiana come il Friuli può riservare grandi emozioni: importante è riuscire a cogliere i più piccoli dettagli, le più delicate sfumature, gli angoli più segreti di corridoi naturalistici locali, quelli che molti fotografi inglesi definiscono "The Intimate Landscape", ovvero "Il Paesaggio intimo".

La mostra “La magia dei parchi” ha la collaborazione del Club Alpino Italiano Sezione del FVG.

Luciano Gaudenzio è nato nel 1969 a Pordenone, in Friuli. Si è laureato in Economia Aziendale alla Cà Foscari di Venezia nel 1995. Dal 1995 lavora come consulente gestionale per un' Azienda Informatica di Udine e come fotografo free-lance. Le sue immagini sono comparse in libri, giornali in Italia e all'estero, calendari e pubblicazioni commerciali.

INFO/FONTE:
Cinemazero/Ufficio Stampa
www.cinemazero.it

Leggi le Ultime Notizie >>>