Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 04 Dicembre 2010

Bookmark and Share

il Premio Gilberto Pressacco Maqôr Rusticitas al prof. Gianfranco D'Aronco

Gianfranco D'Aronco

Udine (UD) - "Rusticitas", ovvero lo stile distintivo del Cristianesimo aquileiese delle origini. Un valore, o meglio, un armonioso compendio di qualità squisitamente affini: semplicità, frugalità, onestà, schiettezza, coerenza, rifiuto dei compromessi. Valori che, in sintesi, come sottolineava lo studioso Gilberto Pressacco, da sempre rientrano fra le qualità positive universalmente riconosciute alla popolazione friulana.

Proprio a partire dalle ricerche dello studioso scomparso tredici anni fa a Udine, l’Associazione culturale nata nel suo nome e nel segno dei suoi studi, nell’XI edizione del progetto Maqôr, promuove il "Premio Gilberto Pressacco Maqôr Rusticitas", istituito a riconoscimento delle personalità friulana che hanno saputo incarnare e testimoniare nella loro vita questi valori.

Di questa prima edizione del Premio, per decisione unanime dell’associazione don Gilberto Pressacco, sarà insignito il professor Gianfranco D'Aronco, docente, critico letterario, grande esperto di letteratura friulana, “per aver incarnato i valori e i presupposti stessi del Premio grazie al suo impegno, alla sua opera, e all’inesausta battaglia condotta in difesa dei diritti del popolo friulano”.

Il riconoscimento, promosso con il sostegno della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e in collaborazione con la Provincia di Udine e i Comuni di Codroipo, Sedegliano e Aquileia, sarà consegnato venerdì 17 dicembre, nel Palazzo della Provincia di Udine (dalle ore 10.50), nel corso della cerimonia ufficiale alla quale saranno presenti, fra gli altri, il presidente Pietro Fontanini e l’assessore regionale alla Cultura Elio De Anna.

L’istituzione del riconoscimento coincide con un importante momento di rinnovo dell’Associazione culturale don Gilberto Pressacco, che in occasione della recente assemblea ha votato il nuovo Direttivo - del quale fanno parte Giancarlo Tonutti, vicepresidente, Sandro Azaele, Raffaella Paluzzano, Mario Pressacco, Pasquale Pressacco, Silvio Pressacco, Vittorino Pressacco, Ugo Scarpa, Angelo Vianello, Claudio Zinutti - con il passaggio di presidenza dal prof. Angelo Vianello, per nove anni impegnato in questo incarico, al prof. Flavio Pressacco.

«Dopo nove anni di ottima gestione del prof Vianello, che resta comunque nel direttivo e continua autorevolmente a collaborare sui temi di lavoro dell’associazione – sottolinea il neopresidente Flavio Pressacco – ho ritenuto opportuno, anche in considerazione degli stretti vincoli di parentela, accettare la sollecitazione proveniente dall’associazione e dalla famiglia di don Gilberto Pressacco, che intende continuare a custodirne gelosamente la memoria pur nella consapevolezza che l’eredità di Gilberto appartiene al Friuli. Ho proposto l’istituzione del nuovo Premio quale testimonianza di vitalità, e segno rilevante accanto alle altre iniziative che porteremo avanti in futuro. Il riconoscimento è legato al concetto centrale delle tematiche approfondite da Gilberto Pressacco, e al tempo stesso è intimamente collegato alla vicenda del popolo friulano secondo l'interpretazione che ne aveva dato. Un modo, quindi, per cogliere il punto chiave della sua eredità e testimonianza, un gesto ricco di valenza simbolica e capace di esprimere il cuore dell'opera di Gilberto Pressacco, perpetuandola nel Gianfranco D'Aronco - ritrattotempo».

Il Premio consisterà in un’incisione del noto artista Tonino Cragnolini, amico personale di Gilberto Pressacco: una scelta quasi ‘naturale’, e strettamente collegata al riconoscimento, visto che l’opera di Cragnolini ha frequentemente trovato ispirazione nei simboli, nelle suggestioni e nella tradizione aquileiesi.

INFO: www.pressacco.org

Leggi le Ultime Notizie >>>