Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 09 Dicembre 2006

Bookmark and Share

Anteprima Zone di Cinema: ecco i vincitori

di Claudio Bisiani

a mia madre

Trieste (TS) - Grande successo per la terza edizione del concorso “Anteprima Zone di Cinema” che si è conclusa venerdì 8 dicembre con la proclamazione dei cinque film-video vincitori, ammessi alla 18° edizione del Trieste Film Festival in programma a gennaio. La rassegna, promossa dall’associazione Alpe Adria Cinema in collaborazione con la Cooperativa Bonawentura, anche quest’anno ha offerto un’interessante panoramica della ricchissima produzione filmica – fra corti, fiction e documentari – realizzata da filmaker e videomaker della nostra regione. Fra le 45 pellicole in concorso ne sono state premiate cinque: “Le faremo sapere” di Corrado Travan, “Appunti inutili” di Diego Cenetiempo e Daniele Trani, “Jaz Sem Kmet” di Massimo Mucchiut, Ana Radoslavic e Petra Jagric, “A mia madre” di Gregor Boz e infine “Puar Beppin” di Lucia Salmasso, Daniele e Massimo Bocus.
Le opere vincitrici sono state scelte dal pubblico che ha assistito alle proiezioni e, novità di questa edizione, anche da una giuria tecnica formata dal regista Davide Del Degan, dalla giornalista Ivana Godnik e da Fabiano Rosso, patron del Cine Furlan di Udine.
Il prossimo appuntamento è fissato per giovedì 18 gennaio quando prenderà il via l’edizione numero diciotto del Trieste Film Festival. La manifestazione, che comprenderà speciali, retrospettive e incontri con ospiti di prestigio della cinematografia nazionale e internazionale, si dividerà fra il Cinema Excelsior, il Teatro Miela e il Cinema Ariston. Da segnalare, per la sezione “Zone di Cinema”, da sempre attenta al rapporto fra immagine e parola scritta, l’omaggio curato da Elisabetta d’Erme allo scrittore tedesco, ma triestino d’adozione, Veit Heinichen. In esclusiva nazionale verranno proiettati due film di grande successo tratti dai suoi best seller, ambientati e girati a Trieste, “Gib jedem seinen eigenen Tod” (A ciascuno la sua morte) e “Die Toten vom Karst” (I morti del Carso). I due romanzi polizieschi, che vedono come protagonista il commissario Proteo Laurenti, saranno oggetto di una tavola rotonda dal titolo “Trieste: ritratto di una città in giallo” a cui parteciperanno, oltre allo stesso scrittore, ospiti illustri fra cui il direttore de “Il Piccolo” Sergio Baraldtrieste film festivali ed il regista Franco Giralidi. Infine, in esclusiva, verrà presentata l’edizione italiana dell’ultimo romanzo di Heinichen intitolato “Le lunghe ombre della morte”.
Al termine delle premiazioni di Anteprima Zone di Cinema è stato proiettato il nuovo video-sigla del prossimo Trieste Film Festival, girato nella nostra città e diretto da Davide Del Degan.

Leggi le Ultime Notizie >>>