Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 25 Novembre 2010

Bookmark and Share

Provincia di Trieste: ecco la situazione degli edifici scolastici di pertinenza dell'ente

Maria Teresa Bassa Poropat, presidente della Provincia di Trieste

Trieste (TS) - La presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, ha tenuto oggi una conferenza stampa nel corso della quale ha precisato le risorse destinate all’ordinaria e alla straordinaria manutenzione degli edifici scolastici di pertinenza dell’Ente, nonché ai costi di gestione e all’impiantistica anch’essi a carico dell’amministrazione provinciale.

“La protesta degli studenti rivolta contro la riforma Gelmini che ha posto l’attenzione sullo stato di manutenzione degli edifici scolastici nella provincia fortemente aggravato dalla vetusta degli immobili – ha detto Maria Teresa Bassa Poropat – è l’occasione per illustrare la pianificazione degli interventi impostati negli ultimi anni, i cantieri aperti e conclusi, le risorse riservate per il mantenimento ordinario e straordinario degli istituti”.

“L’amministrazione regionale ha recentemente espresso perplessità circa il puntuale utilizzo da parte della Provincia degli oltre 17,5 milioni di euro trasferiti dalle Regione nell’arco del periodo 2003/2009 – ha aggiunto Bassa Poropat – noi replichiamo che i finanziamenti citati, peraltro tutti già impiegati o impegnati, non sono sufficienti a fronteggiare la situazione complessa del sistema scolastico triestino. Ciò è facilmente intuibile se pensiamo che per la sola manutenzione ordinaria edile, l’Ente sostiene una spesa che sfiora il mezzo milione di euro all’anno e per quella straordinaria sono in piedi interventi relativi al solo triennio 2009-2011 di 25,4 milioni di euro. Siamo partiti nel 2008 con 2-3 cantieri aperti per passare agli 8 del 2009, ai 15 cantieri nel 2010 di cui 5 ultimati”.

“Spiace in un simile contesto aver dovuto registrare a fianco alla legittima esasperazione di studenti e professori – ha aggiunto – l’attacco politico da parte di un Ente con il quale dobbiamo e vogliamo lavorare in piena sinergia per risolvere le emergenze esistenti”.

I costi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture unite ai costi degli impianti e alla gestione costituiscono uno dei nostri maggiori impegni di spesa e il continuo ridursi di contributi statali e regionali, il depauperamento delle risorse e i tagli imposti rischiano di creare non pochi problemi sia sulla manutenzione straordinaria, che sulla gestione e la manutenzione ordinaria degli edifici scolastici.

Percorsi di razionalizzazione. L’Amministrazione ha provveduto a dismettere le succursali scolastiche del Carli di Via del Teatro, la seconda succursale del Galilei di Villa Hecht, i laboratori del Volta di Viale XX Settembre e la succursale del Deledda di Via Gatteri. Ciò ha permesso di accorpare in un'unica sede il Volta e il Carli e di eliminare la seconda succursale del Galilei. L’operazione ha comportato risparmi energetici conseguenti, minore disagio per gli studenti e i professori e consentito un migliore utilizzo del personale amministrativo delle scuole. L’Ente ha inoltre acquisito in proprietà l’isolato sede di Nautico e Carli mediante un’operazione di permuta con il Demanio. Infine sono stati predisposti studi di fattibilità per la realizzazione di impianti fotovoltaici al Volta e al Galvani.

Manutenzione straordinaria. Gli interventi straordinari avviati nel triennio 2009-2011 comprendono investimenti per 25,4 milioni di euro. Si tratta di interventi edili tutti avviati. Attualmente sono 15 i cantieri aperti. I lavori conclusi riguardano l’intervento di manutenzione straordinaria del secondo e terzo piano e la realizzazione della nuova aula per disabili nell’edificio di via Battisti 27, sede delle succursali del Deledda e del Galilei, la manutenzione straordinaria degli interni al Preseren di strada di Guardiella, i lavori di manutenzione dei servizi igienici del Volta di via Monte Grappa e la realizzazione di due aule allo Ziga Zois Ex IMO-IMA. Sono stati conclusi inoltre lavori di manutenzione straordinaria degli interni e dei servizi igienici dello ZigaZois-Stefan di strada di Guardiella.

I cantieri in ultimazione riguardano il Carli di via Diaz dove si sta procedendo alla realizzazione di aule, laboratori e all’adeguamento delle norme antincendio. Al Dante di via Giustiniano si stanno concludendo invece i lavori per completare le aule necessarie all’insediamento del liceo musicale.

I cantieri in corso riguardano la succursale del Carducci di via Corsi (rifacimento servizi igienici e manutenzione manto di copertura), il Da Vinci-Carli-Sandrinelli (completamento palestra e adeguamento impianti), la succursale del Nautico e del Petrarca di via Gambini/Largo Sonnino (manutenzione facciata interna, eliminazione barriere architettoniche, servizi igienici, impianti antincendio), l’Oberdan ( manutenzione straordinaria pavimento palestra), il polo di villa Giulia (lavori di ristrutturazione dell’immobile da adibire ad edificio scolastico), il Petrarca di via Rossetti (interventi area esterna e parte della copertura), il Preseren di strada di Guardiella (manutenzione straordinaria per rifacimento servizi igienici), il Volta di via Monte Grappa (ristrutturazione ex fonderia per realizzazione nuove aule e laboratori).

Il nuovo piano triennale delle opere 2010-2012 evidenzia la necessità di reperire risorse per 10,4 milioni di euro e prevede come essenziali ulteriori interventi al Carli, Nautico, Carducci, Dante, da Vinci, Galilei, Galvani, Deledda, Volta.

Adeguamento e rinnovo degli impianti. I lavori di adeguamento e rinnovo degli impianti elettrici hanno interessato nel 2009-2010 dodici edifici per una cifra complessiva di 1.520.000 euro. Entro il 2011 saranno completati gli impianti di videosorveglianza per un investimento di 600.000 euro (400mila fondi regionali, 200mila Fondo Ts).

Manutenzione ordinaria. Dal 2006 ad oggi, seppure in presenza di un calo costante di risorse trasferite è stata raddoppiata la posta relativa alla manutenzione ordinaria per la parte edilizia passando dai circa 200mila euro annuali ai 477.646 euro spesi da agosto 2009 ad oggi. Nel periodo preso in esame è stata data risposta a 400 richieste di intervento affidate ad una ventina di ditte. La Provincia, nell’ambito dei propri obblighi, provvede con risorse proprie alla gestione calore e alla manutenzione degli impianti (elettrici, idrici, telefonici, antincendio, antifurto, ascensori, condizionamento etc) per un importo che nel 2009 ammontava a 2.045.757 euro e nel 2010 ha raggiunto 2.310.719 euro
Le cifre citate dalla Regione.

In un recente comunicato stampa la Regione Friuli Venezia Giulia ha elencato alcune cifre destinate all’adeguamento delle scuole secondarie superiori e ha invitato la Provincia destinataria delle stesse, a chiarire quanto ha utilizzato dei finanziamenti concessi e con quali priorità d'intervento. Riportando in corsivo il comunicato della Regione si risponde punto per punto alle cifre elencate:
Con il Piano straordinario degli investimenti approvato nel 2003 la Regione ricorda alla Provincia di Trieste di aver erogato finanziamenti in conto capitale per complessivi 4.418.098,63 euro, destinati alla realizzazione di interventi a carico dei Licei Petrarca e Oberdan, dell'Istituto Tecnico 'Volta e dell'Istituto Nautico Savoia, nonché degli Istituti Carducci e Ziga Zois.

I fondi, effettivamente erogati nel 2005, ammontano non a 4.418.098,63 euro, ma a 2.968.221,23 perché una parte di quel finanziamento cioè 1.412.832,84, era in realtà destinato alla manutenzione straordinaria di alcune caserme e di strade provinciali. I 2,9 milioni di euro risultano tutti impegnati in progetti o cantieri di manutenzione straordinaria nelle sedi centrali e/o succursali indicate dalla Regione.

La Regione ha assunto un impegno di spesa quindicennale che garantisce, sempre alla Provincia di Trieste, un ulteriore finanziamento per complessivi 7.639.500 di euro, finalizzati alle opere di manutenzione del polo scolastico Valmaura-Liceo Carducci, del Liceo classico Dante Alighieri, del complesso Manna.
In realtà il finanziamento a cui fa riferimento la Regione ammonta a 6 milioni di euro, perché 1.639.000 euro sono destinati come afferma lo stesso Molinaro al complesso scolastico Ruggero Manna-Corsi che è di pertinenza comunale e non provinciale. I fondi erogati nel 2008 sono stati destinati al polo scolastico di Valmaura per il quale è in corso l’iter di progettazione. Per il liceo classico Dante Alighieri l’intervento è regolato dalla Convenzione con il Comune di Trieste. Proprio in Comune è in fase di approvazione il progetto definitivo. In sostanza i fondi erogati risultano tutti puntualmente destinati. Nel triennio 2007-2009, infine, alla Provincia di Trieste è stato assegnato l'ulteriore importo di 997.350 euro per la manutenzione dell'IPSIA 'J. Stefan' e dell'ITC 'Ziga Zois' ( succursale)''.

La Regione fa riferimento ad un finanziamento del 2008, di cui 499.675 sono di provenienza regionale (la restante parte è frutto di un finanziamento statale). Il finanziamento provinciale ammonta invece a 916.000 euro. Lo stanziamento è destinato al 2° lotto di lavori che riguardano l’immobile di piazzale Canestrini, sede di Ziga Zois e Stefan, per il quale è stata necessaria una nuova progettazione più armonica con i lavori del 1° lotto che saranno cantierati entro l’anno.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha approvato un Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, che ha destinato alle scuole di Trieste l'importo di 2.118.735,16 di euro, per l'esecuzione di lavori a favore dell'Istituto tecnico commerciale 'Carli', dell'Istituto tecnico nautico 'Savoia', dell'Istituto tecnico industriale 'Volta', cui si è recentemente aggiunto il finanziamento di 1.500.000 di euro (in forza di un'intesa stipulata nel gennaio 2009) per le specifiche esigenze del Liceo scientifico 'Galilei'''.

Si tratta di un finanziamento statale stanziato nel 2007 e destinato dalla Provincia agli istituti Nautico, Carli e Volta. Per la realizzazione dei lavori sono necessari ulteriori 2.197.589 euro da reperire. L’Ente sta valutando di destinare la quota dedicata inizialmente al Volta per le priorità che interessano l’edificio Carli-Nautico. Il milione e mezzo di euro destinato al Galilei è frutto di un recentissimo finanziamento statale concesso il 14 settembre scorso e dedicato alla manutenzione straordinaria degli interni del Galilei.

''Le risorse finanziarie regionali e ministeriali sono state integrate dalle assegnazioni che la Provincia di Trieste ha ottenuto, in forma di mutuo quindicennale, dalla Cassa Depositi e Prestiti, con copertura statale degli oneri. La stessa Cassa Depositi e Prestiti ha inoltre confermato di aver finanziato, nel 2004, opere di manutenzione per un totale di 846.608 euro, al Liceo classico 'Petrarca' (via Rossetti 74 e Largo Sonnino 3), all'I.T. geometri l.s. 'Ziga Zois' (Str. Guardiella 13/2) e all'I.T. industriale 'A. Volta' (Via Monte Grappa 1) e di aver concesso alla Provincia di Trieste, tramite un rapporto diretto, anche ulteriori finanziamenti di edilizia scolastica per un importo che supera il milione di euro''.

I fondi statali ai quali la Regione fa riferimento sono tutti stati impiegati nelle destinazioni indicate. I lavori sono ultimati o in via di ultimazione. Relativamente al milione di euro citato nel comunicato, la Provincia si è fatta carico, per attivare i lavori, di mutui per un valore complessivo ben più alto di quello indicato e pari a 3 milioni di euro.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Provincia di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>