Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 13 Novembre 2010

Bookmark and Share

Studenti del Lazio vincitori del Premio "Norma Cossetto" in visita a Trieste

Un momento dell'incontro in Municipio (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Una decina di studenti di sei diversi istituti superiori di Roma e del Lazio, risultati vincitori del Premio “Norma Cossetto” e per tale motivo giunti in visita a Trieste, sono stati ricevuti in Municipio dal Sindaco Roberto Dipiazza.

Al primo cittadino, che li ha accolti nel tradizionale Salotto Azzurro, i ragazzi, accompagnati dai rispettivi Presidi e dalla direttrice organizzativa del “Premio” professoressa Pina Gentili, hanno illustrato i motivi e le modalità dell’iniziativa.

Il Premio “Norma Cossetto” – è stato spiegato -, istituito dal C.I.A.S.-Centro Internazionale Amici della Scuola con il contributo della Regione Lazio e giunto quest’anno alla 2° edizione, intende non solo ricordare e onorare la memoria della giovane martire istriana, uccisa come noto nell’autunno 1943 da parte di elementi aderenti alle milizie titine, ma, più ampiamente, stimolare i giovani allo studio della storia contemporanea, approfondendo in particolare le vicissitudini legate alla seconda guerra mondiale e specialmente i conflitti e i tragici eventi che coinvolsero il confine orientale d’Italia.

Al Premio “Norma Cossetto” possono partecipare con elaborati scritti, riflessioni critiche o componimenti poetici, gli studenti dai 15 ai 21 anni residenti nel Lazio. E il Premio consiste appunto in un viaggio a Trieste, con visita alla Foiba di Basovizza e ad altre località significative dal punto di vista storico.

I ragazzi vincitori dell’edizione 2010, giunti in questi giorni in città – ci rimarranno fino a domani – oltre alle principali bellezze architettoniche e paesaggistiche del territorio e alle chiese delle diverse confessioni religiose, hanno infatti visitato pure la Risiera di San Sabba, mentre oggi si sono recati anche a Lubiana.
Il Sindaco Dipiazza, intrattenendosi a lungo e con grande cordialità con gli studenti e i presidi, ha illustrato loro, assieme a un ulteriore approfondimento storico, le caratteristiche attuali e le prospettive di sviluppo della nostra città, rimarcando gli sforzi compiuti in questi anni “per superare le divisioni lasciate in eredità dalla storia e arrivare – ha detto Dipiazza - alla normalizzazione dei rapporti reciproci fra tutti i popoli di queste terre. Sforzi che si sono infine espressi al più alto livello con il recente, storico incontro dei tre Presidenti di Italia, Slovenia e Croazia in piazza dell’Unità, mentre tanti ragazzi, diretti dal Maestro Muti, cantavano assieme gli inni nazionali dei tre Paesi: è stato – ha concluso il Sindaco – un grande messaggio di fiducia e di speranza, per poter operare assieme, a partire proprio dai più giovani, per il benessere comune.”
Alla fine, convinto applauso di studenti e docenti e tradizionale scambio di doni.

INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>