Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 13 Novembre 2006

Bookmark and Share

Aperta la mostra sulle 13 Casade

sfilata delle 13 Casade

Trieste (TS) - Lunedì 13 novembre, nell’Atrio d’Ingresso della Camera di Commercio di Trieste è stata inaugurata la Mostra “L’Età di Mezzo nelle Rievocazioni delle Tredici Casade” alla presenza del Segretario generale vicario della Camera di Commercio I.A.A. di Trieste, dott. Franco Rota che a nome del presidente della C.C.I.A.A. di Trieste, Antonio Paoletti, ha rivolto un indirizzo di saluto ai numerosi presenti. “Pur non inserendosi nelle tradizionali tematiche di economia e promozione perseguite dall’ente camerale, questa mostra – ha detto Rota – rientra nell’ottica di aprire la Casa dell’economia al pubblico e oltre a offrire un segnale di apertura verso la cittadinanza, intende contribuire anche a non far dimenticare le nostre radici, grazie a una rassegna espositiva che contribuisce a una riflessione sul passato cittadino”.
Lo storico Renzo Arcon ha ricordato come sia sufficiente fare qualche passo e calpestare le ripavimentate lastre della Cittavecchia per immergersi nella storia della Trieste più antica: quella trecentesca e medievale, che rivive nei vecchi edifici del centro storico. “E’ questo che come Associazione 13 Casade ci proponiamo: far riscoprire al pubblico attraverso le nostre iniziative e rievocazioni la storia cittadina, far rivivere alle nuove generazioni lo spirito della Trieste dimenticata”.
La prolusione è stata tenuta dallo storico e scrittore Dante Cannarella, che ha sottolineato l’importanza del ruolo delle antiche Tredici Casade tenuto nell’ambito della storia medioevale cittadina. “La sede camerale appare adatta – ha concluso – in quanto nel Trecento a Trieste di camere di commercio ce n’erano tante, e rappresentavano le numerose attività economiche presenti fin da allora. Non è vero che la storia cittadina ha inizio all’epoca di Maria Teresa: antichi documenti testimoniano che Trieste era popolata da genti di diversissime provenienze molti secoli prima. La città di Tergeste, che vuol dire mercato, era frequentatissima dai mercanti poiché offriva a chi si dedicava al commercio le massime garanzie e una solida organizzazione”.
Fino a venerdì 17 novembre, la rassegna della “Confraternita de’ Nobili de Sancto Francesco” (ovvero delle Tredici Casade) presenterà oltre ai labari, le armature delle 13 nobili famiglie e le ricostruzioni dei costumi dell’epoca, le opere di Roberto Budicin aventi per soggetto “Creature dell’Età di Mezzo” e immagini fotografiche sul tema “Madonne et Boni homini della Magnifica Comunità Tergestina”.
L’esposizione resterà aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00. A conclusione della mostra, venerdì 17 novembre alle ore 18.00, nella Sala Maggiore della Camera di Commercio di Trieste, si terrà una conferenza sul tema “L’enigma dei Ranfi: dalla Storia alla Fiction”. Relatori, Edda Vidiz e Renzo Arcon. Dall’opera teatrale “Marco Ranfo: il processo” saranno eseguiti alcuni brani interpretati dai Menestrelli di Madonna Bora e dal tenore Andrea Binetti.

Leggi le Ultime Notizie >>>