Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia”
Duino Aurisina (Trieste)
Dal 11/11/19
al 25/11/19
Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia&r
Concerti Aperitivo: 24 novembre 2019, Gorizia, Le dame, i cavalier, l’arme e gli amori
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 24/11/19
Gruppo Corale Ars Musica
Otto donne e un mistero: un parterre di grandi attrici a Gradisca d'Isonzo
Nuovo teatro comunale di Gradisca d'Isonzo
Gradisca d'Isonzo
Il 26/11/19
8 donne e un mistero

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Notizie > Attualità > 28 Settembre 2010

Bookmark and Share

Oltre 600 bambini delle scuole primarie protagonisti della 3ª edizione del progetto “Liberi Tutti”

“Liberi tutti_Diritto Equo e Solidale”

Gorizia (GO) - Dal 1° novembre al 21 dicembre 2010, oltre 600 bambini delle scuole primarie dell’isontino saranno i protagonisti della terza edizione di “Liberi Tutti”, il progetto di educazione alla Pace e ai diritti umani, promosso dalla Provincia di Gorizia, ideato e realizzato dalla Cooperativa Damatrà, col contributo di Coop Consumatori Nordest.

“Liberi tutti_Diritto Equo e Solidale”, titolo di questa terza annualità, accompagnerà i bambini, a partire dal novembre prossimo, in una riflessione maieutica sui temi del mercato equo e solidale, un’altra via possibile per il consumo, in cui dar voce e consapevolezza al ruolo propositivo dell’infanzia all’interno della società civile.

«La scelta di continuare l’esperienza di "Liberi tutti" - spiega Mara Fabro della Cooperativa Damatrà - che è nata nel 2007 in forma sperimentale, nasce dalla piena soddisfazione riscontrata nelle edizioni precedenti dai docenti, formatori ed amministratori. Continuare i laboratori di cittadinanza significa continuare a riflettere con i bambini sul tema del futuro e sulla possibilità di costruire con gli adulti di domani una cultura della scelta e della consapevolezza. Proveremo a parlare ai bambini della responsabilità che implica l’azione del consumo nella convinzione che non si può essere consumatori consapevoli senza crescere nel ruolo di cittadini».

Parlare di consumo responsabile e solidale, delle relazioni che intercorrono tra il mondo dei consumi e quello delle relazioni sociali, aprendosi a una dimensione globale e ponendosi le giuste domande a livello locale, con un’attenzione particolare all’educazione, non è sicuramente facile. Per questo il primo passo è stato quello di accomunare metodologie pedagogiche e spunti di riflessione in un percorso di formazione iniziale le scuole e gli attori coinvolti, con il contributo di esperti da anni impegnati su questi temi, come la dott.ssa Cosolo Marangon del Centro psicopedagogico per la Pace e la gestione dei conflitti di Piacenza, la dott.ssa Manuela Daniel di Coop Consumatori Nordest e Emanuela Gaggioli di Equomondo.

Dal prossimo mese, per cercare di spiegare la differenza tra il mercato e il mercato equo solidale, gli operatori Damatrà entreranno nelle classi e realizzeranno dei laboratori maieutici partendo dal ragionamento sui prodotti alimentari, quali protagonisti dei consumi quotidiani e spesso emozionali dei bambini (il cioccolato ad esempio). Attraverso la narrazione, la manipolazione e l’espressione creativa, considerati canali privilegiati attraverso cui dare voce ai pensieri di ognuno, si darà forma alla “storia degli alimenti”. Ragionando sui luoghi di provenienza, sulle modalità di produzione e di commercializzazione si arriverà ad introdurre il rapporto tra consumo, responsabilità e solidarietà che sono i caratteri distintivi del commercio equo.

A conclusione dei percorsi, le parole, le immagini e i pensieri dei piccoli cittadini saranno raccolti in un ricettario “equo e solidale” che sarà regalato ai bambini e alle famiglie, e presentato successivamente in un incontro pubblico, potendo così contribuire ad una diffusione di una cultura solidale e consapevole.
Gettare le basi di una r“Liberi tutti_Diritto Equo e Solidale”ete scuola-famiglia-territorio diviene così un altro degli obiettivi fondamentali di questi percorso, nella convinzione che crescere in una giusta dimensione di cittadinanza e responsabilità civile con uno sguardo sempre rivolto al mondo intero richiede l’impegno di tutti, dei bambini dei genitori, di chi ci amministra e di chi ci educa.

INFO/FONTE: www.damatra.com

Leggi le Ultime Notizie >>>