Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 22 Ottobre 2006

Bookmark and Share

A Pordenone luci puntate su Italo Zuffi

di I.O.

 Italo Zuffi - "The mystery boy" 2002 - courtesy Galleria Continua San Gimignano

Pordenone (PN) - Il rapporto tra l’essere umano e la luce è il tema al centro dell’esposizione di Italo Zuffi alla Fondazione Ado Furlan di Pordenone fino al 18 novembre 2006.
L’artista, che in passato era già stato ospite della sede con la mostra “Giovani artisti dall’Emilia-Romagna” (è nato a Imola nel 1969) presenta ora alcune opere di recente produzione.
Nucleo della mostra di Pordenone è il video “Uomo, luce.” accompagnato dalla scultura “Clava-Torcia”.
La luce e la sua assenza rimandano a diverse interpretazioni: di luce e tenebra è fatto il percorso dell’uomo, un percorso non lineare, ma circolare, fatto di corsi e ricorsi, un susseguirsi di civiltà e barbarie di vichiana memoria.

Zuffi, che si esprime principalmente attraverso la scultura, l’installazione, la performance ed il video è tra gli artisti invitati alla rassegna in corso fino al 26 novembre 2006 in Austria presso la Salzburger Kunstverein.
La collettiva dal titolo “Every Day... another artist/work/show” presenta un interessante e fitto calendario che ogni giorno offre una accurata selezione di film e video.
Italo Zuffi è presente con il video “The Reminder”, con lui molti altri artisti di levatura internazionale come Marina Abramovic, Isa Rosenberger, Manuela Mitterhuber e Jun Yang.

Italo Zuffi partecipa anche alla mostra “videoReport Italia 04_05” ancora in corso presso la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone con una selezione delle più interessanti opere video della produzione nazionale.

Tra le recenti esposizioni personali di Italo Zuffi si segnalano nel 2005 la mostra al CRAC Alsace e presso Volume! a Roma e nel 2003 quella alla Galleria Continua di San Gimignano. Nell’occasione della mostra in Toscana è stato realizzato "The mystery boy" un volume monografico dedicato all'artista (Gli Ori editore) con saggi critici di Pier Luigi Tazzi, Luca Cerizza e Nicolas Bourriaud.
Tra le collettive è in corso in Cina a Shanghai allo Urban Planning Exhibition Center fino all’undici di novembre 2006 “Natura e metamorfosi” a cura di Marisa Vescovo.

Leggi le Ultime Notizie >>>