Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 17 Settembre 2010

“Artefatto 2010”: uno spettacolo di musica e luci dà il via alla collettiva d'arte giovanile

di Claudio Bisiani

"Artefatto 2010" - Candy World (locandina evento)

Trieste (TS) - Fa riferimento al variopinto, eterogeneo e multiforme mondo delle caramelle, “Candy World”, il tema della sesta edizione di “Artefatto”, mostra/concorso organizzata dal gruppo dei Poli di Aggregazione Giovanile – su progetto degli Assessorati all'Educazione, Università, Ricerca e alla Cultura del Comune di Trieste, in collaborazione con i Civici Musei e con il patrocinio del GAI, associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani –, in programma nel capoluogo giuliano dal 18 settembre al 3 ottobre.
L'iniziativa, rivolta alla promozione dell'arte giovanile regionale, italiana e internazionale, è stata illustrata stamattina alla stampa nella Sala “Attilio Selva” di Palazzo Gopcevich, alla presenza degli organizzatori e delle autorità istituzionali.

«Il progetto - ha esordito Giorgio Rossi, assessore comunale all'Educazione, Università e Ricerca - mette in rilievo un percorso che dura ormai da cinque anni. Più che “artefatto” sono davvero “esterrefatto” dal risultato eccezionale di questa edizione, che dimostra il gigantesco passo in avanti fatto dal concorso in termini di qualità artistica, impegno profuso e numero dei partecipanti».

«Con “Artefatto” si va contro il luogo comune di Trieste città gerontocratica - ha aggiunto l'assessore comunale alla Cultura Massimo Greco -, rappresentando un'importante vetrina per l'arte giovanile triestina e internazionale, oltre che una promozione culturale e museale per la nostra città».

Adriano Dugulin, direttore dell'Area Cultura-Civici Musei di Storia ed Arte, ha elogiato il lavoro d'équipe dei Poli di Aggregazione, mettendo l'accento sulla particolare sintonia fra «quell'arte tradizionale, statica, che “dà sicurezza” e si trova nei musei», e una rassegna figurativa contemporanea come “Artefatto” che «non dà affatto sicurezze, ma è giustamente imprevedibile, ardita e stimolante, proprio come i suoi giovani protagonisti».

La collettiva, a ingresso libero, si snoderà fra quattro spazi espositivi: la Sala Veruda di Palazzo Costanzi in piazza Piccola, la Sala comunale d'Arte di piazza Unità, la Sala Giubileo in Riva III Novembre e la Sala “Attilio Selva” di Palazzo Gopcevich. L'edizione 2010 di “Artefatto” vedrà in mostra le opere – un mix creativo di pittura, scultura, fotografia, installazioni, video e illustrazioni – di 140 artisti provenienti da 14 Paesi europei ed extraeuropei.

«Sono stati ben 464 gli iscritti al concorso - ha detto Enrico Conte, direttore dell'Area Educazione del Comune di Trieste - segnando un netto aumento rispetto agli anni passati (+66%), tanto che possiamo dire di aver raccolto quello che abbiamo seminato. L'ottimo risultato raggiunto è il frutto di un affiatato lavoro di gruppo e di un progetto che ha fra le sue caratteristiche principali la massima apertura creativa, dando ai suoi partecipanti anche la possibilità di collaborare attivamente con gli organizzatori alla realizzazione del progetto».

“Artefatto 2010” verrà inaugurato sabato 18 settembre, alle ore 20.30 in piazza Unità, da una performance multimediale dell'artista Martin Romeo, da una scenografia di luce ideata dall'architetto Marianna Accerboni in collaborazione con Morena Cotterle (a cui si deve lo slogan “Candy World”, sottotitolo della kermesse) e dalla musica jazz del gruppo Funkalooba. In occasione della vernice, alla quale sarà presente il segretario del GAI Luigi Ratclif, le quattro sale espositive della collettiva resteranno aperte fino alla mezzanotte.

In parallelo con la mostra, avranno luogo diversi altri eventi collaterali, fra cui incontri, stage, dibattiti e laboratori. Domenica 19 settembre dalle 11.30 alle 14.30, presso il Polo di Aggregazione Giovanile “E.Toti” in piazza della Cattedrale 4/a, si terrà un meeting riservato agli organizzatori, alle autorità e ai partecipanti alla rassegna, che si confronteranno su varie tematiche legate all'arte giovanile.

Per ulteriori informazioni e dettagli sulla manifestazione è consultabile il sito web “www.artefatto.info, disponibile in versione italiana o inglese.

Leggi le Ultime Notizie >>>