Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia”
Duino Aurisina (Trieste)
Dal 11/11/19
al 25/11/19
Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia&r
Concerti Aperitivo: 24 novembre 2019, Gorizia, Le dame, i cavalier, l’arme e gli amori
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 24/11/19
Gruppo Corale Ars Musica
Otto donne e un mistero: un parterre di grandi attrici a Gradisca d'Isonzo
Nuovo teatro comunale di Gradisca d'Isonzo
Gradisca d'Isonzo
Il 26/11/19
8 donne e un mistero

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Notizie > Incontri > 11 Settembre 2010

Bookmark and Share

Il calendario dei principali incontri e appuntamenti di “pordenonelegge.it 2010”

"pordenonelegge.it" - locandina 2010

Pordenone (PN) - Fitto calendario di incontri a Pordenone, nell'edizione 2010 di “pordenonelegge.it”. Di seguito alcuni appuntamenti in programma fra giovedì 16 e domenica 19 settembre.

- Giovedì 16 settembre:
Contro la letteratura
I ragazzi a scuola non si appassionano alla letteratura,anzi, imparano a detestarla. Possono avere in mano Manzoni o Boccaccio, Leopardi o Montale, ma non avviene nulla. È colpa della tv strillano spesso dai salotti della tv. È colpa del ministro strillano ex ministri, aspiranti ministri o chiunque altro. Sarà mica colpa degli intellettuali? si chiedono gli intellettuali. Per Davide Rondoni, autore di questo provocatorio phamplet, la letteratura è l’unico bene antropologico e nazionale del Paese.
16.00
Palazzo della Provincia

Arcipelago Islam
Tradizionaliste, riformiste o militanti che siano, le correnti islamiche di oggi hanno tutte una base comune: se è vero che si sono forgiate per lo più in confronto e in reazione alla modernità dell’Occidente, il rinnovamento da cui sono nate affonda le radici in un’epoca anteriore all’impatto coloniale. Il percorso dell’affermazione dell’islamismo è infatti tortuoso e dimostra come le energie latenti dell’Islam si siano risvegliate già prima del contatto con l’Europa della rivoluzione industriale, anche se il colonialismo e l’imperialismo europeo hanno poi impresso loro una direzione particolare.
19.30
Auditorium Don Bosco
viale Grigoletti, 14

- Venerdì 17 settembre:
Mappa dei sentimenti
La serie di incontri vede quest’anno protagonisti otto dei più bei nomi della scienza italiana. Non si tratta solo di ricercatori eccellenti, ma anche dei protagonisti che hanno caratterizzato la storia della loro disciplina nella cultura italiana degli ultimi decenni. Anche quest’anno gli incontri, ai quali
sarà dedicata l’intera giornata, avranno una controparte importantissima nel concorso “SMSentimenti”, che vede pordenonelegge.it e Il Messaggero Veneto coinvolti in un dialogo con i giovani lettori attraverso le pagine del giornale. Sarà inoltre presentato il nuovo volume della Mappa dei Sentimenti, in uscita con le Edizioni Biblioteca dell’Immagine che raccoglie gli interventi dei maggiori poeti italiani realizzati lo scorso anno.
11.00
Convento Di San Francesco

Boris Pahor - “Piazza Oberdan”
“Piazza Oberdan” è un libro che parte da Trieste per raccontare la storia del Novecento, che parte da una singola piazza per osservare la storia e il mondo. Una serie di testimonianze, racconti, aneddoti,
memorie e biografie; un indice puntato sempre sulle ingiustizie e sui soprusi, sulla cancellazione delle identità e sull’annientamento di un popolo. Le responsabilità dell’esercito, le colpe impunite dei fascisti che in nome di una italianità e di una paura delle differenze, mettono a ferro e fuoco le case della cultura, i giornali e perseguitano chi parla la lingua slovena.
11.00
Auditorium Istituto Vendramini

Gillo Dorfles “Un viaggio lungo un secolo”
In occasione del 100° compleanno di Gillo Dorfles, Lorenzo Michelli raccoglie una lunga intervista. Un omaggio al pensatore lucido e al critico brillante. “99+1” sono le risposte, le riflessioni, i pensieri di Dorfles. Un viaggio in un secolo di cultura, moda, design ed estetica. Protagonista di un secolo di avventure intellettuali, uomo che ha conosciuto di persona Svevo e che ancora osserva con occhio acuto la contemporaneità più stretta, dall’arte, al costume, alla tecnologia. È un faro, un intellettuale a cui ci si può rivolgere in questi momenti incerti, certi di ottenere risposte puntuali, un pensatore libero da ogni aggressività e ricco di un sapere lungamente coltivato. Con Dorfles si può
andare alla Trieste dell’infanzia, internazionale e asburgica, o in tutto il mondo, dall’Argentina, agli Stati Uniti al Giappone.
11.30
Palazzo Montereale Mantica

L’altro Kant. La malattia, l’uomo, il filosofo
L’associazione di familiari di malati di Alzheimer propone un incontro sul libro “L’altro Kant - La
malattia, l’uomo, il filosofo”, che ripercorre, a più voci, gli ultimi 10 anni di vita del filosofo che morì ad 80 anni nel 1804, ammalato genericamente di demenza. La malattia in questione è identificabile con la demenza di Alzheimer. Il libro, con taglio squisitamente biografico, attraverso la lettura di testi inediti cerca di ricostruire gli ultimi anni di vita del filosofo indagando l’evoluzione del pensiero, della scrittura e le relazioni emotive. Interverranno Francesca Sgarbi, Renato Fellin, Pietro Vigorelli, Stefano Caracciolo e Mario Vio.
16.30
Palazzo Della Camera Di Commercio
Sala Convegni

Riondino accompagna Vergassola - Un incontro con Flaubert
La messa in scena, semplicissima, espone le virtù primarie dei comici: l’argomento e la parola, il tema e il ritmo. C’è qualcuno che legge e racconta un tema alto, e qualcun altro che, come si suol dire, lo manda in vacca o lo riduce a comunissimi denominatori. Chi legge e racconta avrà luci colorate e musiche, che ricorderanno l’enfasi della parola resa sacra dal tempo. Chi commenta
sarà irrimediabilmente privo di colori, attaccato alla sua seggiola da bar. Alla fine della seduta, nel migliore dei casi, si conseguiranno tre risultati apprezzabili. Il primo, aver alzato il livello medio
di conoscenza del comico Vergassola; il secondo, quello di aver raccontato a chi non lo conosceva e ricordato a chi lo conoscesse il capolavoro di Flaubert. Il terzo, nel caso migliore, aver esposto in
maniera chiara, senza altro strumento che non la voce e le parole, le tecniche, i ritmi, l’humour e la relazione tra attori che sono la sostanza del lavoro del comico.
21.00
Teatro Comunale G. Verdi


- Sabato 18 settembre:
Le emozioni ferite
Nel solco dei lavori precedenti, Eugenio Borgna, nel suo ultimo libro ci guida lungo un nuovo itinerario interiore alla riscoperta di stati d’animo ed emozioni che ci parlano di quello che si svolge
nella nostra psiche e nella nostra anima, e insieme sono le chiavi per accedere al cuore delle esperienze degli altri, in psichiatria come nella vita quotidiana.
10.30
Palazzo Montereale Mantica

Breve storia del verbo essere
L’interpretazione del verbo essere è come una costante che attraversa tutto il pensiero linguistico dell’Occidente sin dalle prime opere di Aristotele. E nel suo dipanarsi si intreccia con la filosofia, la metafisica, la logica e perfino con la matematica, tanto che Bertrand Russell considerava il verbo essere una disgrazia per l’umanità. Andrea Moro ricostruisce questa storia: dalla Grecia classica, attraverso i duelli tra maestri della logica nel Medioevo e le rivoluzioni seicentesche, fino al Novecento, quando la linguistica diventa un modello propulsivo per le neuroscienze.
11.00
Ridotto del Teatro Comunale “G. Verdi”

“De Europa” - Enea Silvio Piccolomini
Incontro con S.E. Antonio Zanardi Landi, Filippo Lovison, Ernesto Galli della Loggia. Modera Pierluca Azzaro. In collaborazione con Euro ‘92 e Libreria Editrice Vaticana.
11.30
Palazzo della Provincia

Francesco Alberoni - I dialoghi degli amanti
La storia si svolge in un prossimo futuro dove le manipolazioni genetiche e le neuroscienze stanno minacciando l’autenticità dell’individuo e l’unità della specie umana. I due protagonisti, Sakùntala e Rogan, sono vittime dei risultati di questi sconvolgimenti. Nel corso della loro vita intensa e avventurosa cercano la propria identità sessuale e personale, e la scoprono infine in un grandissimo amore reciproco.
11.30
Piazza San Marco

Lamento per Belgrado
Ad uno dei momenti di poesia più intensi e uno dei simboli più enigmatici e brucianti dell’Europa
del '900, il Lamento per Belgrado di Milos Crnjanski, è dedicato l’incontro con Massimo Rizzante, curatore dell’edizione italiana, e con Bozidar Stanisic, che partecipa con un suo sentito scritto al volume.
12.00
Palazzo Gregoris
corso Vittorio Emanuele II

Condannato all’immortalità
Una vera e propria lettura poetica, che vedrà protagonista Evgenij Evtushenko, che solo con l’arrivo al potere di Gorbaciov ha finalmente potuto far conoscere, dalle pagine del giornale “Ogonek”, molti poeti censurati durante il regime.
17.00
Convento di San Francesco

Quaderni di Poesia Italiana
La poesia a “pordenonelegge.it” celebrerà quest’anno il decimo numero dei Quaderni di Poesia Italiana, che si incamminano verso i venti anni di nuove proposte poetiche: per questo è previsto un
omaggio al poeta Franco Buffoni. Al primo incontro partecipano lo stesso Franco Buffoni, con Laura Pugno e Antonio Riccardi.
18.30
Palazzo Gregoris
corso Vittorio Emanuele II

Tahar Ben Jelloun - L’uomo che amava troppo le donne
La storia di un divorzio, raccontato in modi opposti prima dal marito e poi dalla moglie. Un affresco del mondo arabo che racconta una storia che può accadere a ciascuno di noi: l’invivibilità di un matrimonio che entra in crisi; il divorzio, l’impossibilità di essere giusti con la persona che un tempo abbiamo amato. Un romanzo allo stesso tempo toccante e divertente, in cui si affronta il tema del sesso e del desiderio quando si è amati negli anni.
15.30
Piazza San Marco

La Bibbia
La Bibbia è una delle sorgenti profonde e permanenti della nostra cultura e, da quando ebrei e cristiani sono entrati in contatto con il mondo intero, di tutta l¹umanità. Non conoscerla significa
essere condannati a non capire una parte basilare della cultura nella quale siamo immersi. Partecipa
all’evento Chino Biscontin.
15.30
Palazzo della Camera di Commercio
Sala Convegni

Umberto Galimberti - I miti del nostro tempo
Culto della giovinezza, idolatria dell’intelligenza, ossessione della crescita economica, tirannia della
moda: sono alcuni dei miti di oggi che Umberto Galimberti passa in rassegna.
16.00
Teatro Comunale “G. Verdi”


Massimo Fanco e Mino Martinazzoli - Storie di vita e di politica
È il 1992. La DC è stata travolta da Tangentopoli, la sua classe dirigente è stata al centro di mille
scandali. Il partito capisce che è necessaria una rapida inversione di rotta. Serve un nome di rispetto, una persona lontana dai luoghi e dalle logiche del vecchio potere, un onesto uomo del Nord. È questo il ritratto di Mino Martinazzoli.
17.00
Palazzo Montereale Mantica

La Giostra dei Castelli
Da oltre un ventennio presso il quartiere di Torre viene organizzata la Giostra dei Castelli: una rivisitazione storica che prende origine da un fatto accaduto nel pordenonese nel 1499, durante l’invasione dei Turchi in Friuli. Nella suggestiva cornice del parco sottostante il Castello rivivono le antiche arti, i fasti dei bivacchi medievali, spettacoli di buffoni e giocolieri e, per l’occasione, viene allestita una corte medievale con mercatini, sbandieratori e spadaccini.
Centro storico di Pordenone

Serge Latouche - L’invenzione dell’economia
Dall’autore del “Breve trattato sulla decrescita serena”, ecco un saggio di interrogazione radicale sul terreno di una delle invenzioni cruciali della modernità.
19.00
Convento Di San Francesco

Cristo nella letteratura d’Italia
Letture di Michele Placido. Introduce Neria De Giovanni. Accompagnamento musicale della Corale di Rauscedo, diretta da Sante Fornasier. Presenta Stefano Ziantoni.
20.45
Duomo di San Marco

Carnediromanzo
Massimo Cirri e Natalino Balasso Natalino Balasso e Massimo Cirri conducono per mano il pubblico in un happening che porterà alla creazione di un’idea per un romanzo. Tutti diranno la loro in un caos organizzato che ci darà l’idea di come la letteratura sia un fiume in piena, un vulcano
irrequieto, qualcosa da governare ma che alla fine fa quello che gli pare.
22.00
Palaprovincia
Largo San Giorgio

- Domenica 19 settembre:
Una montagna di gusti
Fiera dei prodotti di montagna nelle Dolomiti.
Cimolais (Pordenone)
Info:www.comune.cimolais.pn.it

Tre incontri di poesia
“Long Ago”: questo il filo conduttore del dialogo che Douglas Dunn, da quarant’anni il più importante poeta scozzese contemporaneo, terrà al festival con il suo traduttore, Marco Fazzini. Mandate a dire all’imperatore, uno dei più bei libri di questa stagione poetica, sarà al centro dell’incontro con l’autore di quest’opera, Pierluigi Cappello, poeta friulano.
A “pordenonelegge.it 2010” ci sarà anche Michael Krüger, uno degli esponenti più rappresentativiì della cultura letteraria tedesca. “Di notte tra gli alberi” è il titolo dell’incontro che lo vedrà protagonista al festival con l’eminente germanista e traduttore Luigi Reitani.
Ore 15, ore 17 e ore 19
Palazzo Gregoris
corso Vittorio Emanuele II

Quaderni di Poesia Italiana
Secondo incontro per celebrare il decimo numero della rivista. Vi prenderanno parte Gabriele Frasca, Luigi Nacci e il direttore di “Lyrikline.org” Heiko Strunk. Inoltre, nel corso delle cinque
serate del festival, dal mercoledì alla domenica, nella Sala della Vecchia Tipografia Savio si alterneranno alla lettura ben 34 poeti presenti a “pordenonelegge.it” e altri che, da tutta Italia, saranno al festival proprio per partecipare alla festa.
12.00
Palazzo Gregoris
corso Vittorio Emanuele II

Il mio amico Stieg Larsson
Kurdo Baksi era uno dei pochi veri amici intimi di Stieg Larsson. Si chiamavano reciprocamente
fratellino e fratellone. Ora il fratellino Kurdo Baksi ha scelto di scrivere una sorta di personale biografia del suo caro amico. Gli sono occorsi quasi cinque anni per radunare il coraggio e la forza di raccontare dello Stieg che conosceva. Due amici che spesso avevano dovuto coprirsi a vicenda,
costantemente impegnati a difendere la propria vita privata dalla minaccia di gruppi neonazisti.
11.00
Convento Di San Francesco

Eugenio Scalfari - Per l’alto mare aperto
Questo libro è la rivisitazione della modernità, da Montaigne e Cervantes fino a Leopardi e a Nietzsche, Descartes, Kant e Hegel, e ancora Tolstoj, Proust, Kafka e Joyce. Un’epoca durata quattro secoli, mai simile a se stessa, sempre in cerca di sperimentare il nuovo, di allargare il
respiro delle generazioni, di modificare l’identità senza smarrire la memoria. Così Eugenio Scalfari
riassume, nell’epilogo che chiude il libro, il suo viaggio attraverso la modernità.
12.00
Teatro Comunale “G. Verdi”

La psicoanalisi e il resto
Quest’anno sono scaduti i diritti dell’opera di Sigmund Freud, pubblicati dalla Bollati Boringhieri. Alcuni editori hanno già iniziato a diffondere sul mercato, con nuove traduzioni e nuove introduzioni, alcuni titoli importanti del grande psicoanalista. Per cogliere sul nascere e analizzare questo fenomeno “pordenonelegge.it” ha organizzato tre incontri a cui parteciperanno esperti dell’argomento.
15.30
Palazzo Montereale Mantica

Venezia misteriosa
Oltre le finestre dei palazzi sul Canal Grande, i più prestigiosi e importanti di Venezia, si nascondono le leggende, i misteri, le curiosità, gli intrighi e le passioni della Serenissima. Nelle loro stanze si è snodata, nei secoli, la storia millenaria della Repubblica. Con Alberto Toso Fei e Paolo Maurensig.
15.30
Palazzo della Provincia

Quando ci batteva forte il cuore: Jugoslavia, Istria, Trieste
Incontro con Stefano Zecchi.
16.00
Palaprovincia
Largo San Giorgio

Lezione di calligrafia
Un racconto lungo, “Lezione di calligrafia”, e un romanzo, “Memorie di Larionov”, tenuti insieme
dal tema della scrittura. Una magistrale esercitazione allo scrivere e la confessione privata di un anziano possidente, attraverso le quali l’autore ci consegna il ritratto di un paese immutabile, assolutamente attuale: la Russia come metafora dell’impossibilità e del naufragio umano, dell’eterno scontro tra progetto e destino, tra vita e storia. Con Mikhail Shishkin.
17.30
Palazzo della Provincia

Is Death Changing?
Incontro con Gorge Steiner Lectio Magistralis di George Steiner. Introduce Nuccio Ordine.
18.30
Convento Di San Francesco

Alle terme dell’anima
Qual è il senso del dolore? Esiste, e chi è davvero, l’anima gemella? In che modo la nostra vita di ogni giorno è trasformabile daiGillo Dorfles sogni? Gabriele Vacis e Massimo Gramellini tentano di rispondere alle domande di una vita, leggendo alcuni brani dell’ultima riga delle favole, romanzo d’esordio di Massimo Gramellini.
21.30
Convento Di San Francesco.

Per ulteriori informazioni sugli incontri, sul programma e sugli eventi della rassegna è consultabile il sito Internet www.pordenonelegge.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>