Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 04 Agosto 2010

PUF-Burattini senza confini: il 6 agosto c'è il duo Sinakt, il 7 "Nicodemo apprendistra stregone"

Nicodemo apprendistra stregone

Remanzacco e Aiello (UD) - Nei prossimi giorni il Festival di Teatro di Strada "PUF-Burattini senza confini-Lutke brez meja" proporrà altri due spettacoli della sua programmazione. Venerdì 6 agosto alle ore 21, nell’arena Brolo Perosa di Remanzacco, si esibirà il duo di acrobati Sinakt. Questa appuntamento sostituisce la data dello scorso 26 luglio, annullata a causa del maltempo.

Edoardo Danieli e Elisa Waldner si cimenteranno con la loro performance dal titolo Vita, appartenente al genere artistico del circo-teatro aereo.

Vita è uno spettacolo che unisce la magia delle arti circensi e dei volteggi acrobatici su tessuti aerei e trapezio, la forza del teatro e la morbidezza dell'espressione corporea. Sviluppandosi intorno alle parole chiavi "sognare", "cercare", "avere" e "essere", delinea momenti determinati della vita e modi di percepirla e di viverla. Vita è uno spettacolo poetico, privo di testi verbali ed è quindi adatto alle persone di tutte le età e provenienze. Ogni parola chiave corrisponde a un momento determinato della vita e a un modo di percepirla e viverla.

"Vita" è uno spettacolo a quadri, che seguono una logica di evoluzione umana, e unisce arti circensi, teatro e danza in un linguaggio adatto a tutte le persone indipendentemente dall'età o provenienza.

Il nome del duo Sinakt deriva da una trascrizione fonetica dal greco, dove "syn" vuol dire “insieme, unione di” che si lega al termine latino "actus" - atti, azioni, movimenti.


Sabato 7 agosto nella piazzetta dell’ex Convento di Aiello alle ore 21 Pierpaolo Di Giusto riproporrà invece il suo “Teatro in Piedi” con le storie di “Nicodemo apprendista stregone”. Lo spettacolo si rifà alle tecniche tradizionali del teatro dei burattini, dove l’improvvisazione e il coinvolgimento del pubblico sono gli ingredienti principali.

La storia si sviluppa anche sugli stimoli che provengono dagli Il duo Sinaktspettatori, invitati continuamente a partecipare alle vicende dei protagonisti. I presenti, con le risposte e i consigli che di volta in volta daranno, determineranno così l’esito della serata. L’appuntamento, organizzato con la collaborazione del Comune di Udine, è ideato e messo in scena dal direttore artistico del Festival, affronta ironicamente il tema delle paure infantili.

Leggi le Ultime Notizie >>>