Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 27 Settembre 2006

Bookmark and Share

A Gorizia gusti di frontiera

Gusti di frontiera - Gorizia

Gorizia (GO) - Contaminazioni, storie e culture che si intrecciano, influenze e ricordi stratificati nei secoli che riemergono attraverso antiche ricette, vini, prodotti tradizionali e sapori delle tante genti che hanno convissuto sul confine.
Tutto questo lo trovate a Gorizia a “Gusti di frontiera. I sapori della Mitteleuropa”, tre giorni in cui nelle vie e nelle piazze del centro della città vi attendono stand enogastronomici, prodotti tipici, degustazioni di vini, bancarelle, animazioni musicali e folkloristiche, appuntamenti culturali. In Piazza Vittoria si confrontano i cibi della Carnia, il prosciutto di S. Daniele, i würstel della Baviera e la cucina di Lienz. In via Rastello, piazza Cavour e piazza Sant’Antonio si passeggia tra esposizioni di vini doc e oggetti d’artigianato, si può entrare in locali tipici e immergersi nel fascino di storici palazzi.
Via Mazzini, via Garibaldi e corso Italia con i caffè, le pasticcerie, le osterie e i ristoranti vi attendono fra musica e prelibatezze.
In via Oberdan e in corso Verdi ancora prodotti tipici, birra, cioccolato e anche uno stand con una selezione dei migliori vini del Friuli Venezia Giulia serviti e consigliati da esperti sommelier. Troverete anche la cucina tipica goriziana, nelle sue versioni friulana e slovena, per giungere alla cucina balcanica che quest’anno sarà presente con Bosnia-Erzegovina, Croazia, Serbia e Albania.
In piazza Cesare Battisti ci sarà un altro confronto di cucine e tradizioni mitteleuropee: quelle della Slovenia, della Stiria e dell’Ungheria con il contorno di altre specialità e ancora animazioni musicali.
Per chi della cucina vuole conoscere abbinamenti vecchi e nuovi e dialogare dal vivo con cuochi esperti e raffinati, per carpirne i segreti, sono imperdibili gli appuntamenti di profumi e sapori di frontiera, che vi faranno conoscere la “cucina che racconta la storia del nostro territorio”. Si tratta di corsi di cucina con i piatti preparati in diretta e abbinati ai grandi vini del territorio. I corsi sono ospitati nella Sala storica dell’Unione Ginnastica Goriziana in piazza Battisti: un raffinato ambiente liberty che ben si sposa con la cucina e il vino di qualità.
Ogni giorno sono visitabili gratuitamente le mostre “Sigmund Freud nella terra dei sogni. Il viaggiatore, il collezionista” al Castello di Gorizia e “Da Gorizia all’Impero Ottomano. Antonio Lasciac architetto. Fotografie dalle Collezioni Alinari” a Palazzo Attems-Petzenstein.
Sabato e domenica dalle ore 16 nella Biblioteca Statale Isontina di via Mameli si potrà approfondire la conoscenza della Ribolla Gialla, uno dei vini più tipici del Goriziano, con grandi e autorevoli esperti, degustazioni, assaggi e una pièce teatrale tutta da… gustare. Informazioni sul sito www.gois.it, numero verde 800 746811.

Leggi le Ultime Notizie >>>