Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 30 Agosto 2006

Bookmark and Share

Gillo Dorfles, intellettuale ed artista

di I.O.

Gillo Dorfles

Trieste (TS) - “L’intervallo perduto”, testo storico di Gillo Dorfles, è uscito nella nuova edizione (Skira) a quasi trent’anni dalla prima pubblicazione.
Al centro de “L’intervallo perduto” è il concetto di intervallo e della sua perdita, inteso non solo come pausa all'interno di un'opera o lungo lo sviluppo di un'azione, ma anche come l'interruzione che separa un'opera o una qualsiasi operazione creativa dal suo contesto.

L’autore, una delle personalità più significative della critica d’arte, sempre attento agli sviluppi dell'arte e delle estetiche contemporanee è nato a Trieste nel 1910 ed è stato tra i fondatori del MAC, Movimento Arte Concreta, assieme a Munari, Soldati e Monnet.
Intellettuale, docente di estetica e critico, Dorfles ha scritto numerosi libri alcuni dei quali costituiscono un punto di riferimento importante per la critica d’arte.
Tra questi “Discorso tecnico delle arti” del 1952, primo libro pubblicato da Dorfles e testo fondamentale della concezione estetico-antropologica del critico. “Ultime tendenze nell’arte d’oggi” è tutt’ora uno dei testi più diffusi nelle Accademie e nelle Università per lo studio dell’arte della seconda metà del ‘900. Tra gli altri titoli “Il divenire della critica dalla poesia visiva alla body art”, “Preferenze critiche. Uno sguardo sull'arte visiva contemporanea”, “Il divenire delle arti”, “Nuovi riti, nuovi miti” solo per citarne alcuni.
Dorfles pittore ha al suo attivo diverse mostre come quella al Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano nel 2001 e più recentemente l’esposizione alla galleria Transarte di Rovereto dal titolo “Io, Gillo Dorfles” con una selezione di oltre venti lavori ora in mostra all’oratorio di Santa Cita a Palermo.

Leggi le Ultime Notizie >>>