Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 07 Aprile 2006

Ospiti di prestigio ad AlpeAdria Cooking 2006

Udine - AlpeAdria Cooking 2006

Udine (UD) - Udine - Si è concluso AlpeAdria Cooking, Festival Internazionale di Alta Cucina (Udine, 3/5 aprile 2006) che ha riunito 32 chef italiani e stranieri per illustrare tecniche e innovazioni gastronomiche ad un pubblico di cuochi e ristoratori.
Sul palco del Centro Congressi di Udine Fiere hanno sfilato grandi chef di Italia, Spagna, Francia, Croazia e Slovenia che hanno cucinato sotto gli occhi del pubblico.
I lavori sono stati aperti dallo chef de La Primula di San Quirino (Pn), Andrea Canton (membro dell’associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe, co-organizzatrice del Festival insieme ad Agra Promo FVG) e sono proseguiti con le dimostrazioni di nomi eccellenti e nomi meno eccellenti ma sicuramente emergenti.
Fra gli italiani ricordiamo: Niko Romito (Reale, Rivisondoli – Aq), giudicato miglior giovane chef per l’Espresso 2006 e segnalato fra gli chef emergenti nella guida Gambero Rosso; Ciccio Sultano (Duomo, Ragusa), seconda stella Michelin nel 2006; Perbellini (Perbellini, Isola Rizza Vr); Fabio Baldassarre (L’Altro Mastai, Roma); Teresa Buongiorno (Già Sotto l’Arco, Carovigno Br); Tonino Cannavacciuolo (Villa Crespi, Orta San Giulio, No); Giovanni Ciresa (De Pisis, Venezia); Paolo Masieri (Paolo e Barbara, Sanremo); Matteo Vigotti (Nocevento, Meina No).
Forte presenza di gelatieri e pasticcieri. Il gruppo dei gelatieri, rappresentato da Sergio Colalucci, Sergio Dondoli, Giancarlo Timballo, Mauro Petrini con il supporto dello chef Luca Landi, ha incuriosito con le ricette del Gelato al Fois Gras e il Gelato alle Alici di Menaica.
Gianluca Fusto, docente alla Ecole du Grand Chocolat Valrhona di Parigi (famosa scuola di cioccolatieri), ha presentato le "rotte del cacao e del caffè", un percorso nei piatti che abbiano questi due ingredienti, assieme o singolarmente.
In rappresentanza italiana anche Heinz Beck, tre stelle Michelin, per il ristorante La Pergola de l’Hotel Cavalieri Hilton di Roma, che insieme al maitre Umberto Giordano, ha presentato un piatto per il quale è necessario coadiuvarsi con la sala.
La cucina moderna spagnola ha trovato degni rappresentati in Martin Berasategui, Paco Roncero, Quique Dacosta, Francis Paniego, mentre per l’espressione francese hanno riscosso grande audience Yann Duytsche (Valrhona), Jean Francois Piege (Les Ambassadeurs de l’Hotel de Crillon) e colui che la stampa statunitense ha definito il “cuoco del secolo”, Joel Robuchon.
Per la seconda edizione del festival spicca il numero di partecipanti: oltre 250, provenienti www.alpeadriacooking.itoltre che dall'Italia (oltre alle regioni di Nordest, tanti professionisti anche da Toscana e Umbria) anche da Slovenia, Croazia, Ucraina, Lussemburgo e perfino Australia.
Consistente, ovviamente, la partecipazione dal Friuli Venezia Giulia, segno però che anche gli chef locali hanno voluto cogliere l'occasione di confrontarsi e conoscere i grandi maestri di cucina.

Leggi le Ultime Notizie >>>