Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia”
Duino Aurisina (Trieste)
Dal 11/11/19
al 25/11/19
Festival del Libro della Grande Guerra nell’ambito di “Vini appuntamento con la storia&r
Concerti Aperitivo: 24 novembre 2019, Gorizia, Le dame, i cavalier, l’arme e gli amori
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 24/11/19
Gruppo Corale Ars Musica
Otto donne e un mistero: un parterre di grandi attrici a Gradisca d'Isonzo
Nuovo teatro comunale di Gradisca d'Isonzo
Gradisca d'Isonzo
Il 26/11/19
8 donne e un mistero

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 10 Febbraio 2010

Bookmark and Share

Torna il concorso fotografico nazionale dedicato al Carnevale Muggesano

fotografia

Muggia (TS) - Torna anche nell’edizione 2010 del Carnevale di Muggia - splendida cittadina istroveneta dalle caratteristiche calli e mura medievali, il Castello, il porticciolo e il suggestivo Duomo, a un passo da Trieste e dal confine con la Slovenia - l’atteso appuntamento con il Concorso fotografico nazionale dedicato al Carnevale Muggesano e aperto a tutti i fotoamatori residenti in Italia e che anno dopo anno ha visto un sempre maggiore numero di iscrizioni, anche dal Veneto e dal resto della regione.

Più di 44 l’anno passato i fotamatori iscritti, per un totale di 176 scatti sottoposti al giudizio della giuria. Per tutta la settimana di festeggiamenti a Muggia (dall’11 al 16 febbraio) ci sarà quindi la possibilità di scattare le proprie fotogafie e fissare i momenti più belli e caratteristici del “Carneval de Muja” – come viene affettuosamente chiamato dai Muggesani - e come ogni anno non mancheranno certo gli spunti artistici. Molte infatti anche nel 2010 le occasioni per foto indimenticabili, a cominciare dall’arrivo di Re Carnevale, giovedì 11 febbraio, per proseguire con il Ballo della verdura, il Grande spettacolo in onore del Re, l’emozionante spettacolo di circo e teatro aereo “Riflessi” a cura della “Sinakt” (lunedì 15 febbraio) e naturalmente dal momento più atteso del Carnevale, il Grande Corso Mascherato di domenica 14 febbraio alle 13.30 (in caso di maltempo, la domenica successiva), apice dei festeggiamenti con oltre 2000 maschere a sfilare per le strade della cittadina accompagnate dalle bande e dai grandi carri allegorici che impegnano per tutto l’anno nella loro realizzazione le otto Compagnie, vere anime del Carnevale Muggesano.

Il Carnevale Muggesao si distingue infatti per originalità e per spontaneità: è infatti tradizione del “Carneval de Muja” – come viene affettuosamente chiamato dai Muggesani - che ognuna delle otto storiche Compagnie presenti un proprio carro dedicato a uno specifico tema che varia ogni anno attorno al quale le maschere recitano a soggetto, dando vita a uno spettacolo nello spettacolo. E martedì 16 febbraio, “Risfiliamo in allegria”: allegra “replica” del Corso mascherato (stavolta però senza carri) da parte dei partecipanti alla sfilata domenicale.

Non mancheranno poi il tradizionale Ballo delle Bambole (venerdì 12) l’antica questua di gruppi mascherati nelle case e nelle trattorie del centro storico e nei dintorni di Muggia “A ovi” (lunedì 15).
Anche quest’anno dall’11 al 16 febbraio le caratteristiche calli e le piazze si riempiranno dell’allegria che da sempre contraddistingue il suo Carnevale, organizzato da Comune di Muggia e Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano in collaborazione con la Pro Loco.

Il Carnevale di Muggia anche quest’anno poi ha raddoppiato le location e diversificato il divertimento: più tradizionale con la riscoperta delle bande in costume (come la Guggen Band de Muja – in concerto in piazza la sera di sabato 13 - che rappresenta il Carnevale di Muggia in occasione dei festival internazionali) nel centro storico e più giovane nella “Gratinhouse” – con la partecipazione dei "Gratini" – postazioni musicali mobili dotate di enormi casse acustiche - delle Compagnie del Carnevale - ospitata nel megatendone di piazzale Alto Adriatico.
Il Carnevale Muggesano è anche online sul sito www.carnevaldemuja.com.

Giovedì 11 febbraio
IL BALLO DELLA VERDURA
E' un caratteristico e antico ballo di Muggia di cui si trova traccia in uno scritto del capodistriano Nicolò de Manzuoli che risale addirittura al 1611. Secondo l'autore sia le donne che gli uomini mettono sulla testa delle ghirlande e tengono in mano degli archi fatti di fronde decorate con arance, formano due gruppi, uno composto dagli uomini, l'altro da donne.
Il ballo si articola in avvicinamenti e allontanamenti delle due file in maniera che gli uomini si trovino alternati alle donne, incrocino le mani e s'intreccino sotto gli archi, poi si allontanino e riformino due file divise. Per molti anni il ballo scomparve dalla tradizione di Muggia e solo nel 1981 l'usanza è stata reintrodotta nelle iniziative del Carnevale muggesano in occasione del gemellaggio con il Carnevale di Venezia, suggellato dall'arrivo nel porticciolo di Muggia della Serenissima, la barca storica venziana. Il Giovedì grasso del 1981 si scelse una coppia in rappresentanza di ciascuna compagnia del carnevale formando un gruppo di ballerini che ricreò i passi della danza della verdura così come li aveva descritti il Manzuoli. Si rinnovò così una tradizione che oggi è ridiventata un appuntamento imprescindibile delle iniziative maggesane.

Domenica 14 febbraio
CORSO MASCHERATO
E' il momento clou dei festeggiamenti con la Sfilata dei carri allegorici che impegnano per la loro realizzazione le otto Compagnie del Carnevale praticamente per tutto l’anno e che rappresenta il momento più atteso dei festeggiamenti del Carnevale Muggesano. Un festoso corteo costituito da oltre 2.000 maschere e mascherine che si distingue per originalità per spontaneità: è infatti tradizione del “Carneval de Muja” – come viene affettuosamente chiamato dai Muggesani - che ogni Compagnia presenti un proprio carro dedicato a uno specifico tema che varia ogni anno attorno al quale le maschere recitano a soggetto, dando vita a uno spettacolo nello spettacolo. Nato dalla passione degli abitanti, il Carnevale di Muggia si differenzia da tutti gli altri per le ricercate rappresentazioni coreografiche e la foggia dei costumi, allestite dai vari gruppi mascherati. Ognuna delle Compagnie sviluppa il tema prescelto e dà vita a una rappresentazione vera e propria: uno spettacolo di teatro di strada a tutti gli effetti in cui ogni singola maschera presenta scenette, sketch, pantomime a ripetizione lungo tutto il percorso della sfilata. Per di più, a Muggia da sempre non esistono volti coperti e le maschere facciali sono abolite: ogni maschera lascia scoperte le fattezze di chi la indossa: chi partecipa al Corso mascherato lo fa per farsi riconoscere e per mettersi in mostra davanti al pubblico esibendo le proprie capacità recitative attraverso scenette di buon gusto e di qualità artistica.

Lunedì 15 febbraio
A OVI
La questua delle uova è una tradizione vecchia e consolidata nella zona di Muggia fin dall'Ottocento. Le maschere giravano per il paese assieme alla banda cantando e bevendo da un fiasco portato a rimorchio. Nel frattempo i bambini entravano nella case a chiedere uova, sal- sicce, mele, soldi. Completata la questa, si andava in osteria e si iniziava a preparare la frittata. Tutti mangiavano a sazietà e qualcosa rimaneva anche per l'oste che li aveva ospitati.
Anche al giorno d'oggi i componenti delle compagnie del carnevale formano dei gruppi che il lunedì girano capillarmente Muggia e dintorni vestiti in maschera a richiamare l'attenzione con della musica.
La gente nelle case attendono l'arrivo di questi allegri gruppi, tanto da preparare in anticipo le uova e salsicce, ed in alcuni casi anche del buon vino.

-------------------------

57° CARNEVALE DI MUGGIA - REGOLAMENTO del concorso fotografico

MONTEPREMI DEL CONCORSO
1° classificato una Targa più 500 euro
2° classificato una Targa più 300 euro
3° classificato una Targa più 200 euro

Ulteriori eventuali premi forniti dagli sponsor saranno messi a disposizione dalla Giuria.

Il Concorso è aperto a tutti i Fotoamatori residenti in Italia che potranno partecipare con un massimo di quattro opere per ogni Autore. E’ prevista una sola sezione per stampe a colori realizzate con tecniche tradizionali e/o digitali. Formato massimo delle opere: 30x40 cm. e minimo 18x24 (montate su un leggero supporto di 30 per 40 cm.). Dovranno recare sul retro nome e cognome dell’Autore, titolo dell’opera ed eventuale Circolo Fotografico d’appartenenza (si invitano i Circoli a effettuare invii collettivi).

La giuria, composta da Massimo Santorelli, Presidente dell’Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano, Fulvio Merlak Presidente della FIAF e della Sezione Foto del Circolo Fincantieri – Wärtsilä, Angelo Friolo Presidente del Centro Internazionale d’Arte Fotografica di Trieste e docente di fotografia al Collegio del Mondo Unito di Duino e Scilla Sora, Vicepresidente della Sezione Foto del Circolo Fincantieri – Wärtsilä, si riunirà il 29 marzo.
La comunicazione dei risultati verrà effettuata l’8 aprile. Le premiazioni si terranno il 9 aprile alle ore 18.30 in Sala “G. Millo” in piazza della Repubblica, 4 a Muggia (seguirà l’inaugurazione della mostra delle opere partecipanti).

CALENDARIO DEL CONCORSO:
Il concorso è esteso a tutta la settimana del Carnevale (11-16 febbraio 2010).
SFILATA: 14 febbraio 2010 (in caso di maltempo 21 febbraio)
TERMINE presentazione opere: 15 marzo 2009
RIUNIONE giuria: 29 marzo 2010
COMUNICAZIONE risultati: 2 aprile 2010
PREMIAZIONE: 9 aprile 2010 alle ore 18.30 pressso la Sala “G. Millo” in piazza della Repubblica, 4 a Muggia (seguirà l’inaugurazone della mostra delle opere partecipanti esposte nella Sala espositiva di via Roma, 20 a Muggia).
RITIRO BANDO: presso la sede dell’Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano (via Roma, 20 a Muggia) o sul sito www.carnevaldemuja.com
FORMATO massimo delle opere: 30 x 40 cm. (minimo 18x24 montate su un leggero supporto di 30 per 40 cm.).
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: se con consegna e ritiro a cura dell’Autore 5,00 €, se con restituzione a mezzo pacco postale 10,00 €. Le opere non accompagnate dalla quota di partecipazione non saranno né giudicate né restituite.

La quota dovrà essere corrisposta a mezzo bonifico c/o Banca di Credito Cooperativo del Carso - Filiale di Muggia (c/c 27104) oppure direttamente presso la sede dell’Associazione delle Compagnie del Carnevale in via Roma, 20 – 34015 - Muggia (Trieste) Tel./Fax +39 040330616 allegando il modulo d’iscrizione (orario di consegna: da lunedì a venerdì ore 8.30 –12.30).
Per altre informazioni telefonare allo 040330616 o visitare il sito www.carnevaldemuja.com.

Leggi le Ultime Notizie >>>