Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 09 Dicembre 2009

Bookmark and Share

Domani alla Stazione Marittima il convegno dell’Ipasvi su "L’arte di assistere”

Ipasvi Trieste - logo

Trieste (TS) - Un confronto sulla responsabilità professionale, sul codice deontologico, sulla ricerca a sostegno delle pratiche: per ottimizzare le strategie di cura del cittadino, attraverso un comportamento responsabile nel contesto professionale e socio-sanitario in cui il professionista opera. Questi gli obiettivi del convegno "L’arte di assistere tra deontologia, responsabilità e ricerca”, in programma giovedì 10 dicembre. nel Centro Congressi della Stazione Marittima di Trieste (Sala Saturnia), per iniziativa del Collegio provinciale IPASVI di Trieste (a partire dalle ore 9.00).

All’iniziativa parteciperanno oltre 300 infermieri e assistenti sanitari, per un aggiornamento intorno a tematiche portanti per l’esercizio della professione, quali appunto la responsabilità, la deontologia, e la ricerca. Decisamente autorevoli gli interlocutori chiamati a portare il loro intervento per l’occasione: fra essi la Presidente della Federazione Nazionale Collegi IPASVI Annalisa Silvestro, e inoltre Alvisa Palese, professore associato dell’Università di Udine, l’avvocato Francesco Bilotta, docente di diritto privato dell’Università di Udine, Gianfranco Sanson Coordinatore del Pronto Soccorso di Cattinara dell’AOU TS e Angelo Dante, tutor di I° livello al CDL in Infermieristica dell’Università degli Studi di Trieste e il Referente del progetto TriesteAbile Stefano Marchesoni.

Il convegno, che prevede l’intervento inaugurale dell’Assessore comunale alla Promozione e Protezione sociale Carlo Grilli, e del Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Trieste Claudio Pandullo, sarà coordinato dal dott. Flavio Paoletti, Presidente del Collegio IPASVI di Trieste. E per l’occasione sarà anche allestita, proprio negli spazi della Stazione Marittima, la mostra dedicata a "L'arte di assistere", allestite a seguito del concorso fotografico promosso nei mesi scorsi da IPASVI con l’associazione TriesteAbile e il Circolo Fotografico Triestino.

«Assistere è un tema che può evocare diversi sentimenti – spiega il presidente di IPASVI Trieste, Flavio Paoletti - Diviene un’arte quando la professione infermieristica riesce ad esplicarsi includendo gli sviluppi conoscitivi e tecnici, l’abilità, le norme comportamentali e deontologiche derivanti dallo studio, l'esperienza e la ricerca. I temi della responsabilità e della deontologia sono patrimonio indispensabile del professionista e costituiscono parti fondanti dell'agire professionale nella relazione di cura con il paziente».

Il convegno alternerà relazioni, proiezioni, la presentazione di risultati, discussioni di casi e dibattiti con esperti, coinvolgendo i professionisti in merito alla responsabilità professionale, in uno spazio comune dove chiarire significati, dibattere, formulare dubbi o percorsi condivisibili. La clinica spesso si scontra con l’etica, e con valori, atteggiamenti, paure, incertezze. In questo contesto i professionisti devono agire nella ricerca per garantire un’assistenza efficace, efficiente e basata sui diritti delle persone. Da tutto ciò non può prescindere la formazione come elemento strategico per alimentare linguaggi comuni e buone pratiche condivise ed omogenee.

Leggi le Ultime Notizie >>>