Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 11 Novembre 2009

Bookmark and Share

Una monografia d'autore dedicata a Zita d'Austria inaugura la nuova collana "Novecento" della LEG

Zita d’Austria

Gorizia (GO) - È siglato da una prestigiosa monografia “d’autore”, l’omaggio storico-biografico a Zita d’Austria, ultima imperatrice d’Austria-Ungheria, l’esordio della nuova collana editoriale firmata da LEG – Libreria Editrice Goriziana, interamente dedicata al “Novecento”: «Ovvero – spiega il curatore, Adriano Ossola – agli aspetti e agli approfondimenti politico-diplomatici legati alla storia del Novecento, così come agli elementi e ai fatti di rilevante ripercussione sociale». La collana proporrà titoli legati al XX secolo in vari generi, dalla biografia all’autobiografia, dal saggio storico monografico al documento inedito, per ricomporre il mosaico di un secolo che, anche nell’interpretazione, ha diviso le voci più interessanti della storiografia novecentesca.

Un nuovo e prezioso tassello editoriale si aggiunge dunque all’articolato ventaglio di approfondimenti storici che LEG da molti anni coltiva, grazie alle collane ormai consolidate, come “I maestri della guerra”, “Biblioteca di storia alto adriatica”, “I leggeri”, “Il leggio”, “Il biancospino”, “La clessidra di Clio”, “Scorciatoie”, e la collana “Le guerre” che solo negli ultimi anni ha prodotto opere di altissimo valore e di grande eco sulla scena storico-editoriale contemporanea come "I verbali di Hitler" a cura di Helmut Heiber, "La guerra dei Greci" di Hans van Wees, "Armi da fuoco" di Kenneth Chase, "Jihad nei Balcani" di John R. Schindler, "Operazioni speciali al tempo della cavalleria di Yuval Noah Harari, Slovenia 1945" di John Corsellis e Marcus Ferrar, "Guerra segreta nell’antica Roma" di Rose Mary Sheldon.

Personaggio ammirato e allo stesso tempo discusso, figura ancora così ricca di seduzione per la curiosità degli storici, Zita d’Austria fu donna di grande fascino e dotata di un carattere dalle molteplici sfaccettature. A ripercorrere la sua lunga traiettoria esistenziale, che ha veramente attraversato il Novecento, dai primi anni del secolo fino alle soglie della caduta del Muro, è la storica Tamara Griesser-Pecar, nata a Ljubljana ma presto trasferitasi a New York e quindi a Vienna, dove si è laureata presso l'American International School. Con “Zita. L’ultima imperatrice d’Austria-Ungheria”, in uscita in Italia a fine novembre 2009, Tamara Griesser-Pečar intende delineare un ritratto il più possibile obiettivo, sullo sfondo di avvenimenti che segnarono un’epoca.

Intensa la sua collaborazione, per questa pubblicazione, con i membri della casa d’Asburgo, che hanno aperto all’autrice il loro archivio privato e fornito preziose informazioni. Emerge il ritratto della sua vivissima personalità: ultima rappresentante vivente di un’epoca passata e allo stesso tempo una politica nata: Zita d’Austria (1892 – 1989) per tutta la vita si impegnò per sostenere i diritti regali degli Asburgo. Dal momento dell’ascesa al trono nel 1916 con il marito, l’imperatore Carlo I, le opinioni sul suo conto divergono. La sua attività politica per salvare una monarchia imperiale malridotta non trovò solo sostenitori, ma anche detrattori che la ritennero addirittura responsabile del crollo dell’impero. Info: www.leg.it, tel. 0481.539210, e-mail: leg@leg.it.

Tamara Griesser-Pecar è nota anche per aver pubblicato, nel 2003, in Germania, il libro La nazione divisa. Slovenia 1941-1945: occupazione, collaborazione, guerra civile e rivoluzione. Tradotto e pubblicato nel 2006 in Slovenia, il libro è divenuto un bestseller, suscitando peraltro numerose controversie per la nuova interpretazione, in esso proposta, del ruolo del Partito comunista nella guerra di Liberazione nazionale nella Slovenia. Nel 2004, Giovanni Paolo II, le ha insignito l'onorificenza "Croce pro Ecclesia et Pontifice".

Leggi le Ultime Notizie >>>