Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

 

Notizie > AttualitĂ  > 16 Agosto 2009

Bookmark and Share

Lelio Luttazzi chiude in bellezza Serestate. Delusione per il "black out" dei fuochi di Ferragosto

di Claudio Bisiani

Lelio Luttazzi

Trieste (TS) - Si chiude in bellezza Serestate 2009, ma la cancellazione dei fuochi di Ferragosto lascia l'amaro in bocca ai turisti e soprattutto ai triestini. Pubblico delle grandi occasioni in città per il Ferragosto in musica con Lelio Luttazzi, ma altrettanto grande la delusione per la mancanza dei tradizionali fuochi d’artificio. Una piazza Unità gremita di gente ha salutato con affetto, sabato 15 agosto, l’esibizione di Lelio Luttazzi e del suo sestetto nel concerto finale dell'edizione 2009 di TriesteLovesJazz.

La rassegna musicale, inserita nel cartellone di Serestate, ha calato il sipario con la performance di un’autentica icona dello spettacolo e della canzone triestina e nazionale. Lelio Luttazzi ha infatti intrattenuto il pubblico presente con un’ora abbondante di ottima musica, fra sonorità tipicamente jazz unite ad armonie swing, fino agli storici brani dialettali triestini (applauditissimo l’immancabile “El can de Trieste”). All’esibizione di Luttazzi, un sentito e doveroso omaggio alla sua straordinaria carriera, è seguito il concerto degli Overfunk, gruppo locale che ha presentato assieme ad altri artisti triestini un’antologia di cover dai ritmi funky, dance e della black music.

Al termine della serata, attorno alle 23.30, il pubblico che affollava piazza Unità si è riversato in massa sulle rive, in prossimità del molo Audace, in attesa - tutti con il naso all’insù - dei tradizionali fuochi d'artificio di Ferragosto. Attesa che però è rimasta vana causa l’annullamento dello spettacolo pirotecnico, tagliato «per ridurre le spese»: è stata questa infatti la motivazione ufficiale dell’amministrazione comunale, annunciata in verità alquanto in sordina alcuni giorni fa. In parole povere, le casse municipali erano ormai vuote perché il budget iniziale previsto per gli eventi di Serestate, evidentemente, era già andato bruciato… al posto dei botti.

Visibile la delusione tra la gente che attendeva lo spettacolo e che non ha mancato di commentare l’accaduto con battute pungenti e ironiche. Ma d'altronde, come non darle in parte ragione? Al di là infatti di un cartellone che ha comunque offerto dei piacevoli momenti d’intrattenimento, anche di ottimo livello e qualità, vanno però registrati alcuni clamorosi flop, in pole position l’imbarazzante “Magica la notte. Gran Premio dello spettacolo”, andato in scena l’11 agosto in piazza Unità.

Forse,niente fuochi sulle rive triestine davanti a piazza Unità evitando di finanziare certe manifestazioni di dubbio gusto, decisamente raffazzonate e alla fine comunque pagate con i soldi del cittadino-contribuente, si sarebbe potuto salvaguardare almeno un piccolo budget per uno spettacolo, quello appunto dei fuochi di Ferragosto, che ormai scandisce da anni l'estate triestina. Un appuntamento che invece è stato clamorosamente mancato.

Leggi le Ultime Notizie >>>