Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

 

Notizie > AttualitĂ  > 11 Aprile 2009

Bookmark and Share

Da sabato 11 aprile auguri di luce sulla Chiesa di Santa Rita

auguri di luce sulla Chiesa di S. Rita

Trieste (TS) - Proseguono i tradizionali auguri di luce sulla Chiesa di S. Rita a Trieste: una magica proiezione, ideata dall’architetto Marianna Accerboni, chiamata da don Vincenzo Mercante, parroco della Chiesa di Santa Rita, illuminerà tutte le sere dalle ore 20.30 in poi di sabato 11 aprile fino al 21 aprile la facciata dell’edificio sacro in via Locchi 22.

La light designer triestina che, formatasi alla scuola del grande scenografo Luciano Damiani, dalla metà degli anni novanta lavora con successo in Italia e all’estero sul tema della luce, è infatti stata invitata da tempo da Mercante, uomo di chiesa colto e particolarmente sensibile all’arte a donare una valenza nuova alla chiesa nelle principali ricorrenze dell’anno liturgico.

Nel periodo delle festività pasquali Santa Rita risulterà così avvolta da un fascinoso volo di colombe e nelle prossime occasioni festive e natalizie speciali effetti di luce continueranno a rendere unica la chiesa triestina seguendo il linguaggio luministico che, sostenuto e favorito dal continuo evolversi della tecnologia, rappresenta oggi una delle più innovative e interessanti tendenze dell’avanguardia nell’ambito della ricerca artistica contemporanea.

Magica “chiesa di luce della città”, la Chiesa di via Locchi perpetua per altro da tempo l’attenzione all’arte e alla bellezza. Edificato nel 1967 dall’architetto Pietro Valles, che lavorò su un precedente progetto del collega Foschini, l’edificio è connotato da lievi rimandi all’essenzialità romanica. E recentemente è stato abbellito all’interno da una grande e coloratissima vetrata ideata dalla pittrice triestina Maria Visconti. Altre opere d’arte presenti in chiesa sono la statua bronzea di S. Rita dello scultore triestino Tullio Tamaro, il prezioso organo Marciani, il grande Crocifisso di metallo di Bruno Ermagora, inserito nello spazio interno su progetto dell’architetto Mario Zocconi, la prestigiosa Via Crucis bronzea dello scultore romano Parrotta e il trittico del pittore Bartoli. E durante le feste natalizie vi si può ammirare anche un grande presepe suggestivamente illuminato, semovente e parlante.

Leggi le Ultime Notizie >>>