Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 08 Aprile 2009

The Generational: Younger Than Jesus - Giovani talenti internazionali in mostra al New Museum, NY

di I.O.

Icaro Zorbar - The golden triangle

New York (--) - 50 artisti nati a partire dal 1976, 25 diversi paesi di provenienza: è la molteplicità – di linguaggi, tecniche, espressioni - a caratterizzare la mostra allestita al New Museum di New York dai tre curatori: Lauren Cornell, Laura Hoptman e l’italiano Massimiliano Gioni.
L’esposizione dall’8 di aprile si protrarrà fino al prossimo 19 giugno e vedrà accanto alla mostra svolgersi una serie di eventi ed iniziative. La prima in programma prende il titolo di “Communism never happened” ed è prevista per giovedi 9 aprile alle 19.
La selezione dei giovani artisti ha preso le mosse nello scorso giugno quando è stato chiesto a curatori, professori, artisti di tutto il mondo di segnalare gli artisti più interessanti della loro area geografica. Ne è emerso un composito puzzle che ha portato in evidenza 500 artisti.
Un intenso lavoro curatoriale ha quindi condotto alla selezione dei 50 in mostra.
L’allestimento interessa diversi spazi del museo, compresi la lobby e le scale, e le opere utilizzano i mezzi più disparati: dal video alla performance, dall’installazione alla pittura, la creatività si avvale di ogni medium espressivo.
I diversi linguaggi si sovrappongono e si mescolano, il risultato è un turbine energetico, che si diffonde per i vari spazi espositivi. Sebbene i vari autori siano accomunati anagraficamente, la mostra non intende essere il ritratto di una generazione, ma presentare una selezione di alcune tra le più interessanti voci artistiche che caratterizzano il panorama contemporaneo internazionale.
Una ventata di freschezza, di nuovi imput e di nuove istanze, una angolatura diversa per nuove riflessioni.
Come quelle suggerite da Icaro Zorbar (Colombia, 1977) con il suo “Golden Triangle”, una installazione in cui su un vecchio LP vengono appoggiate diverse puntine: il risultato è una musica evocativa che lascia come scia una nostalgica eco. O come quelle che scaturiscono dal lavoro di Chu Yun (Cina, 1977) che presenta “This is XX” in cui una giovane donna, dopo aver preso dei sonniferi, è distesa dormiente in un letto.
Un’opera che porta alla mente il capolavoro letterario “La casa delle belle addormentate” del premio nobel giapponese Yasunari Kawabata: anche nell’opera di Chu Yun “l’artificio”, ovvero il sonno indotto dai sonniferi, toglie spontaneità e naturalezza alla scena, mettendo in luce l’intima fragilità della protagonista che appare indifesa e disarmata davanti allo sguardo indagatore del pubblico che si trova inaspettatamente davanti alla scena.

La etergogeneità dei linguaggi espressivi porta ad una considerazione: il mondo non si esaurisce nella porzione che abbiamo davanti ai nostri occhi e gli artisti presenti nella mostra "The Generational: Younger Than Jesus" ci offrono una nuova prospettiva da cui guardarlo.


Info sulla mostra:
New Museum
235 Bowery
New York, NY 10002
212.219.1222
www.newmuseum.orgr />

Per una estesa panoramica della giovane arte internazionale è di recente pubblicazione “Younger Than Jesus: Artist Directory” che presenta più di 500 giovani e talentuosi artisti provenienti da tutto il mondo.

“Younger Than Jesus: Artist Directory
New Museum & Phaidon Press, 2009; 540pp ISBN: 9780714849836, $49.95

Leggi le Ultime Notizie >>>