Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Teatro > 30 Marzo 2009

Torna al Rossetti, in una nuova produzione-kolossal, “The Rocky Horror Picture Show”

The Rocky Horror Picture Show

Trieste (TS) - Dal 1° al 5 aprile arriva al Politeama Rossetti “The Rocky Horror Picture Show” di Richard O’Brien, per la regia di Sam Buntrock e le coreografie di Matthew Mohr. Fra gli interpreti Rob Morton Fowler, Chris Ellis-Stanton, Ceri-Lyn Cissone, Stuart Matthew Price, Maria Franzén, Kerry Winter, Andrew Gordon-Watkins e Jack Edwards.

Lo spettacolo forse più amato dell’ultimo decennio dal pubblico triestino ritorna a cinque anni dalla sua ultima rappresentazione al Rossetti in una nuova produzione-kolossal con band dal vivo che debutterà il 28 ottobre prossimo a Berlino per toccare poi Vienna, dove rimarrà in scena per due mesi e mezzo nella prestigiosa sede del Museumsquartier, Zurigo, Düsseldorf e Monaco di Baviera. Il debutto a Trieste segnerà dunque anche una prima nazionale assoluta per una grande produzione internazionale che sarà supervisionata dall’autore stesso del musical Richard O’Brien e che sarà diretta da Sam Buntrock, uno dei registi più apprezzati della scena londinese contemporanea, il cui recente allestimento del capolavoro di Stephen Sondheim “Sunday in the Park with Gorge” è stato salutato dalla critica come uno dei migliori del decennio.

Il Rocky Horror Show ha debuttato al Royal Court di Londra nel 1973 e da allora è divenuto un vero e proprio cult del teatro musicale contemporaneo, trasformandosi in una sorta di rito collettivo che prevede un’attiva partecipazione e interazione tra gli attori in palcoscenico e il pubblico in sala.

Lo spettacolo è una libera, ironica e trasgressiva rielaborazione del mito di Frankestein. Non a caso, l’azione si svolge a Frankestein Place, regno di Frank’n’Furter: qui, in una notte da tregenda, approdano Janet e Brad, due morigeratissimi fidanzatini lasciati in panne dalla loro automobile. Dapprima loro malgrado, e poi con partecipata soddisfazione, i due vengono iniziati ai segreti e alle stravaganze della lugubre dimora, attraversata da abbaglianti fasci di luce, dove al ritmo di un sound travolgente, fasciati da sensualissime calze a rete e abbigliamenti sado-maso, si agitano personaggi a dir poco bizzarri: dal servo deforme Riff Raff, al biondo replicante tutto muscoli Rocky.

Tutti protagonisti di una vicenda surreale, quanto esilarante, scandita da numeri musicali che raccontano la fortunosa nascita di Rocky, la seduzione di Janet e Brad da parte della regina dei Travestiti, la sua morte plateale, la partenza dell’astronave transilvanica e il ritrovarsi dei due innamorati. Improvvisamente di nuovo soli, restituiti alla realtà da una nebbia cheThe Rocky Horror Picture Show - locandina li avvolge ma non li rappacifica, perché l’esperienza vissuta a Frankestein Place li ha profondamente cambiati.

La presentazione a Trieste di “The Rocky Horror Show” segna anche l’inizio di una collaborazione del Teatro Stabile con la BB Promotion di Michael Brenner, uno dei produttori più importanti in Germania.

Info.: www.ilrossetti.it

Leggi le Ultime Notizie >>>