Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 22 Febbraio 2009

Bookmark and Share

La Cappella Underground di Trieste compie 40 anni

www.lacappellaunderground.org

Trieste (TS) - Il 2009 sarà un anno speciale per La Cappella Underground: il cineclub, infatti, festeggia i primi quarant’anni di attività. Per ricordare una vita spesa a promuovere la cultura cinematografica e degli audiovisivi sono in programma una serie di eventi lungo tutto l’arco del 2009, ma anche una pubblicazione ed un documentario che renderanno accessibili preziosi materiali e testimonianze della storia del cinespettacolo a Trieste. Le candeline verranno spente il 2 febbraio: in quella data, nel 1969, l’associazione iniziava l’attività cinematografica nella sede originaria di Via Franca 17.

Proprio la sede era all’origine del nome dell’associazione: si trattava, infatti di una chiesa sconsacrata ubicata nel seminterrato, anche se il termine “underground” si riferiva pure all’omonimo movimento culturale proveniente dagli Usa. Nata l’anno precedente come centro arti visive, man mano La Cappella Underground si concentra sulla settima arte, e in particolare sulle avanguardie, sul cinema sperimentale e sull’underground. Divenuta ben presto cineclub di riferimento per gli appassionati triestini, alterna proiezioni dedicate ai registi indipendenti con cicli di classici, oltre ad incontri con registi come Pupi Avati, Mario Camerini, Francis Ford Coppola, Roger Corman, Franco Giraldi, Nanni Moretti, Gregory Markopoulos.

Fra le attività degli anni Settanta, l’associazione organizza alcune rassegne estive nel Castello di San Giusto e le monografie dedicate alle cinematografie dei Paesi dell’Est Europa, oltre a collaborare con il Festival del Film di Fantascienza curando alcune fondamentali retrospettive (Jack Arnold, Fant’Italia, Fant’America 1 e 2) e una non-stop sull’opera di D.W. Griffith.

Gli anni Ottanta vedono la nascita di un archivio video, destinato a trasformarsi in una delle collezioni più importanti in Italia. Inoltre, in quegli anni proprio dall’esperienza della Cappella Underground nascono e si sviluppano altre importanti realtà culturali, tra cui la Cineteca Regionale FVG, Alpe Adria Cinema (attuale ente organizzatore del Trieste Film Festival), il Teatro Miela.

Gli eventi e le celebrazioni del 2009, tuttavia, non hanno soltanto la funzione di celebrare un importantissimo passato, ma servono pure a testimoniare la vita culturale di cui La Cappella Underground è ancora protagonista. Dal 2000 l’associazione si è trasferita nella nuova sede di via Economo, dove proseguono le attività di video-rassegne, formazione e didattica. E’ storia recente anche il servizio pubblico di mediateca: grazie a questo, oltre a poter consultare un archivio di oltre 16.000 titoli, gli utenti possono prendere in prestito alcune tra le opere più importanti della storia del cinema, in formato dvd.

Fiore all’occhiello delle attività della Cappella Underground è senz’altro, in questi ultimi anni, l’organizzazione di Science+Fiction - Festival Internazionale della Fantascienza, che ha raccolto di fatto l’eredità dell’indimenticabile Festival del Film di Fantascienza, riportando a Trieste una grande manifestazione che fa parte del suo patrimonio storico e culturale. Ed ora il compleanno: tra gli eventi già programmati per il quaranDaniele Terzoli, presidente de La Cappella Undergroundtennale dell’associazione, il primo in ordine di tempo sarà una maratona cinematografica di 40 ore. Molto altro è ancora in fase di programmazione ed attende chi, nel 2009, vorrà ricordare assieme agli altri un pezzo di storia del cinespettacolo a Trieste e non solo.

Info: www.lacappellaunderground.org; info@lacappellaunderground.org; tel. 040-3220551.

Leggi le Ultime Notizie >>>