Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Archeologia di sera 2018 - "Punizione, salvezza, inganno: le Metamorfosi di Ovidio"
Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann”
Trieste
Il 21/08/18
Anfora con Ercole e l'idra (foto Ufficio Stampa Comune di Trieste)
Un mondo di storie: "Germania"
Biblioteca comunale Quarantotti Gambini
Trieste
Il 21/08/18
Un mondo di storie
Festa di San Bartolomeo 2018
Opicina
Trieste
Dal 21/08/18
al 26/08/18
Locandina evento

enogastronomia

Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Purcit in Staiare Purcit in Staiare
centro cittadino
Artegna (UD)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Magnemo fora de casa Magnemo fora de casa
Ristoranti del Monfalconese
Monfalcone (GO)
Dal 01/01/16
al 31/12/18

Cultura > Arte > 09 Agosto 2018

Bookmark and Share

Alla sala comunale d'arte la mostra “Ombre e Luci - Il paesaggio del corpo” di Armando Casalino

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Sarà inaugurata venerdì 10 agosto, alle 19.30, alla Sala Comunale d’Arte di piazza dell'Unità d'Italia 4, la mostra personale “Ombre e Luci - Il paesaggio del corpo” di Armando Casalino.

Rita Marizza, artista e docente d'arte terapia, guiderà i partecipanti tra le opere esposte. Un progetto che nasce nel 2013 con i primi studi e si conclude nel 2018 con l'allestimento della mostra nella sala espositiva del Comune di Trieste.

Il fascino del corpo femminile, che si scopre un sorprendente paesaggio, emerge attraverso riflessi di luce che affiorano dolcemente quale evocazione diretta dei moti più profondi dell’anima.

La capacità di cogliere la bellezza di una forma al di là dell’ossessiva ricerca puramente materialistica della perfezione, di osservare la casta bellezza di un corpo come fosse un paesaggio dipinto su tela e di riuscire a intuirne la morbida sensualità, sono il risultato del viaggio introspettivo che percorre lo spettatore di fronte a tali paesaggi.

Il nudo femminile, le dolci curve e le tenui ombre che vi si posano gentilmente inducono a una visione quasi onirica, all’interno della quale ognuno si scopre bambino nel dare la propria interpretazione personale a tali forme, come fossero nuvole che si modificano continuamente.

La vernice proseguirà con un recital delle attrici Olimpia Maya D’Acunzo e Martina Valentini Marinaz che interpreteranno dei testi a tema e leggeranno gli haiku di Toni Piccini, scritti per l'occasione e dedicati alle opere in mostra.

La mostra rimarrà aperta al pubblico con orario feriale e festivo: 10-13 e 17-20 fino a tutto il 2 settembre 2018.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>