Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 30 Gennaio 2009

Chiude i battenti il Cinema Excelsior: un altro pezzo di storia triestina che se ne va

di Claudio Bisiani

l'inizio del Viale XX Settembre, un tempo Viale dell'Acquedotto

Trieste (TS) - Un altro pezzo di Trieste che se ne va. Da febbraio anche lo storico Cinema Excelsior di via Muratti chiude i battenti. Le cause? Calo vertiginoso degli spettatori in sala? Fallimento dovuto agli scarsi introiti? Insuccesso nella scelta di pellicole d’essai preferite ai più commerciali blockbuster? No, niente di tutto questo. Il motivo è semplicemente la scadenza (già da un anno) del contratto di locazione, dal momento che i gestori del cinema sono “in affitto”.

Il vero proprietario dell’immobile infatti, le Assicurazioni Generali, non ha voluto rinnovare il contratto, forse nell’ottica di sfruttare l’ampio spazio del cinema per l’imminente arrivo della “consorella” Banca Generali. Strategie finanziarie, business, interessi privati, insomma. Ancora una volta il potere del Leviatano di turno - tutto con i crismi della legalità, sia ben chiaro - si impone sul più debole, anche a scapito del tanto bistrattato interesse pubblico, storico e culturale di una città. Perché l’Excelsior non era per Trieste un semplice cinema, ma un autentico monumento e per questo solo fatto avrebbe dovuto essere tutelato.

Invece, a meno di un clamoroso miracolo dell’ultima ora (…ma di chi?), su uno dei cinema storici del capoluogo giuliano calerà definitivamente il sipario, anche perché a nulla sono servite le numerose firme raccolte e gli appelli dei cinefili per scongiurarne la chiusura.

Purtroppo le novelle triestine dei nostri giorni suonano anche così: “C’era una volta un cinema all’inizio del Viale XX Settembre…”. Proprio lì dove fra poco vedremo probabilmente spuntare l’ennesima banca.

Leggi le Ultime Notizie >>>